Garda Financiară

Garda Financiară
Guardia di Finanza
Garda Financiara emblema.svg
Stemma araldico della Garda Financiară
Descrizione generale
Attiva1991 - 2013
NazioneRomania Romania
ServizioMinistero dell'Economia e delle Finanze
TipoAgenzia Governativa
RuoloOrdine pubblico
Polizia tributaria
Polizia amministrativa
Ispettorato generaleBucarest
Sito internetwww.gardafinanciara.ro
Comandanti
Comandante attualeAdrian Cucu
(Commissario generale)
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

La Garda financiară (in italiano: Guardia di Finanza) è stata l'agenzia di controllo, subordinata all'Agenzia nazionale di amministrazione fiscale (ANAF) della Romania, con il compito dell'applicazione della normativa fiscale, la prevenzione e la ricerca dell'evasione fiscale.

La Garda financiară era responsabile nella finanza, economia, costumi, per prevenire e punire secondo la legge, gli atti di evasione, frode fiscale. L'istituto era gestito da un pubblico ufficiale ricoprendo la carica di Commissario Generale, nominato dal Ministro delle Finanze.[1]

Riesce a trovare atti e fatti che hanno avuto l'effetto di evasione e frode fiscale, impostando le implicazioni fiscali della stessa e che, in base al codice di procedura fiscale, l'adozione di misure precauzionali e imponente sequestro, ogni volta che c'è il pericolo che il debitore per sottrarsi dall'accusa, possa nasconde e sperperare la ricchezza. Inoltre, i Commissari della Garda financiară possono, nell'esercizio del controllo operativo e di monitoraggio e controlli necessari per prevenire, individuare o combattere contro l'evasione fiscale senza preavviso.

Da gennaio 2010, la Garda financiară ha acquisito nuove competenze, soprattutto per terminare il controllo di documenti per l'impostazione delle circostanze fiscali e trovare reali reati ai sensi del diritto penale nel settore finanziario-fiscale.

StrutturaModifica

Sono presenti nel corpo 2 strutture di comando:

  • Commissario Generale;
  • Contee e Sezioni del Dipartimento di Bucarest.

La Garda financiară alla fine del 2009 ha registrato un contributo di oltre 2.240 milioni di lei (oltre 530 milioni di Euro) per il bilancio dello Stato, il denaro proveniente dal recupero degli arretrati riferiti dagli operatori sulle obbligazioni in circolazione in termini di legge.[2]

DissoluzioneModifica

Con legge OUG nr. 74/2013, l'ente Garda Financiară è stato fatto confluire nella „Direcția Generală Antifraudă Fiscală” (DGAF).[3]

NoteModifica

  1. ^ Prezentare, su gardafinanciara.ro. URL consultato il 19 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2012).
  2. ^ (RO) Garda Financiara isi prezinta bilantul pe 2009, su wall-stret.ro, 19 Ianuarie 2010. URL consultato il 19 gennaio 2010.
  3. ^ (RO) Ce atribuţii va avea Direcţia Generală Antifraudă Fiscală – noua structură din cadrul ANAF-ului? Prevederile OUG nr. 74/2013, su legestart.ro.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica