Apri il menu principale

La funzione segnica, per il linguista danese Louis Hjelmslev, è la correlazione tra le forme di due piani. La forma dell'espressione e la forma del contenuto che permettono di sviluppare degli enunciati di senso, ovvero il segno. Questa unione non è da considerarsi inscindibile, ma soggetta a variazioni di senso.

BibliografiaModifica

  • Umberto Eco, Trattato di semiotica generale, Milano, Bompiani, 1975.