Apri il menu principale
Fritz Witt
Bundesarchiv Bild 146-1984-031-19A, Bei Caen, Fritz Witt und Max Wünsche.jpg
Fritz Witt (a destra) insieme a Max Wünsche (a sinistra)
27 maggio 1908 – 14 giugno 1944
Nato aHohenlimburg
Morto aVenoix
Cause della morteucciso in azione da un bombardamento navale
Luogo di sepolturaCimetière militaire allemand de Champigny-St. André
Dati militari
Paese servitoFlag of Germany (1935–1945).svg Germania nazista
Forza armataFlag of the Schutzstaffel.svg Waffen-SS
UnitàSS-Panzer-Division symbol.svg Das Reich
1. SS-Panzer-Division Leibstandarte-SS Adolf Hitler.svg LSSAH
12th SS Division Logo.svg Hitlerjugend
Anni di servizio1933 - 1944
GradoSS-Brigadeführer
GuerreSeconda guerra mondiale
CampagneCampagna di Polonia
Invasione tedesca dei Paesi Bassi
Campagna di Francia
Operazione Marita
Campagna di Russia
Battaglia di Normandia
BattaglieTerza battaglia di Char'kov
Comandante di12th SS Division Logo.svg 12. SS-Panzer-Division "Hitlerjugend"
DecorazioniCroce di Cavaliere con Fronde di Quercia
"fonti nel corpo del testo"
voci di militari presenti su Wikipedia

Fritz Witt (Hohenlimburg, 27 maggio 1908Venoix, 14 giugno 1944) è stato un generale tedesco delle Waffen-SS, durante la seconda guerra mondiale.

Indice

BiografiaModifica

Suo padre, un venditore, spinse il giovane Fritz a seguire la carriera paterna, tanto che tra il 1925 e il 1931 lavorò come rappresentante di una ditta tessile. Entrò nel Partito nazista e nelle SS lo stesso giorno, il 1º dicembre 1931. Il 17 marzo 1933 venne reclutato, con altri 117 uomini, nello SS Stabswache Berlin, il primo nucleo della futura "Leibstandarte", la guardia del corpo di Hitler. Il 9 settembre 1934 Witt ricevette la prima promozione al grado di SS-Obersturmführer. Poco dopo assunse il comando della 3. Compagnia del Reggimento "Deutschland" della divisione "Das Reich". In tale ruolo partecipò alla Campagna di Polonia, riuscendo nell'impresa, a riprova della propria attitudine al comando, di venire decorato in una sola settimana con la Croce di Ferro di seconda (19 settembre) e di prima classe (26 settembre).

Il 1º ottobre 1939 ottenne il comando del I Battaglione del Reggimento "Deutschland", venendo anche decorato, il 4 settembre 1940, per le sue azioni durante l'invasione della Francia. Fu Paul Hausser a raccomandare Witt per l'onorificenza, commentando:

"Witt è degno di tale onorificenza per le sue azioni personali, in particolar modo per la difesa condotta durante l'attacco di carri armati nemici il 27 maggio 1940. Secondo il suo comando di reggimento, Witt è un soldato instancabile e resistente, un modello di giovane comandante, che non si ritira mai di fronte a qualsiasi cosa".

Il 16 ottobre 1940 Witt fece ritorno alla "Leibstandarte", ottenendo il comando del III Battaglione, e di lì a poco del I Battaglione. Nella successiva invasione della Grecia, proprio l'unità di Witt si distinse in modo particolare. La mattina del 10 aprile 1941, il I Battaglione supportato dall'artiglieria dei cannoni da 88 mm, riuscì a sfondare la resistenza di Australiani, Neozelandesi e Britannici sul passo di Klidi, e in tal modo ad aprire la strada verso il cuore del paese, anche se nei successivi tre giorni la controffensiva del corpo di spedizione britannico in Grecia, tentando di arginare l'avanzata tedesca, le inflisse duri colpi (37 morti, tra i quali il fratello minore di Witt, Franz, e 95 feriti). Il battaglione tuttavia riuscì a catturare 520 prigionieri oltre ad un gran numero di armi; 14 soldati vennero decorati con la Croce di Ferro di prima classe, e l'SS-Obersturmführer Gerhard Pleiß, comandante della I Compagnia, venne insignito della Croce di Cavaliere per aver conquistato la Collina 997, dopo durissimi combattimenti corpo a corpo.

Al termine della conquista di Jugoslavia e Grecia, Witt e tutta la Leibstandarte vennero trasferiti sul nuovo teatro di guerra, in Russia, dove combatterono con estremo valore. Witt, promosso SS-Obersturmbannführer e comandante del I Reggimento di fanteria SS, ricevette le Foglie di Quercia della Croce di Cavaliere per le sue azioni a Rostov, nella terza battaglia di Char'kov e a Merefa.

Witt venne promosso SS-Oberführer il 1º luglio 1943 ed ottenne poco dopo il comando della nuova divisione XII SS-Panzer-Division "Hitlerjugend". Il 20 aprile 1944, Witt venne promosso SS-Brigadeführer; fu la sua ultima promozione. La mattina del 14 giugno 1944, durante le prime fasi dell'invasione della Normandia, mentre si trovava nel Quartier generale divisionale a Venoix, Witt, in seguito ad un intenso cannoneggiamento navale, venne colpito al volto da una scheggia di granata che lo uccise. Aveva 36 anni.

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Thomas 1998, p. 450.
  2. ^ Patzwall & Scherzer 2001, p. 518.
  3. ^ Scherzer 2007, p. 791.
  4. ^ Fellgiebel 2000, p. 66.
  5. ^ Von Seemen 1976, p. 33.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN316739895 · GND (DE1072505495