Galina Mezenceva

ballerina russa

Galina Sergeevna Mezenceva, in russo Галина Сергеевна Мезенцева (Stavropol'-na-Volge, 8 novembre 1952), è una ballerina russa di danza classica, prima ballerina presso il Kirov Ballet (Balletto Mariinskij) di San Pietroburgo.

BiografiaModifica

Galina Mezenceva nasce nel 1952 a Staprovol Togliatti (Russia) (Russia) e fin da bambina si appassiona al balletto. Studia all'Accademia di Ballo Vaganova dove si laurea nel 1970 entrando a far parte del corpo di ballo Kirov del Teatro Mariinskij. Inizia così la sua carriera con spettacoli e tournée in Russia ed all'estero ed ottiene ben presto la nomina a solista prima ballerina che conserverà per oltre 20 anni.

È stata la prima ballerina che, con un corpo esile e braccia e gambe lunghissime, ha introdotto una nuova estetica nel balletto classico, eccellendo con intensità espressiva nei ruoli drammatici dei principali balletti classici.[1]

Nei primi anni '80 ha avuto una interruzione forzata a causa della rottura di un tendine d'Achille, infortunio da cui successivamente si è ripresa continuando la sua carriera.

Nel 1990 lascia la Russia per trasferirsi in Inghilterra dove lavora presso il balletto scozzese di Glasgow. Successivamente fino alla fine degli anni 2000 effettua altre tournée in Giappone e soprattutto negli Stati Uniti d'America. Attualmente è attiva come insegnante di danza.[2]

Principali ruoliModifica

Premi e riconoscimentiModifica

Galina Mezenceva ha ricevuto nel corso della sua carriera molti prestigiosi premi tra cui:

  • Primo premio del Concorso Internazionale di Balletto di Mosca (1977)
  • Artista Onorario della Russia (1978)
  • Premio Nazionale di Stato Russia (1980)
  • Medaglia d'Oro al Concorso Internazionale di Balletto (Giappone, 1980)

NoteModifica

  1. ^ Graeme, Chris. The Swan Returns Prospects (St. Petesburg Press Culture and Lifestyle Guide), 116, 1995. (retrieved January 7, 2008)
  2. ^ Galina Mezentseva's biography Archiviato il 29 agosto 2007 in Internet Archive. Mezentseva's personal site (retrieved December 27, 2007)

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN95338609 · ISNI (EN0000 0000 7094 5393 · Europeana agent/base/17023 · LCCN (ENn97870190 · BNF (FRcb142065435 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n97870190