Francisco Cerúndolo

tennista argentino
(Reindirizzamento da Francisco Cerundolo)

Francisco Cerúndolo (Buenos Aires, 13 agosto 1998) è un tennista argentino.

Francisco Cerúndolo
Cerúndolo a Wimbledon nel 2022
Nazionalità Bandiera dell'Argentina Argentina
Altezza 185[1] cm
Peso 80[1] kg
Tennis
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 67 – 58 (53.6%)
Titoli vinti 2
Miglior ranking 19º (19 giugno 2023)
Ranking attuale ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Bandiera dell'Australia Australian Open 3T (2023)
Bandiera della Francia Roland Garros 4T (2023)
Bandiera del Regno Unito Wimbledon 2T (2023)
Bandiera degli Stati Uniti US Open 2T (2023)
Altri tornei
 Giochi olimpici 1T (2020)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 5 – 24 (17.24%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 203º (31 ottobre 2022)
Ranking attuale ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Bandiera dell'Australia Australian Open 1T (2023)
Bandiera della Francia Roland Garros 1T (2022)
Bandiera del Regno Unito Wimbledon 1T (2022, 2023)
Bandiera degli Stati Uniti US Open
Palmarès
 Laver Cup
Oro Laver Cup 2023
 Giochi sudamericani
Argento Cochabamba 2018 Singolare
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 1° gennaio 2024

In singolare ha vinto due titoli del circuito maggiore e il suo miglior ranking ATP è stato il 19º posto raggiunto nel giugno 2023. Ha fatto il suo esordio nella squadra argentina di Coppa Davis nel 2022.

Biografia modifica

Proviene da una famiglia di sportivi. Il fratello minore Juan Manuel è a sua volta un tennista professionista, che ha vinto un titolo ATP ed è entrato nella top 100 del ranking mondiale nel 2021. Anche il padre Alejandro era stato un tennista professionista e la sorella di Francisco, Constanza, ha fatto parte della squadra argentina di hockey su prato che ha vinto la medaglia d'oro ai Giochi olimpici giovanili del 2018.[1]

Carriera modifica

2016-2018, inizi da professionista e primi titoli ITF modifica

Esordisce nei tornei ITF nel maggio 2016 e nei primi due anni gioca occasionalmente, senza risultati di rilievo. Nel giugno 2018 si aggiudica la medaglia d'argento ai Giochi sudamericani, perdendo la finale contro Marcelo Tomás Barrios Vera. A settembre inizia a giocare con continuità tra i professionisti e subito raggiunge le sue prime tre finali ITF, perde la prima al torneo Argentina F6 e il 21 ottobre alza il primo trofeo sconfiggendo Daniel Dutra da Silva in finale al Brazil F5. Si aggiudica il titolo anche la settimana successiva al Brazil F6. Verso fine anno debutta con una sconfitta in un torneo del circuito Challenger.

2019-2020, primi titoli Challenger e 139º nel ranking modifica

Nei primi sette mesi del 2019 vince altri cinque titoli ITF in singolare e il suo primo titolo in doppio. A febbraio debutta inoltre in un tabellone principale del circuito maggiore con una wild card al torneo ATP 250 di Buenos Aires e viene sconfitto al primo turno. Nella seconda parte della stagione è impegnato soprattutto nei tornei Challenger, raggiunge per cinque volte i quarti di finale, ad agosto entra nella top 300 del ranking e il mese dopo al torneo di Campinas sconfigge per la prima volta un top 100, il nº 85 Hugo Dellien.

Fa il suo esordio stagionale nel 2020 vincendo a gennaio un torneo ITF a Los Angeles. Riprende a giocare nei Challenger ad agosto, dopo la lunga pausa del tennis mondiale per la pandemia di COVID-19, e in ottobre vince il primo titolo Challenger in singolare a Spalato, battendo in finale Pedro Sousa. Nei due mesi successivi vince anche i Challenger di Guayaquil e Campinas, superando nelle rispettive finali Andrej Martin e Roberto Carballés Baena. Chiude la stagione con il nuovo best ranking alla 139ª posizione mondiale.

2021, prima finale ATP modifica

All'inizio del 2021 fa la sua prima esperienza in un torneo del Grande Slam e viene eliminato al secondo turno delle qualificazioni agli Australian Open. Dopo la finale persa al Challenger Concepción contro Sebastián Báez, vince il suo primo incontro in un tabellone principale ATP a Córdoba, superando in tre set Gianluca Mager. Disputa la sua prima finale ATP al successivo torneo di Buenos Aires, partendo dalle qualificazioni; elimina tra gli altri Benoit Paire e Albert Ramos-Viñolas e cede al nº 9 del mondo Diego Schwartzman con il punteggio di 1-6, 2-6. Supera per la prima volta le qualificazioni in una prova del Grande Slam al Roland Garros, e viene eliminato al primo turno da Thiago Monteiro. A fine luglio fa il suo esordio olimpico ai Giochi di Tokyo e viene subito sconfitto da Liam Broady. Il 9 agosto si impone in finale nel Challenger di Cordenons su Tomás Martín Etcheverry, conquistando il quarto titolo Challenger in carriera. Nel finale di stagione raggiunge quattro semifinali Challenger e a settembre porta il best ranking alla 103ª posizione.

2022, primo titolo ATP, semifinale al Miami Masters e top 30 modifica

All'esordio stagionale nel 2022 esce al primo turno all'ATP 250 di Adelaide, e a fine gennaio vince il titolo nel Challenger di Santa Cruz. Eliminato al primo turno a Cordoba, supera le qualificazioni a Buenos Aires, si spinge fino ai quarti di finale e come l'anno precedente viene sconfitto da Schwartzman; a fine torneo approda al 100º posto del ranking. Al torneo di Rio de Janeiro elimina Paire, Carballés Baena e Kecmanović raggiungendo la prima semifinale in un ATP 500, e anche questa volta a batterlo è Schwartzman. Il risultato lo porta alla 76ª posizione mondiale. Raggiunge la prima semifinale in un Masters 1000 al Miami Open 2022[2], dopo il successo all'esordio su Tallon Griekspoor, accede al terzo turno per il ritiro nel secondo set di Reilly Opelka; supera quindi i quotati Gael Monfils e Frances Tiafoe e anche nei quarti approfitta del ritiro dell'avversario a match in corso. In semifinale raccoglie solo 5 giochi contro Casper Ruud[3] e a fine torneo sale al 51º posto mondiale. Nei successivi otto tornei supera il primo turno solo due volte ed esce al turno di esordio al Roland Garros e a Wimbledon.

Si riscatta il 17 luglio aggiudicandosi a Båstad il suo primo titolo ATP; elimina prima Pedro Sousa e al secondo turno il nº 5 del mondo Casper Ruud, primo top 10 sconfitto in carriera. Ha quindi la meglio su Aslan Karacev, in semifinale sul nº 18 ATP Pablo Carreño Busta e trionfa in finale battendo Sebastián Báez per 7-6, 6-2[4], risultato che lo porta al 30º posto mondiale. Al successivo ATP 500 di Amburgo elimina al secondo turno il nº 8 del mondo Andrej Rüblev, raggiunge la semifinale e viene sconfitto da Lorenzo Musetti[5] che si aggiudicherà il titolo; a fine torneo sale alla 24ª posizione del ranking. Perde tutti gli incontri successivi, compreso quello al primo turno degli US Open e i due disputati in settembre al suo esordio assoluto in Coppa Davis. Torna al successo a Gijón e cede nei quarti di finale a Dominic Thiem, mentre negli ultimi tornei stagionali non supera mai il secondo turno.

2023, un titolo ATP, 4º turno al Roland Garros e top 20 modifica

Sconfitto in entrambi gli incontri disputati in United Cup all'esordio stagionale, agli Australian Open vince i suoi primi incontri nel tabellone principale di un torneo dello Slam superando Guido Pella e Corentin Moutet prima di essere eliminato al terzo turno da Felix Auger-Aliassime. Esce nei quarti a Córdoba e a Buenos Aires, mentre al terzo turno di Indian Wells viene di nuovo sconfitto da Auger-Aliassime. Si prende la rivincita sul canadese nº 6 del mondo al Miami Open e perde nei quarti contro Karen Khachanov. A Monte Carlo elimina il nº 14 ATP Cameron Norrie e al secondo turno viene sconfitto in rimonta da Matteo Berrettini. Perde in rimonta anche nei quarti a Barcellona contro Daniel Evans dopo aver battuto in due set il nº 3 del mondo Casper Ruud. Sconfitto a sorpresa all'esordio a Madrid da Pedro Cachin, agli Internazionali d'Italia sconfigge il nº 8 ATP Jannik Sinner ed esce di nuovo nei quarti per mano dello stesso Ruud.

Disputa la sua terza finale ATP in carriera a Lione grazie al successo in semifinale su Cameron Norrie, a cui lascia 3 soli giochi, e cede ad Arthur Fils al secondo set. Con la vittoria sul top 10 Taylor Fritz al Roland Garros, approda per la prima volta al quarto turno in uno Slam e viene sconfitto al tie-break del quinto set dal nº 6 del mondo Holger Rune. A fine torneo entra per la prima volta nella top 20, al 20º posto, e la settimana dopo sale al 19º. Dopo l'eliminazione al secondo turno al Queen's, vince sull'erba di Eastbourne il suo secondo titolo ATP in carriera sconfiggendo in finale il nº 17 del mondo Tommy Paul con il punteggio di 6-4, 1-6, 6-4. Vince il primo match in carriera a Wimbledon superando Nuno Borges ed esce di scena al secondo turno, mentre perde contro Rublëv la semifinale a Båstad, dove era campione uscente. Contribuisce al primo successo del Resto del mondo nella Laver Cup superando Alejandro Davidovich Fokina. A fine anno inizia a collaborare con il nuovo allenatore, Franco Davín.[6]

Statistiche modifica

Aggiornate al 18 ottobre 2023.

Singolare modifica

Vittorie (2) modifica

Legenda
Grande Slam (0)
ATP Finals (0)
ATP Tour Masters 1000 (0)
ATP Tour 500 (0)
ATP Tour 250 (2)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 17 luglio 2022   Swedish Open, Båstad Terra rossa   Sebastián Báez 7–6(4), 6–2
2. 1º luglio 2023   Eastbourne International, Eastbourne Erba   Tommy Paul 6–4, 1–6, 6–4

Finali perse (2) modifica

Legenda
Grande Slam (0)
ATP Finals (0)
ATP Tour Masters 1000 (0)
ATP Tour 500 (0)
ATP Tour 250 (2)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 7 marzo 2021   Argentina Open, Buenos Aires Terra rossa   Diego Schwartzman 1–6, 2–6
2. 27 maggio 2023   Open Parc Auvergne-Rhône-Alpes Lyon, Lione Terra rossa   Arthur Fils 3–6, 5–7

Tornei minori modifica

Singolare modifica

Vittorie (13) modifica
Legenda tornei minori
Challenger (5)
ITF (8)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 21 ottobre 2018   Brazil F5, Mogi das Cruzes Terra rossa   Daniel Dutra da Silva 6-2, 6-4
2. 28 ottobre 2018   Brazil F6, Curitiba Terra rossa   Felipe Meligeni Rodrigues Alves 7-6(3), 6-2
3. 20 gennaio 2019   M15 Manacor, Manacor Terra rossa   Ivan Gakhov 6-3, 6-3
4. 27 gennaio 2019   M15 Palmanova, Palmanova Terra rossa   Sandro Ehrat 2-6, 6-2, 6-3
5. 12 maggio 2019   M15 Buenos Aires, Buenos Aires Terra rossa   Genaro Alberto Olivieri 7-6(2), 7–6(6)
6. 2 giugno 2019   M25 Kiseljak, Kiseljak Terra rossa   Christopher O'Connell 3-6, 6-2, [10-4]
7. 21 luglio 2019   M25 Lima, Lima Terra rossa   Nicolás Álvarez 6-2, 6-1
8. 12 gennaio 2020   M25 Los Angeles, Los Angeles Cemento   Alexander Ritschard 6-3, 6-3
9. 4 ottobre 2020   Split Open, Spalato Terra rossa   Pedro Sousa 4-6, 6-3, 7-6(4)
10. 22 novembre 2020   Challenger Ciudad de Guayaquil, Guayaquil Terra rossa   Andrej Martin 6-4, 3-6, 6-2
11. 6 dicembre 2020   Campeonato Internacional de Campinas, Campinas Terra rossa   Roberto Carballés Baena 6-4, 3-6, 6-3
12. 8 agosto 2021   Internazionali del Friuli Venezia Giulia, Cordenons Terra rossa   Tomás Martín Etcheverry 6-1, 6-2
13. 30 gennaio 2022   Santa Cruz Challenger, Santa Cruz de la Sierra Terra rossa   Camilo Ugo Carabelli 6–4, 6–3
Finali perse (3) modifica
Legenda tornei minori
Challenger (1)
ITF (2)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 23 settembre 2018   Argentina F6, Buenos Aires Terra rossa   Gonzalo Villanueva 0-6, 3-6
2. 7 luglio 2019   M25 Buenos Aires, Buenos Aires Terra rossa   Juan Pablo Ficovich 5-7, 7-6(5), 3-6
3. 21 febbraio 2021   Challenger Concepción, Concepción Terra rossa   Sebastián Báez 3-6, 7-6(5), 6(5)-7

Doppio modifica

Vittorie (1) modifica
Legenda tornei minori
Challenger (0)
ITF (1)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 24 marzo 2019   M15 Pinamar, Pinamar Terra rossa   Rafael Matos   Arklon Huertas del Pino
  Conner Huertas del Pino
7–6(7), 3-6, [10-5]
Sconfitte in finale (2) modifica
Legenda tornei minori
Challenger (1)
ITF (1)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 2 giugno 2019   M25 Kiseljak, Kiseljak Terra rossa   João Pedro Sorgi   Mārtiņš Podžus
  Maxim Ratniuk
6(5)–7, 2-6
2. 22 gennaio 2022   Challenger Concepción, Concepción Terra rossa   Camilo Ugo Carabelli   Diego Hidalgo
  Cristian Rodríguez
2–6, 0–6

Risultati in progressione modifica

Legenda
 V   F  SF QF #T RR Q#  A  Z# PO  O   F-A  SF-B ND

(V) Torneo vinto; raggiunto (F) finale, (SF) semifinale, (QF) quarti di finale, (#T) turni 4, 3, 2, 1; (RR) round - robin; (Q#) Turno di qualificazione; (A) assente dal torneo; (Z#) Zona gruppo Coppa Davis/Fed Cup (con indicazione numero); (PO) play-off Coppa Davis o Fed Cup; vinto un (O) oro, (F-A) argento o (SF-B) bronzo ai Giochi Olimpici; (ND) torneo non disputato.


Statistiche aggiornate a fine ATP Tour 2023.

Torneo 2021 2022 2023 Titoli V-S V%
Grande Slam
  Australian Open Q2 Q1 3T 0 / 1 2–1 67%
  Roland Garros 1T 1T 4T 0 / 3 3–3 50%
  Wimbledon Q3 1T 2T 0 / 2 1–2 33%
  US Open Q3 1T 2T 0 / 2 1–2 33%
Vittorie-Sconfitte 0–1 0–3 7–4 0 / 9 8–9 47%
Nazionale
  Giochi Olimpici 1T Non disputati 0 / 0 0–0 -
  Coppa Davis A RR GMI 0 / 2 2–2 33%
United Cup[7] Non disputata RR 0 / 1 0–2 0%
Vittorie-Sconfitte 0–1 0–2 2–2 0 / 3 2–5 29%
ATP Tour Masters 1000
  Indian Wells Masters A Q1 3T 0 / 1 1–1 50%
  Miami A SF QF 0 / 2 8–2 80%
  Monte Carlo A A 2T 0 / 1 1–1 50%
  Madrid A Q1 2T 0 / 1 0–1 0%
  Roma A 1T QF 0 / 2 3–2 60%
  Montréal/Toronto A 1T 2T 0 / 2 1–2 33%
  Cincinnati A 1T 1T 0 / 2 0–2 0%
  Shanghai Non disputato 4T 0 / 1 3–1 75%
  Parigi A 1T 3T 0 / 2 2–2 50%
Vittorie-Sconfitte - 5–5 14–9 0 / 14 19–14 58%
ATP Tour 500
  Rio de Janeiro ND SF 2T 0 / 2 4–2 67%
  Barcellona A A QF 0 / 1 2–1 67%
  Londra A 2T 2T 0 / 2 2–2 50%
  Amburgo A SF 1T 0 / 2 3–2 60%
  Astana 250 1T A 0 / 1 0–1 0%
  Tokyo Non disputato 1T 0 / 1 0–1 0%
  Vienna A 2T 1T 0 / 2 1–2 33%
Vittorie-Sconfitte - 8–5 4–6 0 / 11 12–11 52%

Vittorie contro giocatori top 10 modifica

Anno 2022 2023 Totale
Vittorie 2 4 6
# Giocatore Rank Evento Superficie Turno Punteggio
2022
1.   Casper Ruud 5   Sweden Open, Båstad Terra rossa 2T 6–4, 3–6, 7–5
2.   Andrej Rublëv 8   Hamburg European Open, Amburgo Terra rossa 2T 6–4, 6–2
2023
3.   Félix Auger-Aliassime 6   Miami Open, Miami Cemento 3T 6–2, 7–5
4.   Casper Ruud 3   Barcelona Open, Barcellona Terra rossa 3T 7–6(5), 6–3
5.   Jannik Sinner 8   Internazionali d'Italia, Roma Terra rossa 4T 6(3)–7, 6–2, 6–2
6.   Taylor Fritz 8   Open di Francia, Parigi Terra rossa 3T 3–6, 6–3, 6–4, 7–5

Note modifica

  1. ^ a b c (EN) Francisco Cerúndolo - Player bio, su atptour.com. URL consultato il 22 luglio 2022.
  2. ^ Cipriano Colonna, Baciato dalla fortuna: il percorso di Francisco Cerundolo a Miami, su ubitennis.com, 31 marzo 2022. URL consultato il 18 gennaio 2023.
  3. ^ Michelangelo Sottili, ATP Miami, Cerundolo: “In fiducia perché ho battuto grandi giocatori”, su ubitennis.com, 1º aprile 2022. URL consultato il 18 gennaio 2023.
  4. ^ Cipriano Colonna, ATP Bastad: prima gioia per Cerundolo, sbarcherà in Top 30 scavalcando proprio lo sconfitto Baez, su ubitennis.com, 17 luglio 2022. URL consultato il 18 gennaio 2023.
  5. ^ Alessandro Aita, ATP Amburgo 2022, Lorenzo Musetti conquista la prima finale in carriera battendo Francisco Cerundolo!, su oasport.it, 23 luglio 2022. URL consultato il 18 gennaio 2023.
  6. ^ (ES) Raquel Bermúdez Rodríguez, Francisco Cerúndolo apporta un'aggiunta importante alla sua squadra, su puntodebreak.com, 20 dicmebre 2023.
  7. ^ La United Cup ha sostituito l'ATP Cup in Australia a partire dal 2023.

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica