Apri il menu principale

Francesizzazione dei toponimi dei comuni del Nizzardo

La francesizzazione dei toponimi dei comuni del Nizzardo fu il processo, imposto dalle autorità francesi, di sostituzione dei toponimi ufficiali italiani con nomi francesizzati per i 101 comuni dell'ex Contea di Nizza che andarono a formare l'arrondissement di Nizza dopo l'annessione di questa alla Francia nel 1861 (per alcuni territori nel 1947).[1][2][3]

Nome italiano Nome francese Note
Ascroso Ascros In italiano veniva usato anche Scroso.
Aspromonte di Nizza Aspremont
Auvara Auvare
Beausoleil Beausoleil Comune istituito nel 1904.
Belluogo Beaulieu-sur-Mer
Belvedere Belvédère
Bendigiuno Bendejeun
Berra Berre-les-Alpes Fino al 1997 Berre-des-Alpes.
Blausasco Blausasc Uso del nome occitano.
Boglio Beuil
Bolena La Bollène-Vésubie
Bonsone Bonson Uso del nome occitano.
Breglio Breil-sur-Roya Comune annesso nel 1861. Nel 1947 sono state annesse le frazioni di Piena e Libri, staccate dal comune di Olivetta San Michele (IM).
Briga Marittima La Brigue Fino al 1947 in provincia di Cuneo. Dal 1947 al 1976 La Brigue de Nice.
Cantarone Cantaron
Castagnera Castagniers
Castellaro Castellar
Castelnuovo d'Entraunes Châteauneuf-d'Entraunes
Castelnuovo Villavecchia Châteauneuf-Villevieille
Castiglione di Mentone Castillon
Cigala Sigale In italiano venivano usati anche Cigalla, Sigalla e Sigalle.
Clanzo Clans Uso del nome occitano.
Coarazza Coaraze
Colomarte Colomars
Conti Contes
Daluis Daluis
Drappo Drap
Duranusso Duranus In italiano veniva usato anche Duranuzzo.
Eza Èze
Falicone Falicon Uso del nome occitano.
Giletta Gilette
Gorbio Gorbio Uso del nome italiano.
Guglielmi Guillaumes
Ilonza Ilonse
Isola Isola Uso del nome italiano. Nel 1976 venne fondata la località sciistica di Isola 2000.
La Penna La Penne
La Torre La Tour
Lantosca Lantosque
Levenzo Levens
Lieucia Lieuche
Lucerame Lucéram
Malaussena Malaussène
Maria Marie
Massone Massoins
Mentone Menton Fino al 1848 parte del Principato di Monaco, poi parte delle Città libere di Mentone e Roccabruna (1848) e successivamente parte della Contea di Nizza fino al 1860.
Molinetto Moulinet
Nizza Nice In italiano venivano usati anche Nizza Marittima e Nizza di Provenza per non confonderla con Nizza Monferrato (AT).
Peglio Marittimo Peille
Peglione Peillon
Peona Péone
Pietrafuoco Pierrefeu
Poggetto Tenieri Puget-Théniers
Quebris Cuébris
Rimplasso Rimplas
Robione Roubion
Roccabigliera Roquebillière In italiano veniva usato anche Roccabellera.
Roccabruna Roquebrune-Cap-Martin In italiano veniva usato anche Roccabruna sul Capo Martino. Fino al 1848 parte del Principato di Monaco, poi parte delle Città libere di Mentone e Roccabruna (1848) e successivamente della Contea di Nizza fino al 1860.
Roccasterone Roquesteron
Rocchetta di Varo La Roquette-sur-Var
Rora Roure
San Biagio Saint-Blaise
San Dalmazzo Selvaggio Saint-Dalmas-le-Selvage In italiano veniva usato anche San Dalmazzo Selvatico.
San Giovanni sul Capo Ferrato Saint-Jean-Cap-Ferrat
San Legerio Saint-Léger
San Martino del Varo Saint-Martin-du-Var
San Martino d'Entraunes Saint-Martin-d'Entraunes
San Martino Lantosca Saint-Martin-Vésubie
San Salvatore di Tinea Saint-Sauveur-sur-Tinée
Sant'Andrea di Nizza Saint-André-de-la-Roche
Sant'Antonino Saint-Antonin
Santo Stefano di Tinea Saint-Étienne-de-Tinée
Saorgio Saorge
Scarena L'Escarène
Sospello Sospel
Tenda Tende Fino al 1947 in provincia di Cuneo.
Tieri Thiéry
Todone Toudon
Toetto di Scarena Touët-de-l'Escarène
Toetto di Boglio Touët-sur-Var In italiano veniva usato anche Toetto sul Varo.
Tornaforte Tournefort
Torretta Levenzo Tourrette-Levens
Trinità Vittorio La Trinité In italiano fino al 1861 veniva denominata Trinità Vittorio in onore del re di Sardegna Vittorio Emanuele I di Savoia.
Turbia La Turbie
Utello Utelle
Valdiblora Valdeblore
Venanzone Venanson
Villafranca Marittima Villefranche-sur-Mer
Villar del Varo Villars-sur-Var

NoteModifica

  1. ^ Guido Lucarno, 41/toponomastica.htm La toponomastica come affermazione della sovranità nazionale: Alpi Marittime[collegamento interrotto], atti del Convegno internazionale "Luoghi e Tempi della Cartografia", 20-22 aprile 2005, su "Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia", dicembre 2005
  2. ^ Elenco delle località del Nizzardo su irredentismo.it, 2003
  3. ^ Guglielmo Stefani, Dizionario generale geografico-statistico degli Stati Sardi, Torino, Cugini Pomba e Comp. Editore, 1855.

Voci correlateModifica