Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Francesco Spinelli (disambigua).
San Francesco Spinelli
NascitaMilano, 14 aprile 1853
MorteRivolta d'Adda, 6 febbraio 1913
Venerato daChiesa cattolica
Beatificazione21 giugno 1992 da papa Giovanni Paolo II
Canonizzazione14 ottobre 2018 da papa Francesco
Ricorrenza6 febbraio

Francesco Spinelli (Milano, 14 aprile 1853Rivolta d'Adda, 6 febbraio 1913) è stato un presbitero italiano, fondatore delle congregazioni delle Suore sacramentine di Bergamo e delle Suore adoratrici del Santissimo Sacramento di Rivolta d'Adda. È stato proclamato santo da papa Francesco nel 2018.

Indice

BiografiaModifica

Nato a Milano il 14 aprile 1853 dove i genitori bergamaschi Bartolomeo e Emilia Cagliaroli si trovavano a servizio dei marchesi Stanga. Tornato a Bergamo, concluse prima gli studi liceali e poi la teologia presso il seminario cittadino. Conobbe e collaborò con don Luigi Maria Palazzolo a cominciare dal 1873; consacrato sacerdote il 17 ottobre 1875 si reca a Roma per il Giubileo e un momento significativo è la visita della Basilica di Santa Maria Maggiore. Nel 1882 diede inizio assieme a Caterina Commensoli alle Suore Adoratrici del santissimo Sacramento; il 4 aprile del 1889 a causa di un dissesto economico deve lasciare la diocesi di Bergamo e, accolto dal vescovo di Cremona, monsignor Geremia Bonomelli, si trasferisce a Rivolta d'Adda[1]. Nel 1892 l'istituto si scisse. Il giorno di Natale del 1912 celebrò la Messa per l'ultima volta e morì il 6 febbraio 1913 [2].

CultoModifica

Il suo corpo nel 1924 fu tumulato nella chiesa della Casa Madre dell'Istituto delle Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento, a Rivolta d'Adda. Il vescovo di Cremona monsignor Giovanni Cazzani iniziò il processo informativo di beatificazione nel 1928 mentre la causa si aprì nel 1952. Sabato 30 agosto 1958 il patriarca di Venezia cardinal Angelo Roncalli, pochi mesi prima di essere eletto papa scegliendo il nome pontificio di Giovanni XXIII, fece visita alla sua tomba scrivendo nel proprio diario:

«Passando da Lodi arrivammo a Rivolta d'Adda, dove fui ammirato della Casa Generale delle Suore Adoratrici fondate dal ven. Francesco Spinelli presso la cui tomba fui ben contento di pregare. Come il Signore lavora i suoi Santi![3]»

Domenica 21 giugno 1992 presso il Santuario di Caravaggio è stato proclamato beato da papa Giovanni Paolo II[4]; la Chiesa cattolica lo ricorda il 6 febbraio come recita il Martirologio Romano:

«A Rivolta d’Adda nel territorio di Cremona, beato Francesco Spinelli, sacerdote, che, pur tra sofferenze e continue difficoltà pazientemente sopportate, fondò e guidò la Congregazione delle Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento.»

Il 27 febbraio 2018 si è tenuta la Sessione Ordinaria dei Cardinali e dei Vescovi della Congregazione delle Cause dei Santi, i quali hanno emesso un'unanime sentenza affermativa circa un miracolo per intercessione del beato Francesco Spinelli

Il 6 marzo 2018 Papa Francesco ha autorizzato la promulgazione del decreto riguardante il miracolo, attribuito all'intercessione del beato Francesco Spinelli[5], che pertanto è stato canonizzato il 14 ottobre 2018[6].

NoteModifica

ScrittiModifica

  • ... Così il padre fondatore alle sue figlie, Rivolta d'Adda 1981.
  • Servo di Dio don Francesco Spinelli, fondatore Suore adoratrici SS. Sacramento : dai suoi scritti, Industria grafica editoriale Pizzorni, Cremona 1976 Cremona.
  • Lettere alle suore, Suore Adoratrici del SS. Sacramento, Cremona 1989.
  • Conversazioni Eucaristiche, a cura di E. Bolis e P. Rizzi, Nuova Editrice Cremonese, Cremona 2017.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica