Il G20 del 2017 è stato il dodicesimo meeting del Gruppo dei Venti (G20). Si è tenuto il 7 e 8 luglio 2017 nella città di Amburgo, in Germania. È stato il primo vertice del G20 ospitato dalla Germania e il terzo ospitato da un Paese dell'Unione europea, dopo quelli del 2009 in Regno Unito e del 2011 in Francia. La riunione è stata guidata dalla cancelliera tedesca Angela Merkel.

G20
G20 del 2017
Logo
Logo
Foto di gruppo dei partecipanti
Paese ospitanteBandiera della Germania Germania
Data7-8 luglio 2017
Sede/iHamburg Messe
CittàAmburgo
PresidenteAngela Merkel
PrecedeG20 del 2018
SegueG20 del 2016
Sito webwww.g20.org/Webs/G20/EN/Home/home_node.html

Agenda e risultati

modifica

Terrorismo e questione migratoria

modifica
 
Il primo incontro tra Vladimir Putin e Donald Trump al G20

In un comunicato congiunto, i leader del G20 si sono ripromessi di prendere misure per bloccare ogni tipo di finanziamento a gruppi terroristici e per impedire che Internet venga usato per diffondere la loro propaganda. Il G20 è coinciso inoltre con il primo atteso incontro tra Vladimir Putin e Donald Trump che hanno raggiunto un nuovo accordo di cessate il fuoco nel sud-ovest della Siria[1]. La cancelliera tedesca Angela Merkel durante la sua conferenza stampa finale ha detto di essere stata contenta che tale incontro sia avvenuto nel G20 tedesco dichiarando che "è sempre meglio parlare l'uno con l'altro piuttosto che uno dell'altro."[2][3]

Per quanto riguarda la questione migratoria non sono state previste nel comunicato finale, a causa dell'opposizione di Cina e Russia, delle sanzioni internazionali contro i trafficanti di esseri umani, come invece richiesto in primis dai Paesi europei.[4]

Cambiamenti climatici

modifica
 
Una sessione di lavoro del G20
 
I leader durante la prima giornata del G20

Nel corso del G20 i leader, pur prendendo atto della decisione degli Stati Uniti di uscire dall'accordo di Parigi, hanno definito tale accordo come irreversibile e non soggetto a rinegoziazioni. La cancelliera Merkel si è detta lieta che nonostante la decisione americana, tutti gli altri siano stati concordi sul fatto che non si possa tornare indietro ma si è detta pessimista su una marcia indietro di Trump.[5] Trump ha inoltre ottenuto nel testo finale del comunicato una concessione sui combustibili fossili che consente agli Stati Uniti di cooperare con altri partner per facilitare l'accesso e l'utilizzo il più pulito ed efficace delle energie fossili, aiutandoli a sviluppare quelle rinnovabili e altre forme di energia pulita.[4]

Commercio

modifica

Per quanto riguarda il commercio, i Paesi partecipanti si sono riconosciuti sul libero commercio e contro le politiche di protezionismo e i comportamenti scorretti nel commercio come il dumping.[5] Nel comunicato il commercio libero e aperto viene riconosciuto come motore della crescita, della produttività, dell'innovazione e della creazione di posti di lavoro ma viene riconosciuto anche il ruolo legittimo di strumenti di difesa nazionali.[4]

Partecipanti

modifica

Leader invitati

modifica

Organizzazioni internazionali

modifica

Altri summit nell'ambito del G20

modifica
Data Città ospitante Summit
22 gennaio 2017 Berlino G20 Ministri dell'Agricoltura
16-17 febbraio 2017 Bonn G20 Ministri degli Esteri
17-18 marzo 2017 Baden-Baden G20 Ministri delle Finanze
6-7 aprile 2017 Düsseldorf G20 Ministri per la digitalizzazione
18-19 maggio 2017 Bad Neuenahr G20 Ministri del Lavoro
19-20 maggio 2017 Berlino G20 Ministri della Salute

Fonte:[10]

  1. ^ "US and Russia agree new Syria ceasefire deal". Al-Jazeera. 8 luglio 2017.
  2. ^ "G20 Summit Closing News Conference With German Chancellor Merkel". 8 luglio 2017.
  3. ^ "Merkel Hopes First Trump-Putin Meeting Lays Ground for Steady Relationship". 8 luglio 2017.
  4. ^ a b c G20, clima, Merkel: "Accordo irreversibile". Migranti: no a sanzioni per trafficanti, su repubblica.it. URL consultato l'8 luglio 2017.
  5. ^ a b Amburgo peggio di Taormina, il G20 fa marcia indietro su commercio, clima, Ucraina. Niente sui migranti. E la città è devastata dalle violenze, su huffingtonpost.it. URL consultato l'8 luglio 2017.
  6. ^ In sostituzione del Re Salman che pochi giorni prima aveva annullato il suo viaggio in Germania senza dare motivazioni ufficiali
  7. ^ Invitato in quanto Presidente di turno dell'Unione africana
  8. ^ Invitato in quanto Presidente della New Partnership for Africa's Development
  9. ^ Invitato in quanto Presidente di turno dell'Asia-Pacific Economic Cooperation
  10. ^ GERMAN G20 PRESIDENCY - Ministers meetings and workings groups. URL consultato il 10 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2017).

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàGND (DE1131814592