Apri il menu principale

Gábor Pogány

direttore della fotografia italiano

BiografiaModifica

Nato in Ungheria a Budapest, frequenta la facoltà di Architettura della sua città. Dopo essersi laureato, si trasferisce in Inghilterra, occupandosi di fotografia legata al cinema sino a diventare aiuto operatore.

Alla fine degli anni trenta arriva a Roma, a Cinecittà, dove inizia quella che sarà una lunga carriera di direttore della fotografia, acquisendo successivamente la cittadinanza italiana.

Durante la Repubblica Sociale si trasferisce nel Nord Italia per dirigere la fotografia di alcune pellicole.[senza fonte]

Sposa un'italiana, dal matrimonio nascono tre figli: Maurizio, Cristiano (destinato a seguire le orme del padre, sia nel campo del cinema che in quello teatrale come fotografo e datore di luci) e Gabriele (medico specializzato in cardiochirurgia e chirurgia vascolare).[senza fonte]

Muore a Roma nel 1999 dopo aver diretto la fotografia di oltre 150 pellicole. Suo figlio Cristiano era morto proprio pochi mesi prima, nel febbraio 1999.

FilmografiaModifica

BibliografiaModifica

  • Cataloghi Bolaffi del cinema italiano 1945/1955 1956/1965 1966/1975
  • Francesco Savio Ma l'amore no, Sonzogno Milano, 1975.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN86455027 · ISNI (EN0000 0001 1681 9713 · GND (DE140994866 · BNF (FRcb141289717 (data) · WorldCat Identities (EN86455027