Apri il menu principale

Franco Maresco

regista, sceneggiatore e direttore della fotografia italiano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la pagina di Ciprì e Maresco, vedi Ciprì e Maresco.
Franco Maresco

Franco Maresco (Palermo, 5 maggio 1958) è un regista, sceneggiatore e direttore della fotografia italiano.

Indice

BiografiaModifica

Noto per il lavoro registico svolto in coppia con Daniele Ciprì, nel duo Ciprì e Maresco, inizia a lavorare col collega nel 1986 per una rete privata di Palermo. Tra la fine degli anni '80 e l'inizio degli anni '90 il duo si fa conoscere e apprezzare in televisione grazie ai lavori per Blob, Fuori orario. Cose (mai) viste, Avanzi e soprattutto Cinico TV. Nel 1995 realizza il suo primo film con Ciprì, Lo zio di Brooklyn, a cui segue Totò che visse due volte, vero caso cinematografico.[1]

 
Ciprì (a sinistra) e Maresco (a destra)

FilmografiaModifica

RegiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Ciprì e Maresco e Cinico TV.
Film diretti con Daniele Ciprì (come Ciprì e Maresco)
Film diretti da Franco Maresco

SceneggiaturaModifica

MontaggioModifica

Direzione della fotografiaModifica

Colonna sonoraModifica

RiconoscimentiModifica

Mostra d'arte cinematografica di Venezia
  • 1999 - Premio FEDIC Menzione speciale per Enzo, domani a Palermo! (con Ciprì)
  • 2004 - Premio Pasinetti Menzione speciale per Come inguaiammo il cinema italiano - La vera storia di Franco e Ciccio (con Ciprì)
  • 2014 - Premio della giuria Sezione Orizzonti per Belluscone. Una storia siciliana
Nastro d'argento
  • 1996 - Nomination Miglior regista esordiente per Lo zio di Brooklyn (con Ciprì)
  • 1999 - Nomination Miglior montaggio per Totò che visse due volte (con Ciprì)
  • 2004 - Nomination Migliore soggetto per Il ritorno di Cagliostro (con Ciprì e Lillo Iacolino)
  • 2004 - Nomination Regista del miglior film per Il ritorno di Cagliostro (con Ciprì)
  • 2005 - Nomination Miglior montaggio per Come inguaiammo il cinema italiano - La vera storia di Franco e Ciccio (con Ciprì e Claudia Uzzo)

David di Donatello

  • 2015 - Premio miglior documentario di lungometraggio per Belluscone - Una storia siciliana.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN72456065 · ISNI (EN0000 0003 7387 1299 · SBN IT\ICCU\CFIV\061488 · LCCN (ENno2016120394 · GND (DE128874260 · BNF (FRcb14417343d (data)
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema