Francisco Rabal

attore spagnolo

Francisco Rabal Valera, conosciuto anche come Paco Rabal (Águilas, 8 marzo 1926Bordeaux, 29 agosto 2001), è stato un attore spagnolo.

Ritratto di Francisco Rabal

BiografiaModifica

Iniziò la sua carriera come elettricista di scena. Dopo aver recitato in una modesta compagnia filodrammatica, Rafael Gil lo scoprì e gli fece interpretare una piccola parte nel film L'ultimo amante (1945). Il successo arrivò nel 1959 con la pellicola Nazarín di Luis Buñuel, che gli affidò il ruolo di protagonista, un sacerdote anticonvenzionale. La recitazione misurata, frutto dell'esperienza prettamente teatrale, lo fece diventare negli anni successivi uno dei più importanti attori del cinema spagnolo. Tra i film da lui interpretati sono da ricordare Viridiana (1961) di Buñuel e L'eclisse (1962) di Michelangelo Antonioni, dove ebbe il ruolo dell'intellettuale fidanzato della protagonista. Eccellente interpretazione fu anche quella del confessore dello scandaloso film diderotiano Suzanne Simonin, la religiosa (1966) di Jacques Rivette.

Realizzò in seguito una serie di film impegnati che nel 1984 lo portarono a vincere il premio per il miglior attore al Festival di Cannes[1] con il film I santi innocenti di Mario Camus, in cui interpretò il ruolo del vecchio Azarías. Dalla metà degli anni ottanta si dedicò a opere minori come Torquemada (1984) di Barbas e Le avventure e gli amori di Lazaro De Tormes (2001) di Fernando Fernán Gómez, suo ultimo film. Durante la sua carriera, interrotta solo dalla morte, Rabal arrivò a girare in tutto circa duecento pellicole cinematografiche.

Filmografia parzialeModifica

 
Francisco Rabal nel ruolo di Cristobal Columbus durante le riprese dell'omonima miniserie del 1968.

Doppiatori italianiModifica

Premi e riconoscimentiModifica

Festival di CannesModifica

Premio GoyaModifica

Montreal World Film FestivalModifica

Festival internazionale del cinema di San SebastiánModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Awards 1984, festival-cannes.fr. URL consultato il 22 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 3 febbraio 2014).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN79156441 · ISNI (EN0000 0001 2141 1288 · LCCN (ENn95110508 · GND (DE12287126X · BNF (FRcb13568944q (data) · BNE (ESXX876869 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n95110508