Apri il menu principale

Fulvia Franco

attrice italiana
Fulvia Franco
Fulvia Franco Miss Italia 1948.jpg
Altezza170 cm
Misure98-63-98
Occhiscuri
Capellicastani

Fulvia Franco (Trieste, 21 maggio 1931Roma, 15 maggio 1988) è stata un'attrice italiana eletta Miss Italia 1948.

Indice

BiografiaModifica

Nel 1948 la conquista del titolo di Miss Italia nella finale di Stresa la portò a una breve apparizione, nei panni di sé stessa, nel film Totò al Giro d'Italia, di Mario Mattoli.

Triestina, la sua elezione rappresentò un simbolo patriottico, in quanto la città di Trieste all'epoca era parte del Territorio Libero di Trieste.

La carriera cinematografica di Fulvia, imperniata sulla sua avvenenza fisica, proseguì principalmente in film in cui interpretava ruoli di femme fatale, in commedie ambientate nel mondo dello spettacolo e in pellicole del filone mitologico.

Vita privataModifica

Nel 1950 sposò il pugile e attore Tiberio Mitri, anche lui triestino e tra gli sportivi simbolo dell'Italia di quegli anni. Il matrimonio fu messo subito a dura prova dalla trasferta in America, dove Mitri doveva sostenere alcuni incontri, e dalle ambizioni hollywoodiane di Fulvia. I due, che nel 1951 ebbero un figlio, Alessandro, si separarono nel 1954.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

 
Fulvia Franco nel film Scapricciatiello

TelevisioneModifica

DoppiatriciModifica

Citazioni e omaggiModifica

  • Il 26 e 27 settembre 2011 Rai 1 ha trasmesso la miniserie dal titolo Tiberio Mitri - Il campione e la miss, dedicata alla vita di Tiberio Mitri, diretta da Angelo Longoni e interpretata nel ruolo di Fulvia Franco da Martina Stella. La messa in onda della miniserie, in prima visione, era prevista inizialmente per il 6 e il 7 marzo 2011 sempre su Rai 1, ma pochi giorni prima è stata sospesa a scopo cautelativo, per via di una causa civile aperta dal nipote di Mitri al fine di tutelare l'immagine dei nonni.[1]

NoteModifica

  1. ^ Rai sospende fiction su Tiberio Mitri, ansa.it. URL consultato il 5 marzo 2011.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN169122479 · ISNI (EN0000 0001 1813 8399 · SBN IT\ICCU\RAVV\351012 · GND (DE1061743446