Francesco Massara

Arcivescovo cattolico italiano
Francesco Massara
arcivescovo della Chiesa cattolica
Coat of arms of Francesco Massara.svg
Mater mea fiducia mea
 
TitoloCamerino-San Severino Marche
Fabriano-Matelica
Incarichi attuali
 
Nato1º luglio 1965 (55 anni) a Tropea
Ordinato presbitero17 aprile 1993 dal vescovo Domenico Tarcisio Cortese
Nominato arcivescovo27 luglio 2018 da papa Francesco
Consacrato arcivescovo6 ottobre 2018 dal vescovo Luigi Renzo
 

Francesco Massara (Tropea, 1º luglio 1965) è un arcivescovo cattolico italiano, dal 27 luglio 2018 arcivescovo di Camerino-San Severino Marche e dal 27 giugno 2020 arcivescovo-vescovo eletto di Fabriano-Matelica.

BiografiaModifica

Originario di Drapia, è nato il 1º luglio 1965 a Tropea, nella diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea e in provincia di Vibo Valentia.

Formazione e ministero sacerdotaleModifica

Dopo la maturità classica, ha frequentato l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" e i corsi di biblioteconomia e archivistica presso l'Archivio segreto vaticano. Da alunno del Pontificio Seminario Romano Maggiore ha studiato presso la Pontificia Università Lateranense, dove ha conseguito il baccellierato in teologia (1992) e la licenza in dogmatica (1994).

Il 17 aprile 1993 è stato ordinato presbitero per la diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea dal vescovo Domenico Tarcisio Cortese.

Dopo l'ordinazione è stato assistente del Pontificio Seminario Romano Maggiore; successivamente è stato direttore del Centro diocesano vocazioni della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, dal 1995 al 1998, e parroco presso la parrocchia di San Nicola Vescovo a Vazzano, dal 1996 al 2004. Nel 1996 è diventato anche membro del consiglio presbiterale diocesano, membro del consiglio pastorale diocesano e collaboratore della Caritas diocesana.

Nel 1997 ha fondato diverse cooperative di lavoro diocesane, di cui è stato responsabile fino al 2003.

Nel 1999 è stato nominato responsabile dell'ufficio amministrativo diocesano e nel 2001 revisore dei conti dell'istituto diocesano per il sostentamento del clero; mantiene quest'ultimo incarico fino al 2004 per poi essere nominato nel 2006 economo generale del Pontificio Seminario Romano Maggiore. Ricopre questo ruolo fino al 2017 quando è chiamato a guidare la parrocchia di San Pantaleone Martire a Limbadi e ad assumere gli incarichi di vicedirettore dell'ufficio amministrativo diocesano, membro del consiglio presbiterale e membro del consiglio regionale.

Ministero episcopaleModifica

Il 27 luglio 2018 papa Francesco lo ha nominato arcivescovo di Camerino-San Severino Marche; succede a Francesco Giovanni Brugnaro, dimissionario per raggiunti limiti di età, e riceve l'ordinazione episcopale il 6 ottobre successivo, nella cattedrale di Mileto, dal vescovo Luigi Renzo, coconsacranti gli arcivescovi Francesco Giovanni Brugnaro, Rocco Pennacchio, Giovanni Tani e Vincenzo Bertolone. Il 21 ottobre ha preso possesso canonico dell'arcidiocesi.

Il 26 luglio 2019 lo stesso papa lo ha nominato amministratore apostolico di Fabriano-Matelica dopo la nomina del vescovo Stefano Russo a segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana.

L'11 febbraio 2020 ha presentato, con il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, l'ambulatorio della solidarietà presso la Casa di Cura "Clinica Lami", di proprietà delle due arcidiocesi. Si tratta di un ambulatorio per i pazienti indigenti che non possono permettersi una visita specialistica e di conseguenza non possono curarsi.

Nel marzo successivo, a causa dell'epidemia che ha colpito l'Italia e il territorio diocesano, ha donato trentamila euro all'ospedale di Camerino e ha ideato un concorso, dal titolo CoronArt, per i bambini dell'arcidiocesi di Camerino-San Severino Marche e della diocesi di Fabriano-Matelica i quali devono rappresentare quello che vivono in questo periodo attraverso disegni, suoni, video o parole.

Il 27 giugno 2020, avendo papa Francesco unito in persona episcopi l'arcidiocesi di Camerino-San Severino Marche con la diocesi di Fabriano-Matelica, è stato nominato vescovo, con titolo personale di arcivescovo, di quest'ultima sede, di cui prenderà possesso canonico il prossimo 8 settembre.

Genealogia episcopaleModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica