Front

comune italiano

Front (Front [frʊnt] in piemontese) è un comune italiano di 1 591 abitanti della città metropolitana di Torino in Piemonte. È situato nella parte sud-occidentale del Canavese, al margine dell'altopiano delle Vaude.

Front
comune
Front – Stemma
Front – Bandiera
Front – Veduta
Front – Veduta
Panorama
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
Regione Piemonte
Città metropolitana Torino
Amministrazione
SindacoAndrea Perino (lista civica Insieme per Front) dal 26-5-2014 (2º mandato dal 27-5-2019)
Territorio
Coordinate45°16′51.07″N 7°39′49.02″E
Altitudine270 m s.l.m.
Superficie10,95 km²
Abitanti1 591[1] (30-11-2023)
Densità145,3 ab./km²
FrazioniCeretti, Grange di Front
Comuni confinantiBusano, Favria, Oglianico, Rivarossa, San Francesco al Campo, Vauda Canavese
Altre informazioni
Cod. postale10070
Prefisso011
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT001109
Cod. catastaleD805
TargaTO
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 759 GG[3]
Nome abitantifrontesi
Patronosanta Maria Maddalena
Giorno festivo22 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Front
Front
Front – Mappa
Front – Mappa
Localizzazione del comune di Front nella città metropolitana di Torino.
Sito istituzionale

Geografia fisica

modifica

Il territorio comunale comprende parte della pianura alluvionale del Malone nel suo medio corso, il pianalto delle "Vaude", e parte delle valli dei torrenti Fandaglia e Riomaggiore.

In epoca alto-medioevale i Longobardi costruirono tre castelli sui rilievi lungo il torrente Malone, al confine con i marchesati di Torino ed Ivrea, dove attualmente sorgono Lombardore, Rivarossa e Front.

Al 1326 risale la prima visita pastorale da parte del Vescovato di Ivrea.[4]

Nell'ultimo ventennio del XIV secolo nel Canavese scoppiò la rivolta del Tuchinaggio, che vide la popolazione insorgere contro lo strapotere dei feudatari locali. La comunità frontese vi partecipò attivamente, ponendosi in contrasto con i conti di San Martino, feudatari del luogo.[5]

Simboli

modifica

Lo stemma e il gonfalone sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica del 29 luglio 1974.[6]

«Inquartato; nel PRIMO d'azzurro, alla torre d'oro, di due palchi, merlata alla guelfa e finestrata di due di nero; nel SECONDO d'argento, alla scritta "Castrum Frontis" in lettere di nero, ordinate su due righe; nel TERZO d'argento, alla testa di bue di rosso, rivoltata; nel QUARTO di rosso alla testa di bue d'argento, rivoltata. Sotto lo scudo, su lista svolazzante di rosso con le estremità bifide, il motto Humanitas virtus fortium. Ornamenti esteriori da Comune.»

Il gonfalone è un drappo troncato di azzurro e di bianco.

Monumenti e luoghi d'interesse

modifica

Società

modifica

Evoluzione demografica

modifica

Abitanti censiti[7]

Amministrazione

modifica
 
Il Municipio
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Claudio Bianco centro-sinistra Sindaco
2009 2014 Claudio Bianco centro-sinistra Sindaco II mandato
2014 2019 Andrea Perino lista civica Insieme per Front Sindaco
2019 in carico Andrea Perino lista civica Insieme per Front Sindaco II mandato
  1. ^ Bilancio demografico mensile anno 2023 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Ilo Vignono, Visite pastorali in diocesi di Ivrea negli anni 1329 e 1346, Istituto per le ricerche di storia sociale e religiosa onlus, Vicenza 1980
  5. ^ Stanislao Cordero di Pamparato, Il Tuchinaggio e le imprese di Facino Cane nel Canavese, in Eporediensia, Pinerolo, 1900.
  6. ^ Front, su Archivio Centrale dello Stato. URL consultato il 3 luglio 2023.
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN137989748 · ISNI (EN0000 0001 0664 8463 · WorldCat Identities (ENlccn-n91110675
  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte