Francesco Cesarini (ciclista)

ciclista italiano
Francesco Cesarini
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 1992
Carriera
Squadre di club
1984-1987Del Tongo
1988-1989Ariostea
1990-1991Del Tongo
1992MG Boys Maglificio
Nazionale
1980-1982Italia Italia (Dilettanti)
1989-1990Italia Italia
Palmarès
Gold medal mediterranean.svg Giochi del Mediterraneo
Bronzo Casablanca 1983 In linea
 

Francesco Cesarini (San Giacomo di Spoleto, 24 marzo 1962Foligno, 10 febbraio 2020) è stato un ciclista su strada italiano. Da dilettante vinse il Giro Ciclistico d'Italia nel 1982 e la medaglia di bronzo ai Giochi del Mediterraneo del 1983 disputati a Casablanca nella prova in linea.

È scomparso nel 2020 all'età di 57 anni a seguito di un male incurabile[1].

CarrieraModifica

Corridore forte si mise in evidenza soprattutto nelle corse a tappe nella categoria dilettantistica, oltre alla vittoria al Giro Ciclistico d'Italia nel 1982 fu quinto nella stessa corsa nel 1984 e per due volte salì sul podio del Giro d'Abruzzo nel 1983 e nel 1984.

Passato professionista nell'agosto del 1984, si ritirò nel 1992 collezionando solo tre vittorie nella massima categoria fra cui una tappa al Tour de Suisse nel 1988 concliso, talaltro, in sesta posizione assoluta.

Fra i suoi piazzamenti nelle corse del calendario italiano vanno ricordati i podi nel Trofeo Matteotti 1987 nella Coppa Agostoni 1988 e 1990 ed nel Gran Premio Industria e Commercio di Prato nel 1990.

Ha fatto parte della nazionale italiana di ciclismo sia fra i dilettanti che fra i professionisti.

PalmaresModifica

Trofeo Internazionale Bastianelli
Giro del Montalbano
Classifica generale Giro Ciclistico d'Italia
Gran Premio Pretola
Gent-Wervik
  • 1986 (Del Tongo, una vittoria)
Trofeo Pantalica
  • 1988 (Ariostea, una vittoria)
7ª tappa Tour de Suisse (Leukerbad > Locarno)

Altri successiModifica

3ª tappa Giro d'Italia (Catania > Taormina, cronosquadre)
Lariano (circuito)

PiazzamentiModifica

Grandi giriModifica

1986: 76º
1988: 88º
1990: 111º
1991: 97º
1992: 128º

Classiche monumentoModifica

Competizioni mondialiModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica