Apri il menu principale

Francesco Guadagnuolo

pittore e scultore italiano

Francesco Guadagnuolo (Caltanissetta, 1956) è un pittore, scultore e incisore italiano.

L'Opera per la quale è maggiormente conosciuto è Il debito estero - verso una nuova solidarietà che si trova, dal 1997, permanentemente esposta nella sede dell'ECOSOC all'ONU - New York. Altre opere per le quali è conosciuto a livello internazionale sono i ritratti sui Papi Giovanni Paolo II, Paolo VI e Benedetto XVI esposte anche in Vaticano

“Sa comprendere la realtà in cui vive e, conservando sullo sfondo delle cose il suo acceso calore siciliano, sa essere, in questi anni irrequieti, un testimone di riflessioni giuste e di poesia”” Arcivescovo Giovanni Fallani * Ed. Sez. Antichità e Belle Arti Roma - Guadagnuolo - 1986

"È considerato uno dei rinnovatori dell'iconografia dell'arte sacra" - Corriere della Sera, pag.16, 12 febbraio 2010

Altre opere importantiModifica

  • 1980, la Cartella di acqueforti "La Bottega dell'Orefice", presentato alla Libreria Croce di Roma - legata al dramma in tre tempi di Andrzej Jawien (Karol Wojtyła)
  • 1983, la cartella di acqueforti "Il Processo" di Franz Kafka, esposto a Vienna nella Galleria Kunstverlag Wolfram
  • 1984, lavori pittorici “Il volto dei poeti italiani da Dante a Quasimodo”, esposti presso l'Österreichisches Tabkmuseum di Vienna
  • 1988. viene presentato il dipinto (olio su tela 300x200 cm) "La Crocifissione" presso l'Istituto dell'Enciclopedia Italiana “Giovanni Treccani” a Roma, definita dal Vescovo Mons. Pietro Garlato, Presidente Delegato della Pontificia Commissione di Arte Sacra ‹‹... una delle opere più grandi ed importanti del nostro secolo›› e dal critico d'arte Renato Civello ‹‹La nota “Crocifissione” colpisce la critica, i cui esponenti ritengono Guadagnuolo interprete del nuovo realismo italiano del dopo Guttuso›› (citazioni pubblicate su Ed. Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari - "La Chiesa al servizio dell'amore per i sofferenti", 2010)
  • 1992, realizza le opere “San Pietroburgo-c'era una volta Lenin” presso l'Accademia di Ungheria in Roma, presentata da Luigi Fontanella dell'Università Stony Brook di New York
  • 2000, realizza il dipinto “Peace” per il Medio Oriente consegnata dall'artista al Presidente Yasser Arafat nella città di Ramallah, la cui opera si trova nel Palazzo Presidenziale Muqata. Nello stesso anno realizza “Pace in Terra Santa” una tela dalle dimensioni di 175X400 cm
  • 2001, compie l'opera dal titolo “Il Buon Samaritano del Terzo Millennio”, esposta nella Sala Paolo VI in Vaticano alla presenza del Papa Giovanni Paolo II
  • 2006, dieci opere pittoriche raffiguranti Paolo VI, esposte nella Chiesa Pontificia S. Tommaso da Villanova a Castel Gandolfo
  • 2007, realizza la mostra di dipinti “Papa Wojtyła testimone d'amore nella sofferenza”, esposta presso la Filharmonia Narodowa a Varsavia
  • 2009, le opere pittoriche “Il Volto della speranza” riferite all'Enciclica “Spe salvi” di Benedetto XVI. L'esposizione è stata presentata nella Sala Conferenze della Biblioteca Nazionale Badia Greca (Abbazia San Nilo) di Grottaferrata.

BibliografiaModifica

  • Ed. Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari - "La Chiesa al servizio dell'amore per i sofferenti", 2010
  • Ed. Leonardo International srl - Il Segreto della Vita - 2000
  • Ed. Sez. Antichità e Belle Arti Roma - Guadagnuolo - 1986
Controllo di autoritàVIAF (EN74793746 · ISNI (EN0000 0001 0988 5712 · LCCN (ENno2006019426 · WorldCat Identities (ENno2006-019426