Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo calciatore, vedi Franco Nicolini (calciatore).

Franco Nicolini (Roma, 26 gennaio 1935Roma, 25 luglio 1978) è stato un criminale italiano attivo nella zona di Roma.

Conosciuto nell'ambiente come Franchino er criminale, a causa della sua bassa statura e del suo passato non proprio limpido, gestiva le scommesse clandestine nell'ippodromo romano di Tor di Valle. Le sue attività illegali suscitarono l'interesse della neonata banda della Magliana che oltre a gestire il traffico degli stupefacenti nella capitale, desiderava entrare anche in altri affari. Giuseppucci e compari furono caldamente spalleggiati ad eliminare Nicolini da Nicolino Selis, che aveva un conto aperto col malavitoso.

Si dice che fu proprio Franchino, durante una rivolta carceraria a schiaffeggiare Selis davanti agli altri detenuti al fine di ristabilire l'ordine, e per di più girava la voce che grazie ad una soffiata di Nicolini, gli inquirenti avevano potuto incastrare il criminale di origine sarda. A complicare ulteriormente le cose ci si mise lui stesso, infatti durante una corsa schiaffeggiò, come era suo solito punire chi gli si metteva contro, un affiliato alla camorra che aveva puntato sul suo stesso cavallo. La sera del 25 luglio del 1978, proprio all'uscita dall'Ippodromo di Tor di Valle, Franco Nicolini venne freddato a colpi di pistola dai componenti della Banda della Magliana. La sua morte fu il primo delitto eccellente dei maglianesi e permise loro di controllare il mondo delle scommesse negli ippodromi romani.

MediaModifica

Nel libro Romanzo criminale, Nicolini viene rappresentato come Il Terribile, nell'omonimo film viene interpretato da Massimo Popolizio. Nella serie televisiva invece è Marco Giallini a vestire i panni del malavitoso romano.

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie