Franz Hrdlicka

Aviatore tedesco
Franz Hrdlicka
NascitaMähren, 15 ottobre 1920
MorteSchotten, 25 marzo 1945 (24 anni)
Cause della morteabbattimento
Luogo di sepolturaCimitero di Tutzing
Dati militari
Paese servitoGermania Germania nazista
Forza armataWehrmacht (Luftwaffe)
Armaaeronautica militare
RepartoJG 77
JG 2
Anni di servizio1939 - 1945
GradoHauptmann
GuerreSeconda guerra mondiale
CampagneFronte orientale (1941-1945)
teatro del Mediterraneo
Difesa del Reich
Comandante diI Gruppo JG 2
DecorazioniKnight's Cross of the Iron Cross
Croce di Ferro (1939)
Distintivo per feriti (1939)
Coppa d'onore della Luftwaffe il 13 settembre 1942 come Leutnant e pilota
Ordine militare della Croce Tedesca il 12 luglio 1943 come Oberleutnant nel II/Jagdgeschwader 77
Knight's Cross of the Iron Cross il 9 agosto 1944 come Hauptmann e Staffelkapitän del 5./Jagdgeschwader 77
voci di militari presenti su Wikipedia

Franz Hrdlicka (Mähren, 15 ottobre 1920Schotten, 25 marzo 1945) è stato un aviatore tedesco, oltre che un asso dell'aviazione della Luftwaffe (Wehrmacht), insignito della Croce di Cavaliere della Croce di ferro durante la seconda guerra mondiale. Questa decorazione viene concessa per riconoscere l'estremo coraggio sul campo di battaglia o la leadership militare di successo. Durante la sua carriera Franz Hrdlicka è stato accreditato di 60 vittorie aeree.

BiografiaModifica

Hrdlicka nacque il 15 ottobre 1920 a Maxdorf a Mähren, l'attuale Dvorska di Brno nella Repubblica Ceca. Si arruolò volontario per prestare servizio nella Luftwaffe (Wehrmacht) alla fine del 1939. Il 29 maggio 1944 alcuni velivoli dello JG 77 si trasferiscono dall'Aeroporto di Poggio Renatico a Lavariano di Mortegliano per intercettare il ritorno dei B-24 dalla Germania. Sui cieli di Zagabria a mezzogiorno i caccia tedeschi abbattono 12 B-24 americani della 15th Air Force. Un caccia tedesco viene abbattuto. Alle 14.00 il gruppo parte per ritornare a Poggio Renatico. Il Maggiore Siegfried Freytag abbatte un aereo ed anche gli assi Hrdlicka ed Erhart Menge un B-24 ciascuno. Il 4 giugno in tarda mattinata abbattono 4 Supermarine Spitfire ad ovest di Porretta Terme. Il Capitano Hrdlicka e l’asso Franz NÄGELE ottengono una vittoria. Il 26 giugno avviene un trasferimento temporaneo degli aerei a Maniago. Due B-24 vengono abbattuti sui cieli di Zagabria, uno dall’asso Capitano Deicke e l’altro dal Capitano Hrdlicka.

Il 27 settembre 1944 fu abbattuto e ferito in combattimento da un Supermarine Spitfire vicino ad Arnhem, ma riuscì a salvarsi. Dopo la sua 44ª vittoria aerea, il 9 agosto 1944 ottenne la Croce di ferro della Croce di Ferro (Ritterkreuz des Eisernen Kreuzes). Fu trasferito allo Jagdgeschwader 2 "Richthofen" (JG 2-2nd Fighter Wing) a metà ottobre 1944. Qui comandò il 1. Staffel come Staffelkapitän (caposquadriglia) prima di essere nominato Gruppenkommandeur (comandante di gruppo) del I. Gruppe di JG 2 "Richthofen" il 9 dicembre 1944.

Hrdlicka fu abbattuto dai caccia della United States Army Air Forces ed ucciso in azione il 25 marzo 1945 vicino a Betzenrod, oggi sobborgo di Schotten, in Assia. I suoi resti furono recuperati l'8 settembre 1951. Era stato nominato per la Croce di ferro della Croce di ferro con foglie di quercia che non era stato approvata.

BibliografiaModifica

  • Fellgiebel, Walther-Peer (2000) [1986]. Die Träger des Ritterkreuzes des Eisernen Kreuzes 1939–1945 — Die Inhaber der höchsten Auszeichnung des Zweiten Weltkrieges aller Wehrmachtteile [The Bearers of the Knight's Cross of the Iron Cross 1939–1945 — The Owners of the Highest Award of the Second World War of all Wehrmacht Branches] (in tedesco). Friedberg, Germany: Podzun-Pallas. ISBN 978-3-7909-0284-6.
  • Obermaier, Ernst (1989). Die Ritterkreuzträger der Luftwaffe Jagdflieger 1939 – 1945 [The Knight's Cross Bearers of the Luftwaffe Fighter Force 1939 – 1945] (in tedesco). Mainz, Germany: Verlag Dieter Hoffmann. ISBN 978-3-87341-065-7.
  • Patzwall, Klaus D.; Scherzer, Veit (2001). Das Deutsche Kreuz 1941 – 1945 Geschichte und Inhaber Band II [The German Cross 1941 – 1945 History and Recipients Volume 2] (in tedesco). Norderstedt, Germany: Verlag Klaus D. Patzwall. ISBN 978-3-931533-45-8.
  • Patzwall, Klaus D. (2008). Der Ehrenpokal für besondere Leistung im Luftkrieg [The Honor Goblet for Outstanding Achievement in the Air War] (in tedesco). Norderstedt, Germany: Verlag Klaus D. Patzwall. ISBN 978-3-931533-08-3.
  • Scherzer, Veit (2007). Die Ritterkreuzträger 1939–1945 Die Inhaber des Ritterkreuzes des Eisernen Kreuzes 1939 von Heer, Luftwaffe, Kriegsmarine, Waffen-SS, Volkssturm sowie mit Deutschland verbündeter Streitkräfte nach den Unterlagen des Bundesarchives [The Knight's Cross Bearers 1939–1945 The Holders of the Knight's Cross of the Iron Cross 1939 by Army, Air Force, Navy, Waffen-SS, Volkssturm and Allied Forces with Germany According to the Documents of the Federal Archives] (in tedesco). Jena, Germany: Scherzers Militaer-Verlag. ISBN 978-3-938845-17-2.
  • Weal, John (2000). Jagdgeschwader 2 'Richthofen'. Oxford, UK: Osprey Publishing. ISBN 978-1-84176-046-9.

Voci correlateModifica