Göteborgs Atlet- och Idrottssällskap

società polisportiva svedese
GAIS
Calcio Football pictogram.svg
GAIS logo.png
Makrillarna (gli sgombri), Grönsvart (verde-neri)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px vertical Black Green HEX-008736.svg Verde, nero
Dati societari
Città Göteborg
Nazione Svezia Svezia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Sweden.svg SvFF
Campionato Superettan
Fondazione 1894
Stadio Gamla Ullevi
(18.800 posti)
Sito web www.gais.se
Palmarès
Titoli nazionali 4 Campionati svedesi
Trofei nazionali 1 Svenska Cupen
2 Svenska Mästerskapet
Si invita a seguire il modello di voce

Il GAIS, acronimo di Göteborgs Atlet- och Idrottssällskap (Unione Atletico-Sportiva di Göteborg), è una società polisportiva svedese con sede nella città di Göteborg, meglio nota per la sua sezione calcistica. Milita in Superettan, la seconda divisione del campionato svedese.

La sua sezione calcistica vanta in bacheca 4 titoli nazionali e una Svenska Cupen. La squadra, in realtà, avrebbe vinto altri due campionati, nel 1925 e 1927, ma essi non vengono riconosciuti ufficialmente dalla Federcalcio svedese poiché in quel periodo il titolo di campione di Svezia non venne assegnato.

Lo stadio Gamla Ullevi, che ospita le partite interne, ha una capacità di 18.800 spettatori.

Un derby del 2013 tra Örgryte e GAIS

StoriaModifica

Il club venne fondato l'11 marzo 1894 presso l'Ehdlunds Café, nel centro di Göteborg.[1] In realtà, nelle intenzioni dei fondatori, il club doveva promuovere tutti i tipi di sport, e difatti la prima attività a prendere vita fu la sezione di atletica leggera: la sezione calcistica venne creata solamente nel 1897, e la prima gara ufficiale venne giocata nel 1903 contro i concittadini dell'Örgryte IS.

La prima apparizione del GAIS nel campionato più alto dell'epoca, la Svenska Serien, avvenne nel 1915-16 quando arrivò un quarto posto. Questa competizione tuttavia non assegnava il titolo di campione di Svezia, il quale era riservato ai vincitori della coppa Svenska Mästerskapet. Nel 1919 il club vinse il suo primo campionato nazionale battendo in finale per 4-1 gli stoccolmesi del Djurgården.[2] Il secondo titolo arrivò tre anni dopo, nel 1922, contro un altro avversario di Stoccolma quale l'Hammarby, battuto 3-1.

Nel 1924 fu introdotto un nuovo formato della massima competizione calcistica svedese, ovvero l'Allsvenskan, la quale però non assegnava ancora il titolo di campione nazionale che dal 1924-25 al 1929-30 rimase vacante. La prima edizione dell'Allsvenskan, quella relativa alla stagione 1924-25, fu vinta proprio dal GAIS, così come accadde anche nel 1926-27. Entrambe le affermazioni, appunto, non vennero ufficialmente conteggiate come titoli di campione di Svezia. Il successo nel campionato 1930-31 venne invece considerato ufficialmente come il terzo titolo nazionale della storia neroverde.

Nel corso degli anni '30, a dispetto del decennio precedente, il club ebbe una flessione in termini di risultati, tanto che nel 1938 arrivò una retrocessione. Dopo tre anni trascorsi in seconda serie, il GAIS tornò a militare in Allsvenskan nel 1941-42, chiudendo al secondo posto. Nel 1942 mise in bacheca anche la sua prima e – ad oggi – unica Coppa di Svezia.

Al termine del campionato 1953-54 giunse inaspettato un nuovo titolo nazionale. L'anno seguente, da campioni in carica, i neroverdi si piazzarono terzultimi e retrocedettero. La permanenza nella serie inferiore durò solo un anno, poiché nel 1956-57 il GAIS chiuse quarto in Allsvenskan. Nonostante ciò, il club perse la sua continuità, e da quell'anno in poi fino ad arrivare agli anni 2000 non riuscì mai a rimanere in Allsvenskan per più di cinque anni consecutivi. Ci fu infatti una nuova retrocessione nel 1959 e quattro stagioni in seconda serie, seguite da un breve ritorno in Allsvenskan nel 1965, quindi nuovamente seconda serie. Nel periodo 1966-1975 fu ancora Allsvenskan, ad eccezione dell'annata 1971.

