Fritz Szepan

calciatore e allenatore di calcio tedesco
Fritz Szepan
Nazionalità Germania Germania
Altezza 177 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Mezzapunta
Carriera
Giovanili
1925 Schalke 04
Squadre di club1
1925-1949Schalke 04342 (234)
Nazionale
1929-1939 Germania Germania 34 (8)
Carriera da allenatore
1949-1954Schalke 04
1954-1956Rot-Weiss Essen
Palmarès
Julesrimet.gif Mondiali di calcio
Bronzo Italia 1934
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Fritz Szepan (Gelsenkirchen, 2 settembre 1907Gelsenkirchen, 14 dicembre 1974) è stato un calciatore e allenatore di calcio tedesco, di ruolo mezzapunta.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Fritz Szepan giocò per tutta la carriera nello Schalke 04. Lui ed il cognato[1] Ernst Kuzorra furono la colonna portante della squadra che vinse per cinque volte il campionato tedesco fra gli anni trenta e quaranta.

NazionaleModifica

Con la Nazionale tedesca esordì nel 1929.

Nel 1938, durante il primo allenamento dopo l'Anschluss, ebbe un contrasto con il compagno di squadra Josef Stroh. Costui infatti cominciò a palleggiare con varie parti del corpo, tra l'entusiasmo degli "austriaci" e provocando la reazione dello stesso Szepan, che a sua volta compì il medesimo palleggio, calciando poi la palla in direzione di Stroh, gesto questo accompagnato dagli applausi dei "tedeschi" e da un insulto rivolto al giocatore viennese[2].

AllenatoreModifica

In seguito divenne allenatore e vinse il titolo nel 1955 con il Rot-Weiss Essen.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Schalke 04: 1933-1934, 1934-1935, 1936-1937, 1938-1939, 1939-1940, 1941-1942
Schalke 04: 1937
Schalke 04: 1933-1934, 1934-1935, 1935-1936, 1936-1937, 1937-1938, 1938-1939, 1939-1940, 1940-1941, 1941-1942, 1942-1943, 1943-1944

AllenatoreModifica

Rot-Weiss Essen: 1954-1955

NoteModifica

  1. ^ Abseits-soccer.com
  2. ^ Alec Cordolcini, "Il mago nell'oblio", Guerin Sportivo n° 8 - agosto 2011, p. 75.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN3569378 · GND (DE130045241