Fudbalski klub Zemun

squadra di calcio serba
FK Zemun
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Blu e Verde (Strisce).png Blu, verde
Dati societari
Città Belgrado
Nazione Serbia Serbia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Serbia.svg FSS
Campionato Prva Liga
Fondazione 1946
Presidente Serbia Dušan Ostojić
Allenatore Serbia Milan Milanović
Stadio Gradski Stadion Zemun
(9.600[1] posti)
Sito web www.fkzemun.rs
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Fudbalski klub Zemum (serbo: ФК Земун) è una società calcistica serba con sede a Belgrado, nel municipio di Zemun, il più grande dei 17 che ne formano l'area metropolitana. Nella stagione 2019-2020 milita nella Prva Liga Srbija, la seconda divisione del calcio serbo.

StoriaModifica

il 20 ottobre 1946 il FK Jedinstvo Zemun nasce dalla fusione del FK Sparta e del FK Maksim Divnić, piccole realtà sorte subito dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. In poco tempo il club diventa un'importante realtà a livello nazionale, fino ad ottenere la promozione in Druga Liga, categoria mantenuta per due stagioni.

A seguito di una crisi finanziaria, lo Jedinstvo è costretto alla fusione con il club della casa farmaceutica Galenika, così il 23 febbraio 1969 nasce il FK Galenika Zemun, ottenendo l'immediata promozione alla Druga Liga 1970-1971.

Il neonato club diventa uno dei più competitivi della categoria e per la prima volta, al termine del campionato 1981-1982, vinto agevolmente, ottiene la prima, storica promozione in Prva Liga. Il Galenika retrocede immediatamente, arrivando ultimo con 19 punti, ma in stagione vince un memorabile derby con la Stella Rossa.

Nel gennaio del 1985 assume la denominazione attuale, FK Zemun, al termine della stagione successiva retrocede in Treća Liga. Fa ritorno in seconda divisione nel 1989, vincendo il girone nord di 1988-1989, venendo immediatamente promosso in Prva Liga, campionato che termina al 13º posto. La stagione 1991-1992, quella passata alla storia come l'ultima jugoslava ancora con squadre di altre repubbliche (nella fattispecie bosniache e macedoni, avendo quelle croate e slovene abbandonato le competizioni l'anno precedente), termina al 10º posto.

l'FK Zemun resta nella massima divisione nazionale fino al 2007, quando termina la stagione all'ultimo posto e retrocede.

Arrivando secondo nel 2017, ritorna finalmente in SuperLiga, chiudendo all'undicesimo posto finale, per poi retrocedere al termine della stagione successiva.

Nel 2008 ha raggiunto la finale della Coppa di Serbia, persa contro il Partizan.

Gioca le partite casalinghe al Gradski Stadion Zemun, che ha una capienza di 12 000 spettatori, attualmente ridotti a 9.600[1].

Rosa 2019-2020Modifica

Rosa aggiornata all'8 giugno 2019[2]

N. Ruolo Giocatore
1   P Marko Milošević
2   D Predrag Stanimirović
3   D Nikola Petrović
5   D Nenad Cvetković
6   C Milosh Tosheski
7   C Mateja Njamculović
9   A Filip Kukuličić
10   C Daniel Romanovskij
14   A Hendrik Somaeb
15   D Emir Azemović
17   C Stevan Luković (capitano)
19   C Momčilo Mrkaić
20   C Nikola Ristović
23   P Srđan Ostojić
25   D Mihailo Milutinović
N. Ruolo Giocatore
26   C Nemanja Tomić
27   C Nikola Stojković
28   C Lazar Stokić
31   D Nemanja Vučić
32   A Miloš Podunavac
50   P Nikola Pejović
86   C Marko Đalović
  P Miloš Krunić
  D Ivan Ilić
  A Nikola Nešović
  A Moses John
  A Dejan Vidić
  A Nikola Savić
  C Nenad Adžibaba

Giocatori famosiModifica

Tra i giocatori passati al Gradski stadion, non si possono non ricordare:

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

1981-1982 (girone est), 1989-1990
2008-2009 (girone Belgrado)

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 1980-1981 (girone est)
Semifinalista: 1981-1982
Finalista: 2007-2008
Semifinalista: 1992-1993, 1999-2000
Secondo posto: 2016-2017
Terzo posto: 1982-1983

NoteModifica

  1. ^ a b http://www.superliga.rs/sezone/2018-19/venue/17
  2. ^ Rosa, su transfermarkt.it. URL consultato il 15 luglio 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio