Apri il menu principale

Francesco Maria Guerrieri Failla

poeta e patriota italiano
Il Barone in una foto d'epoca nella quale indossa la camicia della tipica uniforme garibaldina. (Fonte: Francesco Failla, discendente)

Francesco Maria Guerrieri Failla (Castelbuono, 21 febbraio 1831Castelbuono, 29 agosto 1900) è stato un poeta e patriota italiano.

BiografiaModifica

Di nobili origini nel 1857 sposò Giuseppina Galbo[1], nipote di mastro nicolò Galbo, barone di Montenero[2].

Sin da giovane aderì al movimento per l'unificazione italiana, ed il 18 aprile 1860, durante la spedizione dei Mille, fu il primo ad issare la bandiera tricolore a Castelbuono, sul campanile della chiesa, oggi non più esistente, di Sant'Antonio Abate.

Nel 1897 vinse un concorso nazionale, a Firenze, per un'epigrafe alla Divina Commedia[3].

OpereModifica

  • Francesco Maria Guerrieri Failla Una notte a Caprera[4]., 1861
  • Francesco Maria Guerrieri Failla, Mentana : canto, Palermo, tip. della vedova Solli, 1869.
  • Francesco Maria Guerrieri Failla, Poesie patriottiche, 1860-1900 con prefazione di Alfredo Cucco. Edizione postuma curata dal nipote del poeta, Michelangelo Ugo Collotti, Palermo, F.lli Vena, 1934.

NoteModifica

  1. ^ Cancila (2006), p. 606.
  2. ^ Cancila (2006), p.282.
  3. ^ Mogavero Fina (1964), p. 39.
  4. ^ Mogavero Fina (1964), p. 37.

FonteModifica

  • Orazio Cancila, Storia dell'Università di Palermo: dalle origini al 1860, Roma [etc.], GLF editori Laterza, 2006 - ISBN 88-420-8088-8
  • Francesco Failla Guerrieri, "Ritratto del patriotta barone Francesco Guerrieri Failla", Le Madonie 1º maggio 1960.
  • Antonio Mogavero Fina, I Ventimiglia: teatro e poesia alla corte e nel principato, Palermo, La Via, 1964
  • S.Leone Castelbuono u'paisi-storia ed arte, fatti e persone, cultura e tradizioni Ed. Le Madonie, 2008
Controllo di autoritàVIAF (EN90353471 · SBN IT\ICCU\SBNV\007592 · WorldCat Identities (EN90353471
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie