Apri il menu principale

Galleria storica del corpo nazionale dei vigili del fuoco

museo italiano
Galleria storica dei vigili del fuoco di Mantova
Mantova-Museo vigili del fuoco.jpg
Il Museo con la torre di Sant'Alò
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàMantova
IndirizzoLargo Vigili del Fuoco 1
Caratteristiche
Sito web
Interno della galleria

La Galleria storica dei vigili del fuoco di Mantova, è la maggiore esposizione in Italia,[1][2] dei mezzi e dei cimeli storici dei vigili del fuoco.

Indice

EsposizioneModifica

Il materiale esposto è copioso e vario; si passa da cimeli storici statici come divise, elmetti ed altri attrezzi, ai mezzi a motore (automezzi, natanti e addirittura un elicottero) provenienti da tutto il territorio nazionale. I mezzi di trasporto sono quelli di produzione nazionale ed anche estera purché utilizzati dai vigili del fuoco italiani.[1] Le testimonianze storiche degli oggetti esposti datano fin dai primi anni del settecento, sono presenti carrozze a cavallo e addirittura una pompa trainata a vapore. Si tratta di veri e propri capolavori meccanici dell'epoca per la maggior parte restaurati ed ancora funzionanti.[3]

La galleriaModifica

La galleria è ospitata in uno stabile nei pressi della torre di Sant'Alò in Largo vigili del fuoco a Mantova.[3] Gli spazi e i locali occupati dalla galleria, fanno parte del complesso monumentale del Palazzo Ducale di cui erano le stalle.[3] Nata negli anni '90 del secolo scorso, per volontà di Nicola Colangelo, già comandante dei vigili mantovani, è gestita e curata dal Comando provinciale vigili del fuoco di Mantova[1][4] in collaborazione con la Soprintendenza.

È aperta al pubblico nelle giornate di sabato dalle 14.30 alle 18.30, domenica e gli altri giorni festivi dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30.[5] a Nei giorni feriali sono possibili aperture estemporanee per le scolaresche o i gruppi organizzati previa prenotazione telefonica al Comando provinciale VV.FF. di Mantova. L'ingresso è gratuito.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica