Apri il menu principale

Franz Beckenbauer

calciatore, allenatore, e dirigente sportivo tedesco
Franz Beckenbauer
Bundesarchiv Bild 183-1990-1127-023, Leipzig, Bambi-Verleihung, Franz Beckenbauer.jpg
Beckenbauer nel 1990
Nazionalità bandiera Germania Ovest
Germania Germania (dal 1990)
Altezza 181 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1983 - giocatore
1996 - allenatore
Carriera
Giovanili
1959-1963 Bayern Monaco
Squadre di club1
1963-1977Bayern Monaco433 (60)
1977-1980N.Y. Cosmos80 (17)
1980-1982Amburgo28 (0)
1983N.Y. Cosmos25 (2)
Nazionale
1965-1977 Germania Ovest Germania Ovest 103 (14)
Carriera da allenatore
1984-1990Germania Ovest Germania Ovest
1990O. Marsiglia
1994Bayern Monaco
1996Bayern Monaco
Palmarès
Julesrimet.gif Mondiali di calcio
Argento Inghilterra 1966
Bronzo Messico 1970
Oro Germania Ovest 1974
Argento Messico 1986
Oro Italia 1990
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Oro Belgio 1972
Argento Jugoslavia 1976
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 novembre 2007

Franz Anton Beckenbauer (Monaco di Baviera, 11 settembre 1945) è un dirigente sportivo, ex allenatore di calcio ed ex calciatore tedesco, di ruolo difensore.

Considerato uno dei più grandi giocatori della storia del calcio,[1][2][3][4] è cresciuto nel Bayern Monaco, al quale ha legato gran parte della sua carriera (dal 1964 al 1977) vincendo quattro Coppe nazionali, quattro campionati, una Coppa delle Coppe, tre Coppe dei Campioni e una Coppa Intercontinentale. Nel 1977 si trasferisce ai N.Y. Cosmos, con i quali in quattro stagioni conquista tre campionati nordamericani. Dal 1980 al 1982 milita nell'Amburgo, dove vince un altro campionato prima di chiudere la carriera ancora con i N.Y. Cosmos.

Con la Germania Ovest ha partecipato a tre Mondiali (1966, 1970, 1974) e due Europei (1972, 1976), vincendo da protagonista l'Europeo 1972 e il Mondiale 1974.

A livello individuale ha conquistato due edizioni del Pallone d'oro, nel 1972 e nel 1976, divenendo il primo difensore ad essere insignito per due volte dell'ambito premio.

Da allenatore ha guidato la Germania Ovest, l'O. Marsiglia e il Bayern Monaco, vincendo il Mondiale 1990, il campionato tedesco 1993-1994 e la Coppa UEFA 1995-1996. Assieme a Mário Zagallo e Didier Deschamps, vanta il primato di aver vinto il Mondiale come giocatore e come allenatore. Dal 2009 è presidente onorario del Bayern Monaco. È stato presidente del Comitato Organizzato del Mondiale 2006.

Indice

BiografiaModifica

È stato sposato tre volte[5] e ha avuto cinque figli, tra cui Stephan, calciatore professionista deceduto nel 2015.[6]

Caratteristiche tecnicheModifica

 
Beckenbauer (al centro) durante una partita amichevole disputata in Argentina con i N.Y. Cosmos nel 1980.

Dotato di grande personalità e carisma, qualità che ne fecero un personaggio popolarissimo e gli valsero il soprannome di Kaiser, ha giocato inizialmente nel ruolo di mediano, per poi affermarsi come libero.[1][4][7] Sorretto da innata classe, è stato uno dei primi difensori a cimentarsi – con eccellenti risultati – nello sviluppo della manovra, senza limitarsi al contenimento degli attaccanti avversari.[1][4][7]

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

 
Beckenbauer (a sinistra) dopo il successo del Bayern Monaco nella Coppa delle Coppe 1966-1967.

Formatosi nel settore giovanile del Bayern Monaco, la squadra della sua città, ne ha vestito la maglia dal 1964 al 1977 vincendo quattro Coppe nazionali (1965-1966, 1966-1967, 1968-1969, 1970-1971), quattro campionati (1968-1969, 1971-1972, 1972-1973, 1973-1974) una Coppa delle Coppe (1966-1967), tre Coppe dei Campioni (1973-1974, 1974-1975, 1975-1976) e una Coppa Intercontinentale (1976). Questi successi gli valsero la vittoria di due Palloni d'oro nel 1972 e nel 1976.

Nel 1977, ormai trentaduenne e considerato a fine carriera, passò ai N.Y. Cosmos, dove rimase per tre stagioni, vincendo tre campionati nordamericani (1977-1978, 1978-1979, 1979-1980). Rientrato in patria nel 1980, giocò ancora due anni con l'Amburgo, con il quale conquistò un campionato (1981-1982), per poi concludere la carriera nuovamente con i Cosmos nel 1983.

NazionaleModifica

 
Beckenbauer (al centro) festeggia la vittoria del Mondiale 1974 con Gerd Müller (a sinistra) ed Helmut Schön (a destra).

Secondo classificato al Mondiale 1966, giunse terzo nel 1970: in quest'ultima competizione, nella celeberrima semifinale persa per 4-3 contro l'Italia, restò stoicamente in campo nonostante un infortunio che gli causò la lussazione di una spalla, giocando con un braccio fasciato per tutta la partita.

Nel 1972 e nel 1974 divenne rispettivamente campione d'Europa e del mondo. Nel 1976 sfiorò la riconquista dell'Europeo, perdendo ai rigori la finale con la Cecoslovacchia.

Con la maglia della Germania Ovest collezionò 103 presenze, corredate da 14 gol.

AllenatoreModifica

Appesi gli scarpini al chiodo, divenne allenatore e dal 12 settembre 1984 all'8 luglio 1990 fu commissario tecnico della Nazionale tedesca, arrivando secondo al campionato del mondo 1986 e vincendo quello del 1990, svoltosi in Italia. Assieme al brasiliano Mário Zagallo e a Didier Deschamps è l'unico che può vantarsi del fatto di aver vinto il Mondiale sia da giocatore che da allenatore. Terminato trionfalmente il campionato mondiale 1990, si dimise da allenatore della Germania. Dal 1º settembre 1990 allena l'Olympique Marsiglia, venne esonerato il 31 dicembre 1990 dal presidente Bernard Tapie.

Fece quindi ritorno al Bayern Monaco, divenendone allenatore il 28 dicembre 1993. Il 30 giugno 1994 lascia la carica di allenatore per riprenderla il 28 aprile 1996, vincendo il campionato 1995-1996 e la Coppa UEFA 1995-1996.

DirigenteModifica

 
Beckenbauer nel 2014.

Dopo esserne stato vicepresidente nel 1991 e presidente nel 1994, nel 2002 diventa il nuovo direttore amministrativo del Bayern Monaco. Dal 1º gennaio 2007 al 30 marzo 2011 è vicepresidente della FIFA. Il 27 novembre 2009 lascia la poltrona presidenziale e la direzione amministrativa del Bayern Monaco, il giorno seguente diventa presidente onorario.

Il 14 ottobre 2015, in pieno scandalo Fifa di cui era membro, viene messo sotto indagine, insieme al vicepresidente della Uefa Angel Maria Villar Llona, per essersi rifiutato di collaborare con il Comitato etico all'indagine riguardante l'assegnazione dei Mondiali 2018 alla Russia e del 2022 al Qatar. Già nel giugno 2014 si era rifiutato di collaborare ed era stato sospeso per 90 giorni, sanzione poi revocata poche settimane dopo. Secondo il magazine Der Spiegel Beckenbauer, presidente del Comitato dei Mondiali di Germania 2006, avrebbe comprato 4 voti decisivi della Fifa per assicurarsi l'organizzazione della competizione.[8]

StatisticheModifica

Cronologia presenze e reti nei clubModifica

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1963-1964   Bayern Monaco RL 6 2 - - - - - - - - - 6 2
1964-1965 RL 31+6[9] 16+1[9] - - - - - - - - - 37 17
1965-1966 BL 33 4 CG 6 1 - - - - - - 39 5
1966-1967 BL 33 0 CG 5 0 CdC 9 0 - - - 47 0
1967-1968 BL 28 4 CG 4 0 CdC 7 1 - - - 39 5
1968-1969 BL 33 2 CG 6 0 - - - - - - 39 2
1969-1970 BL 34 6 CG 1 0 CC 2 0 - - - 37 6
1970-1971 BL 33 3 CG 7 1 CdF 8 1 - - - 48 5
1971-1972 BL 34 6 CG 6 1 CdC 7 1 - - - 47 8
1972-1973 BL 34 6 CG 6 0 CC 6 1 - - - 46 7
1973-1974 BL 34 5 CG 4 0 CC 10 1 - - - 48 5
1974-1975 BL 33 1 CG 3 0 CC 7 1 - - - 43 2
1975-1976 BL 34 5 CG 7 2 CC 9 0 SU 2 0 52 7
1976-1977 BL 33 3 CG 4 0 CC 6 1 CInt+SU 2+2 0+0 47 4
Totale Bayern Monaco 433+6[9] 63+1[9] 59 5 71 7 6 0 575 75
1977   New York Cosmos NASL 15+6[9] 4+1[9] - - - - - - - - - 21 5
1978 NASL 27+6[9] 8+2[9] - - - - - - - - - 33 10
1979 NASL 12+6[9] 1+0[9] - - - - - - - - - 18 1
1980 NASL 26+7[9] 4+1[9] - - - - - - - - - 33 5
1980-1981   Amburgo BL 18 0 CG 1 0 CU 0 0 - - - 19 0
1981-1982 BL 10 0 CG 3 0 CU 5 0 - - - 18 0
Totale Amburgo 28 0 4 0 5 0 - - 37 0
1983   New York Cosmos NASL 25+2[9] 2+0[9] - - - - - - - - - 27 2
Totale New York Cosmos 105+27[9] 19+4[9] - - - - - - 132 23
Totale carriera 566+33[9] 82+5[9] 63 5 76 7 6 0 744 109

Cronologia presenze e reti in NazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Germania Ovest
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
26-9-1965 Solna Svezia   2 – 1   Germania Ovest Qual. Mondiali 1966 -
9-10-1965 Stoccarda Germania Ovest   4 – 1   Austria Amichevole -
14-11-1965 Nicosia Cipro   0 – 6   Germania Ovest Qual. Mondiali 1966 -
23-2-1966 Londra Inghilterra   1 – 0   Germania Ovest Amichevole -
23-3-1966 Rotterdam Paesi Bassi   2 – 4   Germania Ovest Amichevole 2
4-5-1966 Dublino Irlanda   0 – 4   Germania Ovest Amichevole 1
7-5-1966 Belfast Irlanda del Nord   0 – 2   Germania Ovest Amichevole -
23-6-1966 Hannover Germania Ovest   2 – 0   Jugoslavia Amichevole -
12-7-1966 Sheffield Germania Ovest   5 – 0   Svizzera Mondiali 1966 - 1º turno 2
16-7-1966 Birmingham Argentina   0 – 0   Germania Ovest Mondiali 1966 - 1º turno -
20-7-1966 Birmingham Germania Ovest   2 – 1   Spagna Mondiali 1966 - 1º turno -
23-7-1966 Sheffield Germania Ovest   4 – 0   Uruguay Mondiali 1966 - Quarti 1
25-7-1966 Liverpool Germania Ovest   2 – 1   URSS Mondiali 1966 - Semifinale 1
30-7-1966 Londra Inghilterra   4 – 2 dts   Germania Ovest Mondiali 1966 - Finale -
19-11-1966 Colonia Germania Ovest   3 – 0   Norvegia Amichevole -
22-2-1967 Karlsruhe Germania Ovest   5 – 1   Marocco Amichevole -
9-4-1967 Dortmund Germania Ovest   5 – 1   Albania Qual. Euro 1968 -
3-5-1967 Belgrado Jugoslavia   1 – 0   Germania Ovest Qual. Euro 1968 -
27-9-1967 Berlino Germania Ovest   5 – 1   Francia Amichevole -   67’
22-11-1967 Bucarest Romania   1 – 0   Germania Ovest Amichevole -
6-3-1968 Bruxelles Belgio   1 – 3   Germania Ovest Amichevole -
17-4-1968 Basilea Svizzera   0 – 0   Germania Ovest Amichevole -
1-6-1968 Hannover Germania Ovest   1 – 0   Inghilterra Amichevole 1
16-6-1968 Stoccarda Germania Ovest   2 – 1   Brasile Amichevole -
25-9-1968 Marsiglia Francia   1 – 1   Germania Ovest Amichevole -
13-10-1968 Vienna Austria   0 – 2   Germania Ovest Qual. Mondiali 1970 -
14-12-1968 Rio de Janeiro Brasile   2 – 2   Germania Ovest Amichevole -
18-12-1968 Santiago del Cile Cile   2 – 1   Germania Ovest Amichevole -   26’
22-12-1968 Città del Messico Messico   0 – 0   Germania Ovest Amichevole -
16-4-1969 Glasgow Scozia   1 – 1   Germania Ovest Qual. Mondiali 1970 -
10-5-1969 Norimberga Germania Ovest   1 – 0   Austria Qual. Mondiali 1970 -
21-5-1969 Essen Germania Ovest   12 – 0   Cipro Qual. Mondiali 1970 -
21-9-1969 Vienna Austria   1 – 1   Germania Amichevole -
24-9-1969 Sofia Bulgaria   0 – 1   Germania Ovest Amichevole -
22-10-1969 Gotha Germania Ovest   3 – 2   Scozia Qual. Mondiali 1970 -
8-4-1970 Stoccarda Germania Ovest   1 – 1   Romania Amichevole -
9-5-1970 Berlino Germania Ovest   2 – 1   Irlanda Amichevole -
13-5-1970 Hannover Germania Ovest   1 – 0   Jugoslavia Amichevole -
03-06-1970 León Germania Ovest   2 – 1   Marocco Mondiali 1970 - 1º turno -
07-06-1970 León Germania Ovest   5 – 2   Bulgaria Mondiali 1970 - 1º turno -   72’
10-06-1970 León Germania Ovest   3 – 1   Perù Mondiali 1970 - 1º turno -
14-06-1970 León Germania Ovest   3 – 2   Inghilterra Mondiali 1970 - Quarti 1
17-06-1970 Città del Messico Italia   4 – 3   Germania Ovest Mondiali 1970 - Semifinale - Resoconto
9-9-1970 Norimberga Germania Ovest   3 – 1   Ungheria Amichevole -
17-10-1970 Colonia Germania Ovest   1 – 1   Turchia Qual. Euro 1972 -
18-11-1970 Zagabria Jugoslavia   2 – 0   Germania Ovest Amichevole -
22-11-1970 Atene Grecia   1 – 3   Germania Ovest Amichevole 1
17-2-1971 Tirana Albania   0 – 1   Germania Ovest Qual. Euro 1972 -
24-5-1971 Istanbul Turchia   0 – 3   Germania Ovest Qual. Euro 1972 - Cap.
12-6-1971 Karlsruhe Germania Ovest   2 – 0   Albania Qual. Euro 1972 -
22-6-1971 Oslo Norvegia   1 – 7   Germania Ovest Amichevole 1   61’
27-6-1971 Göteborg Svezia   1 – 0   Germania Ovest Amichevole -
30-6-1971 Copenaghen Danimarca   1 – 3   Germania Ovest Amichevole 1
8-9-1971 Hannover Germania Ovest   5 – 0   Messico Amichevole - Cap.
10-10-1971 Varsavia Polonia   1 – 3   Germania Ovest Qual. Euro 1972 - Cap.
17-1-1971 Amburgo Germania Ovest   0 – 0   Polonia Qual. Euro 1972 -
29-3-1972 Budapest Ungheria   0 – 2   Germania Ovest Amichevole - Cap.
29-4-1972 Londra Inghilterra   1 – 3   Germania Ovest Euro 1972 - Quarti andata - Cap.
13-5-1972 Amburgo Germania Ovest   0 – 0   Inghilterra Euro 1972 - Quarti ritorno - Cap.
26-5-1972 Monaco di Baviera Germania Ovest   3 – 0   URSS Amichevole - Cap.
14-6-1972 Anversa Belgio   1 – 2   Germania Ovest Euro 1972 - Semifinale - Cap.
18-6-1972 Bruxelles URSS   0 – 3   Germania Ovest Euro 1972 - Finale - 1º titolo europeo, Cap.
15-11-1972 Düsseldorf Germania Ovest   5 – 1   Svizzera Amichevole - Cap.
14-2-1973 Monaco di Baviera Germania Ovest   2 – 3   Argentina Amichevole - Cap.
28-3-1973 Düsseldorf Germania Ovest   3 – 0   Cecoslovacchia Amichevole - Cap.
9-5-1973 Monaco di Baviera Germania Ovest   0 – 1   Jugoslavia Amichevole - Cap.
12-5-1973 Gotha Germania Ovest   3 – 0   Bulgaria Amichevole 1 Cap.
16-6-1973 Berlino Germania Ovest   0 – 1   Brasile Amichevole - Cap.
5-9-1973 Mosca URSS   0 – 1   Germania Ovest Amichevole - Cap.
10-10-1973 Hannover Germania Ovest   4 – 0   Austria Amichevole - Cap.,   46’
13-10-1973 Gelsenkirchen Germania Ovest   2 – 1   Francia Amichevole - Cap.
14-11-1973 Glasgow Scozia   1 – 1   Germania Ovest Amichevole - Cap.
24-11-1973 Stoccarda Germania Ovest   2 – 1   Spagna Amichevole - Cap.
23-2-1974 Barcellona Spagna   1 – 0   Germania Ovest Amichevole - Cap.
26-2-1974 Roma Italia   0 – 0   Germania Ovest Amichevole - Cap.
27-3-1974 Francoforte sul Meno Germania Ovest   2 – 1   Scozia Amichevole - Cap.
17-4-1974 Dortmund Germania Ovest   5 – 0   Ungheria Amichevole - Cap.
1-5-1974 Amburgo Germania Ovest   2 – 0   Svezia Amichevole - Cap.
14-6-1974 Berlino Germania Ovest   1 – 0   Cile Mondiali 1974 - 1º turno - Cap.
18-6-1974 Amburgo Australia   0 – 4   Germania Ovest Mondiali 1974 - 1º turno - Cap.
22-6-1974 Amburgo Germania Est   1 – 0   Germania Ovest Mondiali 1974 - 1º turno - Cap.
26-6-1974 Düsseldorf Jugoslavia   0 – 2   Germania Ovest Mondiali 1974 - 2º turno - Cap.
30-6-1974 Düsseldorf Germania Ovest   4 – 2   Svezia Mondiali 1974 - 2º turno - Cap.
3-7-1974 Francoforte sul Meno Polonia   0 – 1   Germania Ovest Mondiali 1974 - 2º turno - Cap.
7-7-1974 Monaco di Baviera Germania Ovest   2 – 1   Paesi Bassi Mondiali 1974 - Finale - 2º titolo mondiale, Cap.
4-9-1974 Basilea Svizzera   1 – 2   Germania Ovest Amichevole - Cap.
20-11-1974 Atene Grecia   2 – 2   Germania Ovest Qual. Euro 1976 - Cap.
22-12-1974 Gezira Malta   0 – 1   Germania Ovest Qual. Euro 1976 - Cap.
12-3-1975 Londra Inghilterra   2 – 0   Germania Ovest Amichevole - Cap.
27-4-1975 Sofia Bulgaria   1 – 1   Germania Ovest Qual. Euro 1976 - Cap.
17-5-1975 Francoforte sul Meno Germania Ovest   1 – 1   Paesi Bassi Amichevole - Cap.
3-9-1975 Vienna Austria   0 – 2   Germania Ovest Amichevole - Cap.,   46’
11-10-1975 Düsseldorf Germania Ovest   1 – 1   Grecia Qual. Euro 1976 - Cap.
19-11-1975 Stoccarda Germania Ovest   1 – 0   Bulgaria Qual. Euro 1976 - Cap.
20-12-1975 Istanbul Turchia   0 – 5   Germania Ovest Amichevole - Cap.
28-2-1976 Dortmund Germania Ovest   8 – 0   Malta Qual. Euro 1976 - Cap.
24-4-1976 Madrid Spagna   1 – 1   Germania Ovest Euro 1976 - Quarti andata - Cap.
22-5-1976 Monaco di Baviera Germania Ovest   2 – 0   Spagna Euro 1976 - Quarti andata - Cap.
17-6-1976 Belgrado Jugoslavia   2 – 4 dts   Germania Ovest Euro 1976 - Semifinale - Cap.
20-6-1976 Belgrado Cecoslovacchia   2 – 2 dts
(5-3 dcr)
  Germania Ovest Euro 1976 - Finale - Cap.
6-10-1976 Cardiff Galles   0 – 2   Germania Ovest Amichevole 1 Cap.
17-11-1976 Hannover Germania Ovest   2 – 0   Cecoslovacchia Amichevole - Cap.
23-2-1977 Parigi Francia   1 – 0   Germania Ovest Amichevole - Cap.
Totale Presenze 103 Reti 14

AllenatoreModifica

ClubModifica

Statistiche aggiornate al 30 giugno 1996.

In grassetto le competizioni vinte.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale Vittorie %
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
sett.-dic.1990   Olympique Marsiglia D1 14 9 1 4 CF 1 1 0 0 CC 4 2 1 1 19 12 2 5 63,16
gen.-giu. 1994   Bayern Monaco BL 14 9 2 3 CG CU 14 9 2 3 64,29
apr.-giu. 1996 BL 4 1 1 2 CG CU 2 2 0 0 6 3 1 2 50,00
Totale Bayern Monaco 18 10 3 5 2 2 0 0 20 12 3 5 60,00
Totale carriera 32 19 4 9 1 1 0 0 2 2 0 0 35 22 4 9 62,86

NazionaleModifica

Squadra Naz da a Record
G V N P GF GS DR Vittorie %
Germania Ovest   12 settembre 1984 8 settembre 1990 66 34 20 12 102 62 +40 51,52

Nazionale nel dettaglioModifica

Stagione Squadra Campionato Piazzamento Andamento Reti
Giocate Vittorie Pareggi Sconfitte % vittorie GF GS DR
1984   Germania Qual. Mondiale 1º nel gruppo 2, Qualificato 2 2 0 0 100,00& 5 2 +3
1985 6 3 2 1 50,00 17 7 +10
Giugno 1986 Mondiale 7 3 2 2 42,86 8 7 +1
Giugno 1988 Europeo Semifinali 4 2 1 1 50,00 6 3 +3
1988 Qual. Mondiale 2° nel gruppo 4, Qualificato 2 1 1 0 50,00 4 0 +4
1989 4 2 2 0 50,00 9 3 +6
Giu.- lug. 1990 Mondiale Vincitore (1°) 5 4 0 1 80,00 10 6 +4
1984-1990 Amichevoli 34 16 10 8 47,06 43 34 +9
Totale Germania Ovest 66 34 20 12 51,52 102 62 +60

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica
Bayern Monaco: 1968-1969, 1971-1972, 1972-1973, 1973-1974
Amburgo: 1981-1982
Bayern Monaco: 1965-1966, 1966-1967, 1968-1969, 1970-1971
N.Y. Cosmos: 1977-1978, 1978-1979, 1979-1980
Competizioni internazionaliModifica
Bayern Monaco: 1973-1974, 1974-1975, 1975-1976
Bayern Monaco: 1966-1967
Bayern Monaco: 1976

NazionaleModifica

Germania Ovest: Belgio 1972
Germania Ovest: Germania Ovest 1974

IndividualeModifica

1966, 1968, 1974, 1976
1972, 1976
1977
1977, 1978, 1979, 1980, 1983

AllenatoreModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica
Bayern Monaco: 1993-1994
Competizioni internazionaliModifica
Bayern Monaco: 1995-1996

NazionaleModifica

Germania Ovest: Italia 1990

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Der Kaiser, the brains behind Germany, su fifa.com. URL consultato il 16 agosto 2016.
  2. ^ Steffen Potter, Franz Beckenbauer: una leggenda del calcio, su it.uefa.com, 11 settembre 2015. URL consultato il 16 agosto 2016.
  3. ^ (EN) James Lawton, Franz Beckenbauer: The Kaiser, su independent.co.uk, 3 giugno 2006. URL consultato il 16 agosto 2016.
  4. ^ a b c Garanzini, p. 616.
  5. ^ (DE) Beckenbauer feiert Hochzeit nach, su spiegel.de, 22 luglio 2006.
  6. ^ Elmar Bergonzini, Morto Stephan Beckenbauer, il figlio di Kaiser Franz: allenò Müller e Hummels, su gazzetta.it, 1º agosto 2015. URL consultato il 16 agosto 2016.
  7. ^ a b Gianni Brera, Il furore sportivo sovietico ci mancherà, in la Repubblica, 3 gennaio 1992. URL consultato il 16 agosto 2016.
  8. ^ Fifa, indagati Beckenbauer e Villar Llona. Sì a procedimenti contro Blatter e Platini, su ilfattoquotidiano.it, 21 ottobre 2015. URL consultato il 22 luglio 2017.
  9. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r Regular season+Play-off

BibliografiaModifica

  • Gigi Garanzini, BECKENBAUER, Franz, in Enciclopedia dello Sport – Calcio, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2002.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN127434279 · ISNI (EN0000 0003 6999 1124 · LCCN (ENn50006964 · GND (DE118508067 · BNF (FRcb139295452 (data)