Apri il menu principale

Fratelli Balestra

gruppo musicale italiano
Fratelli Balestra
Paese d'origineItalia Italia
GenereSigla musicale
Musica per bambini
Colonna sonora
Periodo di attività musicale1974 – 1990
GruppiI Micronauti, Rocking Horse, Superobots
Album pubblicati2
Raccolte2

Fratelli Balestra è stato un gruppo musicale di arrangiatori, autori, coristi ed interpreti di sigle televisive di anime e colonne sonore.

StoriaModifica

Attivo dal 1974 al 1990, il gruppo era composto dai fratelli Claudio Balestra, (Roma, 1º giugno 1952), Mauro Balestra, (Roma, 20 novembre 1953) e Giancarlo Balestra (Roma, 11 gennaio 1957).

Claudio si occupava delle musiche, suonando la chitarra, Mauro curava l'arrangiamento delle voci ma suonava anche il basso e la chitarra, Giancarlo si occupava dei testi e suonava il pianoforte.

Dopo un'esperienza di cover band del gruppo Crosby, Stills, Nash & Young, incontrano Vincenzo Micocci che li introduce alla RCA Italiana come arrangiatori e turnisti per il gruppo Pandemonium. All'interno dell'etichetta collaborano con numerosi artisti come Amedeo Minghi, Antonello Venditti (loro è il coro di "Grazie Roma"), Ornella Vanoni, Rita Pavone, Renato Zero, Loretta Goggi, Walter Marino, Linda Lee, Stefano Rosso, Massimo Bizzarri, Mimmo Cavallo, David Riondino, Beppe Starnazza, Tiger Lily, sia come arrangiatori che come coristi[1].

È proprio come coristi che inizia la realizzazione di sigle dedicate ai cartoni animati giapponesi e serie televisive. Nel 1974 lavorano con gli Oliver Onions per i cori della versione spagnola della sigla del telefilm Sandokan e per quella di Orzowei, il figlio della savana nel 1976. Nel 1978 incidono i cori per la sigla del programma contenitore Sesamo apriti e l'anno successivo lavorano alla versione italiana della sigla di Jeeg Robot, incidendo i cori del ritornello.

Nel 1979 prendono parte al film Belli e brutti ridono tutti, commedia comica diretta da Domenico Paolella, dove oltre a curare la colonna sonora, animano gli intermezzi musicali che collegano i vari episodi.

Nel 1980 incidono la sigla Daitan III con I Micronauti e il lato b del singolo Anna dai capelli rossi dal titolo Come le piume dei pettirossi con lo pseudonimo I Ragazzi dai Capelli Rossi.

Dal 1981 iniziano una collaborazione con i Superobots con la sigla Candy Candy, pubblicata come Rocking Horse, in cui, oltre ai cori, suonano anche la chitarra, e Koseidon, di cui sono autori, interpreti e arrangiatori. Inoltre cantano la sigla di Starzinger, sovraincidendo, sulla base musicale originale giapponese, decine di piste di cori.

Nel 1982 pubblicano le sigle di Monjiro, Teppei, L'invincibile Ninja Kamui, X Bomber e Muteking per la RCA in co-edizione con la ITB, a volte firmandosi direttamente Fratelli Balestra, altre volte utilizzando lo pseudonimo Condors.

Nel 1983, per l'etichetta romana Lupus compongono, arrangiano e interpretano la sigla TV I magnifici eroi.

Esperienze televisiveModifica

I fratelli Balestra hanno anche preso parte a numerose trasmissioni televisive tra cui Discoring, Il Sistemone, Direttissima dalla tua antenna e Fantastico.

Nel 1978 lavorano con Renato Rascel e Giuditta Saltarini nel programma per bambini La porta magica, in veste di musicisti in studio e arrangiatori delle musiche e canzoni interpretate dagli attori nei siparietti comici all'interno della trasmissione[1].

Nel 1981 sono autori della sigla della trasmissione Sereno variabile, dal titolo Annamaria, e di quella di Catch, trasmissione sportiva in onda sui circuiti privati regionali.

Nel 1983 sono nel cast della celebre trasmissisone Pronto, Raffaella?, in veste di musicisti e coristi in studio[1].

Realizzano anche la sigla dei programmi radiofonici Weekend e Cartabianca, e alcune colonne sonore come quella del film Amori miei con Monica Vitti e Edwige Fenech[1].

PseudonimiModifica

Il gruppo, come molti altri che interpretavano sigle per bambini, ha utilizzato gli pseudonimi I Ragazzi dai Capelli Rossi, I Condors e Baby Band per la serie di compilation Bamba Bimbo Balla. Hanno militato in "macrogruppi" come I Micronauti[2], Rocking Horse[3] e Superobots[4].

L'espediente dello pseudonimo veniva utilizzato in primo luogo per non confondere troppo lo spettatore/acquirente bambino, evitando così di associare sigle a nomi di gruppi che potevano non sembrare correlati, e per una maggiore libertà ed autonomia creativa di artisti che venivano relegati ad un ambito già circoscritto come quello delle sigle; ma anche e soprattutto era un modo più facile per poter lavorare con più etichette discografiche contemporaneamente.[senza fonte]

DiscografiaModifica

RaccolteModifica

SingoliModifica

  • 1979 - Gondolando sulla gondola/Nothing really is missed 'till it's gone (CLS – MD-F 020, pubblicato come I Crossbow)
  • 1979 - Mirror/The show is over (Cinevox - MDF 123)
  • 1979 - Skin Deep/Lady Fine (Cinevox - MDF 125)
  • 1979 - Angela/Ancora... e sempre tu (Cinevox - SC 1145)
  • 1980 - Anna dai capelli rossi/Come le piume dei pettirossi (CBS – CBS 9073, pubblicato come I Ragazzi dai Capelli Rossi)
  • 1981 - Salvami/Parigi (F1 Team – P 580)
  • 1981 - Cartabianca/Annamaria (CGM Records – FB 01)
  • 1982 - Alassio in azzurro (Fontana - 6025 295)
  • 1982 - Brivido azzurro (Golden Sound – GNP 002)
  • 1982 - Monjiro/Teppei (RCA – BB 6598)
  • 1982 - L'invincibile Ninja Kamui/X Bomber (RCA – BB 6596, pubblicato come I Condors)
  • 1983 - I magnifici eroi (Lupus - 4941, pubblicato come I Condors)
  • 1983 - Baraka/Gente (Lupus - 4944)
  • 1984 - Judy/Sognando l'arcobaleno (CGM Records – FB 10)

RistampeModifica

  • 2006 - Mechander Robot
  • 2011 - Catch/Muteking (Siglandia – SGL 45 006 - promo, pubblicato come I Condors)
  • 2013 - I magnifici eroi (vinile grigio e vinile viola, Tivulandia TVL 45 010, pubblicato come I Condors)
  • 2015 - Mechander Robot (Tivulandia, TVL 45 019, pubblicato come I Condors)
  • 2015 - L'invincibile Ninja Kamui (Vinile arancione e rosso, Tivulandia - TVL 45 030, pubblicato come I Condors)
  • 2015 - Teppei (vinile grigio e vinile viola, Tivulandia TVL 45 031)
  • 2015 - L'invincibile Shogun (Tivulandia TVL 45 036, pubblicato come I Condors)
  • 2015 - Raydeen (Tivulandia - TVL 45 037)

CollaborazioniModifica

Discografia con I MicronautiModifica

Discografia con Rocking HorseModifica

Discografia con SuperobotsModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d Blue Fixer, Intervista a "I Fratelli Balestra", su KBL, Hurricane Store di Damiano Morelli.
  2. ^ I Micronauti, su Tana delle Sigle.
  3. ^ Candy Candy, su Tana delle Sigle.
  4. ^ Superobots, su Tana delle Sigle.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica