Apri il menu principale
Francesco Cavina
vescovo della Chiesa cattolica
Coat of arms of Francesco Cavina.svg
Non excidet Dominus
 
TitoloCarpi
Incarichi attualiVescovo di Carpi (dal 2011)
 
Nato17 febbraio 1955 (64 anni) a Faenza
Ordinato presbitero15 maggio 1980 dal vescovo Luigi Dardani
Nominato vescovo14 novembre 2011 da papa Benedetto XVI
Consacrato vescovo22 gennaio 2012 dal cardinale Tarcisio Bertone, S.D.B.
 

Francesco Cavina (Faenza, 17 febbraio 1955) è un vescovo cattolico italiano, dal 14 novembre 2011 18º vescovo di Carpi.

Indice

BiografiaModifica

Nasce a Faenza, sede vescovile in provincia di Ravenna, il 17 febbraio 1955. Vive con la famiglia a San Lorenzo di Lugo, nella diocesi di Imola.

FormazioneModifica

Compie gli studi ginnasiali nel seminario diocesano a Imola, cui seguono quelli liceali e teologici nel seminario regionale di Bologna.

Ministero sacerdotaleModifica

Il 15 maggio 1980 è ordinato presbitero, nella cattedrale di Imola, dal vescovo Luigi Dardani. Dopo l'ordinazione è vicerettore del seminario regionale di Bologna, dal 1980 al 1984.

Nel 1981 ottiene la licenza in teologia dogmatica. Prosegue gli studi a Roma nell'Almo collegio Capranica e alla Pontificia Università Lateranense, dal 1985 al 1987, conseguendo il dottorato in diritto canonico.

Dal 1987 al 1996 è assistente dei giovani di Azione Cattolica e collaboratore parrocchiale presso la parrocchia di Sant'Agata ad Imola; dal 1990 al 1993, difensore del vincolo e giudice presso il Tribunale Flaminio di Bologna; dal 1991 al 1995, vice cancelliere vescovile e nel 1995 cancelliere vescovile. Nel 1991 diventa canonico della cattedrale di Imola. Dal 1993 al 2011 ricopre l'incarico di giudice presso il Tribunale Flaminio di Bologna.

Dal 1996 al 2011 svolge la mansione di officiale della Segreteria di Stato della Santa Sede, presso la Sezione per i rapporti con gli Stati.

Ha insegnato presso l'«Istituto Superiore di Scienze Religiose all'Apollinare» (ISSRA) della Pontificia Università della Santa Croce.

Ministero episcopaleModifica

Il 14 novembre 2011 papa Benedetto XVI lo nomina vescovo di Carpi[1]; succede ad Elio Tinti, dimessosi per raggiunti limiti d'età. Riceve l'ordinazione episcopale il 22 gennaio 2012, nella cattedrale di Imola, dal cardinale Tarcisio Bertone, conconsacranti l'arcivescovo Dominique Mamberti ed il vescovo Tommaso Ghirelli. Il 5 febbraio prende possesso della diocesi.

Nel maggio 2012 visita più volte i luoghi della diocesi colpita dal sisma, conforta la popolazione e rivolge un appello all'aiuto per la diocesi maggiormente colpita dall'evento. Il 26 giugno riceve a San Marino di Carpi e a Rovereto di Novi papa Benedetto XVI in visita ai luoghi terremotati.

Il 15 giugno 2013, al termine della cerimonia di beatificazione del carpigiano Odoardo Focherini, rivolge un saluto ai presenti.

Istituisce in diocesi un fondo per promuovere idee imprenditoriali "che, a causa della lunga crisi economica, risultano escluse dal sistema del credito bancario per ragioni connesse alla mancanza di garanzie o a situazioni di precarietà, ma che intendono diventare economicamente autosufficienti e interagire nel tessuto sociale ed economico attraverso l'esercizio di un'attività lavorativa autonoma nuova o già esistente"[2].

Il 14 maggio 2015 riceve presso il Salone d'Onore della Guardia di Finanza di Roma il premio internazionale "Liberi di crescere"[3][4][5][6] conferito dall'associazione "La Caramella Buona" con la seguente motivazione:

«Già officiale presso la Segreteria di Stato della Santa Sede oggi Vescovo della Diocesi di Carpi ha mostrato da subito una sincera vicinanza ai giovani, sostenendo anche progetti di imprenditorialità giovanile e accogliendo con entusiasmo e partecipazione spunti di collaborazione e momenti di riflessione legati al fenomeno degli abusi sui minori, abbracciando così, con paterna vicinanza, l'importante attività di contrasto alla pedofilia condotta da «La Caramella Buona Onlus»»

Dal 1º al 4 aprile 2016 si reca in visita ai profughi cristiani di Erbil nel Kurdistan iracheno portando 100.000 euro di aiuti donati direttamente da papa Francesco.[7][8][9][10][11][12] Viaggio ripetuto poi nel settembre dello stesso anno e a marzo 2017.

Il 27 maggio 2016 inaugura a San Giacomo Roncole, in comune di Mirandola, una stele in memoria delle vittime del sisma del 20 e 29 maggio 2012.[13][14][15]

Il 23 giugno 2016 rende noto che la cattedrale di Carpi, chiusa dopo il sisma del 2012, sarà riaperta al culto il 25 marzo 2017 alla presenza del segretario di Stato cardinale Pietro Parolin.[16]

Il 28 febbraio 2017 annuncia che papa Francesco si recherà in visita pastorale nella diocesi di Carpi domenica 2 aprile 2017, con le seguenti parole: "Sono lieto di annunciare la visita pastorale che il Santo Padre farà alla nostra Diocesi il giorno 2 aprile 2017 e per questo ringrazio profondamente Sua Santità Francesco che viene ad incontrare una Chiesa che sta facendo un cammino significativo di fede e che vive un momento di speranza dopo le conseguenze del sisma del 2012".[17][18][19][20]

Il 5 maggio 2019 inaugura a Carpi, alla presenza del cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della CEI, e delle autorità civili, militari e religiose, la riapertura del museo diocesano d'arte sacra "Cardinale Rodolfo Pio di Savoia", chiuso a seguito del sisma del 2012.[21][22][23][24][25]

Monsignor Cavina e i socialModifica

Monsignor Francesco Cavina è presente anche su Twitter attraverso un profilo utilizzato per le comunicazioni relative al proprio ministero nella diocesi di Carpi.[26][27]

Genealogia episcopaleModifica

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ Rinuncia del vescovo di Carpi (Italia) e nomina del successore
  2. ^ Carpi, il vescovo istituisce un fondo per finanziare idee imprenditoriali
  3. ^ "Premio Internazionale Liberi di Crescere 2015": il discorso del Vescovo di Carpi Francesco Cavina a Roma, su ilmostardino.it. URL consultato il 24 giugno 2016.
  4. ^ Diocesi di Carpi - La Caramella Buona premia il Vescovo, su www.carpi.chiesacattolica.it. URL consultato il 24 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2016).
  5. ^ Minori: Roma, a gen. Capolupo premio per impegno tutela infanzia | Agi Archivio [collegamento interrotto], su archivio.agi.it. URL consultato il 24 giugno 2016.
  6. ^ Roma, La Caramella Buona Onlus festeggia presso il Comando Generale della Guardia di Finanza il premio "Liberi di crescere" e i suoi 18 anni!, su lanotiziah24.com. URL consultato il 24 giugno 2016.
  7. ^ Francesco: realizzare opere di misericordia con Aiuto alla Chiesa che soffre, su LaStampa.it. URL consultato il 24 giugno 2016.
  8. ^ Diario della persecuzione, su www.ilfoglio.it. URL consultato il 24 giugno 2016.
  9. ^ Monsignor Cavina a Erbil. Porterà con sé una lettera e i doni di papa Francesco, su tempi.it. URL consultato il 24 giugno 2016.
  10. ^ «Porto ai profughi cristiani di Erbil la lettera di papa Francesco», su tempi.it. URL consultato il 24 giugno 2016.
  11. ^ Pope supports campaign calling on people 'to carry out works of mercy throughout the world', su www.catholicherald.co.uk. URL consultato il 24 giugno 2016.
  12. ^ Silvia Saracino, Il vescovo di Carpi Cavina nel campo profughi di Erbil, ecco le prime foto della missione, su ilrestodelcarlino.it, 5 aprile 2016. URL consultato il 24 giugno 2016.
  13. ^ A San Giacomo si inaugura la stele del sisma - Cronaca - Gazzetta di Modena, su gazzettadimodena.gelocal.it, 27 maggio 2016. URL consultato il 24 giugno 2016.
  14. ^ Diocesi: mons. Cavina (Carpi), "non dimenticare la solidarietà fiorita tra le macerie", su agensir.it, 28 maggio 2016. URL consultato il 24 giugno 2016.
  15. ^ Ventotto stele per ricordare le vittime, inaugurato il Memoriale del sisma, su modenatoday.it. URL consultato il 24 giugno 2016.
  16. ^ Cattedrale Carpi riapre culto 25/3/2017 - Emilia-Romagna, su ansa.it, 23 giugno 2016. URL consultato il 24 giugno 2016.
  17. ^ Ufficiale: Papa Francesco sarà a Carpi il 2 aprile per una visita pastorale, su ilmostardino.it. URL consultato il 28 febbraio 2017.
  18. ^ Papa Francesco a Carpi domenica 2 aprile, in Gazzetta di Modena, 28 febbraio 2017. URL consultato il 28 febbraio 2017.
  19. ^ Vaticano. Il 2 aprile papa Francesco andrà a Carpi colpita dal terremoto del 2012, 28 febbraio 2017. URL consultato il 28 febbraio 2017.
  20. ^ Papa: 2 aprile in visita a Carpi, in ANSA.it, 28 febbraio 2017. URL consultato il 28 febbraio 2017.
  21. ^ Diocesi: Carpi, il 5 maggio riapertura del museo diocesano con il card. Bassetti, su AgenSIR - Servizio Informazione Religiosa, 24 aprile 2019. URL consultato il 14 maggio 2019.
  22. ^ CARPI, RIAPERTO IL MUSEO DIOCESANO DI ARTE SACRA NELLA CHIESA DI SANT'IGNAZIO, su www.tvqui.it. URL consultato il 14 maggio 2019.
  23. ^ Carpi, festa per la riapertura del museo diocesano di arte sacra, su Gazzetta di Modena - Gelocal, 6 maggio 2019. URL consultato il 14 maggio 2019.
  24. ^ Carpi, festa per la riapertura del museo diocesano di arte sacra, su youtube.com, 6 maggio 2019. URL consultato il 14 maggio 2019.
  25. ^ Carpidiem - Museo diocesano d'arte sacra "Cardinale Rodolfo Pio di Savoia" - Chiesa di Sant'Ignazio, su www.comune.carpi.mo.it. URL consultato il 14 maggio 2019.
  26. ^ Francesco Cavina (@CavinaVescovo), su twitter.com. URL consultato il 28 febbraio 2017.
  27. ^ Diocesi di Carpi - Il Vescovo è su twitter, su www.carpi.chiesacattolica.it. URL consultato il 28 febbraio 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica