Günther Hell

hockeista su ghiaccio e hockeista in-line italiano
Günther Hell
Günther Hell & Stefano Giliati.png
Hell a sinistra con Stefano Giliati
Nazionalità Italia Italia
Altezza 176 cm
Peso 80 kg
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
Ruolo Allenatore portieri (ex Portiere)
Presa Destra
Squadra Merano Junior
Ritirato 2015 (giocatore)
Carriera
Periodo Squadra PG G A Pt
Giovanili
?-1998 Bolzano
Squadre di club0
1997-2007 Bolzano 193 0 8 8
2004-2005 Settequerce 8 0 0 0
2007 Vienna Capitals 2 0 0 0
2007-2008 Alleghe 31 0 0 0
2008-2009 Eppan-Appiano 8 0 1 1
2009-2010 Vipiteno Broncos 37 0 1 1
2010-2015 Bolzano 40 0 2 2
2011-2012 Pergine 1 0 0 0
Nazionale
1996-1997 Italia Italia U-20 7 0 0 0
1999-2008 Italia Italia 76 0 2 2
Allenatore
2010-2011 EV Bozen All. portieri
2010-2011 EV Bozen Eagles All. portieri
2015- Merano Junior All. portieri
0 Dati relativi al campionato e ai playoff.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 febbraio 2015

Günther Hell (Bolzano, 30 agosto 1978) è un allenatore di hockey su ghiaccio ed ex hockeista su ghiaccio italiano, di ruolo portiere.

CarrieraModifica

ClubModifica

Hell giocò sostanzialmente per tutta la sua carriera, iniziata nella stagione 1997-98[1] con l'Hockey Club Bolzano. Fanno eccezione una breve parentesi (7 incontri nella stagione 2004-05) con l'HC Settequerce, farm team del Bolzano, e le esperienze nell'hockey in-line (maturate solitamente tra una stagione e l'altra del calendario dell'hockey su ghiaccio). Coi biancorossi vinse tutto a livello nazionale: 3 Scudetti, 2 Coppe Italia e 2 Supercoppe italiane.

Destò dunque un certo scalpore il divorzio coi biancorossi al termine della stagione 2006-07: dopo la partenza di Sergejs Naumovs, con cui Hell aveva diviso l'onere di difendere la porta bolzanina, sembrò destinato a diventare titolare unico. L'allenatore Doug McKey preferì invece puntare sull'olandese di origine canadese Phil Groeneveld. Hell si ritrovò senza squadra. Ad ottobre[2] fu preso in prova dai Vienna Capitals. Dopo due soli incontri fu tagliato, e ritornò in Italia, all'Alleghe HC.[3] Pochi giorni dopo il suo arrivo, Hell fu protagonista di una grande prova da "ex", e l'Alleghe eliminò il Bolzano nei quarti di finale di coppa Italia.[4]

Dopo una sola stagione lasciò la squadra veneta, per approdare in prova all'EHC München, nella seconda serie tedesca. I bavaresi non lo misero sotto contratto, ed Hell si ritrovò - come nella stagione precedente - senza squadra. Si aggregò per qualche tempo all'HC Val Pusteria,[5] ma senza venir tesserato, e solo a dicembre[6] raggiunse un accordo con l'HC Appiano con cui giocò le ultime partite della stagione regolare ed i play-off di serie A2. Nell'estate 2009 venne ingaggiato dal Vipiteno Broncos, squadra altoatesina del campionato di Serie A2.[7]

Tornò all'HC Bolzano per la stagione 2010-2011, come secondo di Matt Zaba[8], e nella stessa stagione all'attività in campo affiancò quella in panchina, come allenatore dei portieri dell'altra compagine bolzanina maschile, l'EV Bozen 84, e della squadra femminile che fa parte della stessa società, l'EV Bozen Eagles[9]. Nella stagione successiva la coppia di portieri fu confermata,[10] mentre per il 2012-2013 Zaba si trasferì ai Vienna Capitals e tra i pali biancorossi si alternarono Hell, Tomas Duba, Tyson Sexsmith e Thomas Commisso.[11]

Hell fu riconfermato anche nel 2013 con il passaggio della squadra alla EBEL austriaca.[12] Con la maglia degli altoatesini vinse la EBEL 2013-2014.[13]

Poco prima della chiusura della finestra di mercato di metà stagione 2014-2015, Hell fu tagliato per fare posto a Daniel Morandell.[14]

Dal 2015 è allenatore dei portieri dell'HC Merano Junior.[15]

NazionaleModifica

Ha esordito in Nazionale il 7 settembre 1999, nell'amichevole persa per 4-1 a Losanna contro la Svizzera. Da allora ha costantemente fatto parte della spedizione azzurra in tutte le occasioni ufficiali fino al 2008, sia ai mondiali che ai XX Giochi olimpici invernali. Al mondiale 2007 è stato nominato miglior giocatore del Blue Team da parte degli allenatori.[16]

PalmarèsModifica

ClubModifica

Bolzano: 1997-1998, 1999-2000, 2011-2012
Bolzano: 2013-2014
Bolzano: 2003-2004, 2006-2007
Bolzano: 2004, 2012

NazionaleModifica

Paesi Bassi 2005

NoteModifica

  1. ^ in realtà già dalla stagione precedente era in roster, ma non aveva esordito.
  2. ^ I Capitals provano Gunter Hell, hockeytime.net, 12 ottobre 2007. URL consultato il 22 novembre 2007.
  3. ^ Gunther Hell: da Volpe a Civetta!, su hockeytime.net, 29 ottobre 2007. URL consultato il 22 novembre 2007 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2007).
  4. ^ Quarti di finale di Coppa Italia…alla sirena! [collegamento interrotto], su hockeytime.net, 21 novembre 2007. URL consultato il 22 novembre 2007.
  5. ^ Günther Hell agli allenamenti dell'HC red orange Val Pusteria, su hcpustertal.com. URL consultato il 17 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2011).
  6. ^ Milano torna al successo battendo il Caldaro, Appiano corsaro ad Egna, Vipiteno e Gherdeina vincono in casa [collegamento interrotto], su lihg.it, 31 dicembre 2008. URL consultato il 17 giugno 2009.
  7. ^ Vipiteno: a segno Hell e Barthel. Hartinger resta, su hockeytime.net, 13 luglio 2009. URL consultato il 5 ottobre 2009.
  8. ^ Günther Hell torna a Bolzano, su hockeytime.net, 27 agosto 2010. URL consultato il 14 ottobre 2010.
  9. ^ Günther Hell allenerà i portieri del Bozen 84, su hockeytime.net, 9 luglio 2010. URL consultato il 14 ottobre 2010.
  10. ^ (EN) HC Bolzano 2011-2012, su eliteprospects.com. URL consultato il 3 gennaio 2016.
  11. ^ (EN) HC Bolzano 2012-2013, su eliteprospects.com. URL consultato il 3 gennaio 2017.
  12. ^ Hell rimane – In arrivo Miglioranzi, hcb.net, 25 agosto 2013. URL consultato il 25 agosto 2013 (archiviato dall'url originale il 10 dicembre 2013).
  13. ^ Il trionfo del Bolzano. Impresa straordinaria a Salisburgo, sportnews.bz, 13 aprile 2014. URL consultato il 13 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 14 aprile 2014).
  14. ^ News nel roster dell’HCB Alto Adige – Hell e Sisca tagliati, su hockeytime.net, 17 febbraio 2015. URL consultato il 18 febbraio 2015.
  15. ^ Staff allenatori, su hcm-junior.it. URL consultato il 27 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 27 giugno 2016).
  16. ^ I migliori giocatori eletti dagli allenatori, su hockeytime.net, 15 maggio 2007. URL consultato il 22 novembre 2007.

Collegamenti esterniModifica