Apri il menu principale

BiografiaModifica

Negli anni venti è nella compagnia teatrale di Tilde Teldi; durante una rappresentazione, il 14 settembre 1925, al Teatro Nazionale di Milano, tentò il suicidio tagliandosi le vene del polso destro.[3] Nel 1929 è direttore artistico del Filodrammatica Berton di Riccione, riscuotendo un buon successo di critica e pubblico.[4] Viene scritturato da Anton Giulio Bragaglia, direttore del Teatro delle Arti di Roma, per la stagione 1939-40[5] in cui interpreta Traiano nella Rappresentazione di Santo Ignazio.[6] Nel 1951 Luchino Visconti lo sceglie tra i protagonisti della prima rappresentazione teatrale italiana di Morte di un commesso viaggiatore.[7]

Fu attivo al cinema come attore negli anni quaranta e cinquanta sia come protagonista che come caratterista, favorito dal suo fisico robusto, che lo rese un interprete sanguigno.

Piuttosto attivo nel campo del doppiaggio; socio della C.D.C., è noto per essere stato la voce principale dell'attore Spencer Tracy. Nel 1952 passa alla società concorrente A.R.S..

Morì il 16 agosto 1958 all'età di 58 anni.

FilmografiaModifica

Prosa radiofonicaModifica

EIARModifica

RaiModifica

DoppiaggioModifica

CinemaModifica

AnimazioneModifica

NoteModifica

  1. ^ Chi è?: Dizionario degli Italiani d'oggi - Volume 6, Pagina 692, Angelo Fortunato Formiggini, 1957
  2. ^ Atto notarile di fondazione della A.R.S., enciclopediadeldoppiaggio.it
  3. ^ Notiziario italiano, La Stampa, 15 settembre 1925
  4. ^ Novecento riccionese / La filodrammatica del dopolavoro, di Manlio Masini, Ariminum, luglio-agosto 2010
  5. ^ Il dramma, n. 314, pag 3, 1939 (PDF), su archivio.teatrostabiletorino.it. URL consultato il 2 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 2 agosto 2018).
  6. ^ Il dramma, n. 300, pag 29, 1939 (PDF), su archivio.teatrostabiletorino.it. URL consultato il 2 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 2 agosto 2018).
  7. ^ Luchino Visconti vince all'Eliseo, Alla ricerca di Luchino Visconti
  8. ^ Radiocorriere n. 49 pag. 30, 1935
  9. ^ Radiocorriere n. 51 pag. 17, 1935
  10. ^ Radiocorriere n. 12 pag. 37, 1936
  11. ^ Radiocorriere n. 1 pag. 29, 1937
  12. ^ Radiocorriere n. 7 pag. 25, 1937
  13. ^ Radiocorriere n. 49 pag. 26, 1937
  14. ^ Radiocorriere n. 46 pag. 24, 1954

Collegamenti esterniModifica