Gallato di epigallocatechina

composto chimico
Gallato di epigallocatechina
Epigallocatechin gallate structure.svg
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC22H18O11
Massa molecolare (u)458,37
Numero CAS989-51-5
Numero EINECS619-381-5
PubChem65064
DrugBankDB12116
SMILES
C1C(C(OC2=CC(=CC(=C21)O)O)C3=CC(=C(C(=C3)O)O)O)OC(=O)C4=CC(=C(C(=C4)O)O)O
Indicazioni di sicurezza

L'epigallocatechina gallato (o EGCG) è un tipo di catechina ed è la più abbondante catechina nel , e in particolare nel tè verde.

L'epigallocatechina-3-gallato è un antiossidante che aiuta a proteggere la cute dai danni prodotti dalle radiazioni UV[1].

Si trova in molti integratori alimentari.

EGCG in HIV e nella Fibrosi PolmonareModifica

Diverse ricerche hanno dimostrato l'attività:

  • antivirale della EGCG,
  • antiossidante idrosolubili, col vantaggio che l'eccesso è escreto dal corpo senza accumuli: 100 volte più potente della vitamina C, 25 volte più potente della vitamina E, 2 volte più del resveratrolo nella protezione di cellule e DNA[2][3]. Secondo i ricercatori il tè nero e il tè oolong, più consumati negli USA, hanno molto meno potere antiossidante del tè verde: la ECGC è in eguali concentrazioni, ma nel tè verde è assorbita subito, mentre negli altri non è preservata dall'ossidazione prima che inizi la digestione[4].
  • antinfiammatoria: inibisce interleuchina 6 e 8, citochine pro-infiammatorie, utile nel morbo di Chron e nelle coliti ulcerose, e nella prevenzione del cancro al colon[5],
  • antiaggregante piastrinica
  • controllo della glicemia e diabete tipo I: per una moderata inibizione degli enzimi digestivi deputati alla digestione dei carboidrati.

EGCG e altre catechine (Fujiki et al., 2000) sembrano inibire il fattore alpha di necrosi tumorale, e di ridurre il legame dei 12-Otetradecanoylphorbol-13-acetate (TPA)-type e dell'acido okadaico ai rispettivi recettori, due dei principali agenti promotori del tumore.

L'EGCG in un piccolo studio pilota di 20 pazienti affetti da Fibrosi polmonare (Chapman HA, Wei Y. New England Journal Med 2020. DOI:10.1056/NEJMc1915189) è risultato essere un inibitore irreversibile della lysyl oxidase-like 2 (LOXL2) e della Trasforming Growth Factor Beta Receptor 1 e 2 kinase (TGFBR1/2). Al dosaggio giornaliero di 600mg per 14gg, si è osservata infatti una deplezione del collagene tipo I a livello polmonare, oltre alla riduzione di altri marcatori diretti e indiretti (periostina) della fibrogenesi. Naturalmente questi dati dovranno essere confermati da ulteriori studi.

NoteModifica

  1. ^ Katiyar S., Elmets C.A., Katiyar S.K., Green tea and skin cancer: photoimmunology, angiogenesis and DNA repair, in J. Nutr. Biochem., vol. 18, n. 5, 2007, pp. 287-96, DOI:10.1016/j.jnutbio.2006.08.004, PMID 17049833.
  2. ^ Kathryn Clark, More proof that green tea may postpone cancer, heart disease, Kansas University Office of University Relations, 1997.
  3. ^ Mitscher L.A., Jung M., Shankel D., Dou J.H., Steele L., Pillai S.P., Chemoprotection: a review of the potential therapeutic antioxidant properties of green tea (Camellia sinensis) and certain of its constituents, in Med Res Rev., luglio 1997, 17(4):327-65. PMID 9211396
  4. ^ Lester A. Mitscher, Victoria Dolby Toews, The Green Tea Book - China's Fountain of Youth, New York, Avery, 1997, ISBN 0895298074 (ebook: ISBN 9781440637148)
  5. ^ Epigallocatechin-3-gallate inhibits secretion of TNF-alpha, IL-6 and IL-8 through the attenuation of ERK and NF-kappaB in HMC-1 cells., Int Arch Allergy Immunol. 2007;142(4):335-44. Epub 2006 Nov 29., PMID 17135765
  Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia