Francesco Orsini (condottiero)

Francesco Orsini
Duca di Gravina
Stemma
In carica 1488-1503
Nascita 1455
Morte Città della Pieve, 18 gennaio 1503
Dinastia Orsini#linea di Gravina
Padre Raimondo Orsini
Madre Giustiniana Orsini
Consorte Maria Todeschini Piccolomini d'Aragona
Figli Ferdinando, Caterina, Giovanni, Gian Antonio
Religione Cattolicesimo
Francesco Orsini
Nascita1455
MorteCittà della Pieve, 18 gennaio 1503
Cause della mortestrangolamento
Dati militari
Paese servitobandiera Stato Pontificio
Forza armataEsercito dello Stato della Chiesa
BattaglieBologna, Urbino, Senigallia
voci di militari presenti su Wikipedia

Francesco Orsini (1455Città della Pieve, 18 gennaio 1503) è stato un condottiero e nobile italiano, fu il quarto duca di Gravina.

Il palazzo ducale a Gravina in Puglia

BiografiaModifica

Era figlio di Raimondo Orsini (?-1488), terzo duca di Gravina e di Giustiniana Orsini di Monterotondo.

Fu al servizio degli aragonesi quando Carlo VIII di Francia venne in Italia e finì da questi catturato. Fu tra i nobiluomini che assistettero all'incoronazione di Federico I di Napoli a Capua. Fu al servizio della Chiesa militando sotto le insegne di Cesare Borgia quando nel 1502, assieme a Oliverotto da Fermo venne inviato contro i Da Varano.[1]

Assecondò "il Valentino" nel soccorrere i duchi di Urbino, che volevano riprendere il loro Stato, nonostante il diniego di Borgia che, dopo la presa di Senigallia, fece arrestare con l'inganno quattro condottieri dei quali voleva la morte per aver partecipato alla congiura della Magione: Vitellozzo Vitelli e Oliverotto da Fermo vennero ammazzati il 31 dicembre 1502. Francesco Orsini e il cugino Paolo furono tradotti a Città della Pieve, dove furono assassinati per strangolamento il 18 gennaio 1503, per mano del sicario Michelotto Corella.[2]

DiscendenzaModifica

Francesco sposò Maria Todeschini Piccolomini d'Aragona dalla quale ebbe quattro figli:[3]

  • Ferdinando (?-1549), quinto duca di Gravina
  • Caterina, sposò Giangiacomo Caracciolo
  • Giovanni (?-1534), militare
  • Gian Antonio (?-1562), condottiero

NoteModifica

  1. ^ Cloulas
  2. ^ Martignoni
  3. ^ Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Orsini di Roma, Tav. XXVIII, Torino, 1846.

BibliografiaModifica

  • AA.VV., Notizie storiche sulla città di Gravina dalle sue origini all'unità italiana, Pubblicità e Stampa, 1990
  • Ivan Cloulas, I Borgia, Salerno editrice, Roma, 1989
  • Gustavo Brigante Colonna, Gli Orsini, Ceschina editrice, Milano, 1955
  • Pompeo Litta e Pompeo Litta Biumi, Famiglie celebri d'Italia. Orsini di Roma, Tav. XXVIII, Torino, 1846.
  • Elena e Michela Martignoni, Vortice d'inganni. Cesare Borgia e la congiura dei condottieri, Corbaccio, Milano, 2007

Voci correlateModifica

[