Nel settembre del 1975 arrivò l'esordio in Coppa UEFA: la gara di andata dei trentaduesimi di finale contro i polacchi Śląsk Wrocław fu vinta 2-1 tra le mure amiche,[3] ma al ritorno in Polonia i padroni di casa ribaltarono il punteggio con un 4-2.[4] Qualche settimana più tardi, la Allsvenskan 1975 venne chiusa al penultimo posto con conseguente retrocessione. Nel 1981 il club, gravato da problemi economici,[5] si piazzò in fondo alla classifica e dovette scendere in terza serie, salvo poi riconquistare la seconda divisione due anni più tardi. Il 1985 vide il GAIS perdere gli spareggi promozione ai rigori, dopo il doppio 0-0 contro il Djurgården.

Nel 1987 la squadra concluse il torneo al primo posto e tornò in Allsvenskan dopo undici anni di assenza. Nello stesso anno giocò anche la seconda finale di Coppa di Svezia della propria storia, terminata però 2-0 in favore del Kalmar. Tra il finire degli anni '80 e l'inizio degli anni '90, il club combatté perlopiù per la salvezza in Allsvenskan, ad esclusione dell'Allsvenskan 1989 in cui venne conseguito un terzo posto, la qualificazione alla semifinale play-off per il titolo e la conseguente qualificazione europea.[6] La retrocessione concretizzatasi a seguito dell'Allsvenskan 1992 coincise con un altro periodo difficile che portò a una discesa in terza serie dopo la stagione 1996. Al termine dell'annata 1998 ci fu un ritorno in seconda serie, un anno più tardi invece arrivo la seconda promozione di fila, che riportò il GAIS in Allsvenskan a seguito degli spareggi promozione contro il Kalmar. Il ritorno nella massima serie fu breve, perché l'Allsvenskan 2000 venne conclusa al penultimo posto, così come un'ulteriore retrocessione arrivò l'anno seguente con il terzultimo posto nella Superettan 2001.

Dopo due anni trascorsi in terza serie ed altrettanti trascorsi in Superettan, i neroverdi del tecnico Roland Nilsson ebbero la meglio sul Landskrona BoIS nel doppio spareggio promozione dell'ottobre 2005, e tornarono così in Allsvenskan. Questa parentesi nella massima serie durò per sette stagioni, durante le quali arrivò anche un quinto posto alla fine del campionato 2011.[7] Il torneo 2012 fu invece quello della discesa in Superettan, visti i soli 12 punti ottenuti nelle 30 partite in calendario.[8]

Dal 2013 in poi la squadra si è piazzata perlopiù nella seconda metà della classifica di Superettan, spesso salvandosi nelle ultime giornate.

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

1942
1919, 1922
1924
1987

Competizioni internazionaliModifica

1990

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 1920-1921, 1922-1923, 1925-1926, 1932-1933, 1933-1934, 1941-1942
Terzo posto: 1927-1928, 1931-1932, 1948-1949
Finalista: 1986-1987
Semifinalista: 1947

OrganicoModifica

Rosa 2020Modifica

N. Ruolo Giocatore
1   P Mathias Karlsson
2   D Charlie Weberg
3   D August Wängberg
4   C Joackim Åberg
5   D Niclas Andersén
6   D Carl Nyström (capitano)
7   C Nikola Ladan
8   C Haris Cirak
10   A Mervan Çelik
11   A Julius Lindberg
12   A Richard Yarsuvat
13   D Fredrik Martinsson
14   C Jesper Brandt
N. Ruolo Giocatore
16   A Meinhard Olsen
17   D Nuha Jatta
18   D Boris Lumbana
19   A Julius Johansson
20   C Predrag Ranđelović
21   D Emil Wahlström
22   C Aiden Harvey
25   D Anton Snibb
26   C Adam Wästlund
29   A Donat Zejnullahu
30   P Erik Westgärds
33   P Oscar Ekman

NoteModifica

  1. ^ (SV) GAIS fyller 120 år!, gais.se, 11 marzo 2014 (archiviato dall'url originale l'11 marzo 2014).
  2. ^ (SV) GAIS Historia 1910 - 1919, gais.se, 23 settembre 2004 (archiviato dall'url originale il 9 aprile 2015).
  3. ^ GAIS 2 - 1 Śląsk, uefa.com.
  4. ^ Śląsk 4 - 2 GAIS, uefa.com.
  5. ^ (SV) 1981, gais.nu.
  6. ^ (SV) En fulländad tekniker, gais.se, 22 gennaio 2005 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2007).
  7. ^ (SV) Arkiv 2011, allsvenskan.se (archiviato dall'url originale il 9 aprile 2012).
  8. ^ (SV) Gais tunga uppgång och fall, gp.se, 19 novembre 2012.
  9. ^ Dal 1924-1925 al 1929-1930, alla squadra vincitrice del campionato non veniva ufficialmente riconosciuto il titolo di Campione di Svezia.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN151848831 · WorldCat Identities (ENviaf-151848831
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio