Apri il menu principale

Garlate

comune italiano
Garlate
comune
Garlate – Stemma
Garlate – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Lecco-Stemma.png Lecco
Amministrazione
SindacoGiuseppe Conti (lista civica) dal 16-5-2011
Territorio
Coordinate45°48′N 9°24′E / 45.8°N 9.4°E45.8; 9.4 (Garlate)Coordinate: 45°48′N 9°24′E / 45.8°N 9.4°E45.8; 9.4 (Garlate)
Altitudine205 m s.l.m.
Superficie3,3 km²
Abitanti2 744[1] (31-8-2017)
Densità831,52 ab./km²
FrazioniValmolina, Figina
Comuni confinantiGalbiate, Lecco, Olginate, Pescate, Vercurago
Altre informazioni
Cod. postale23852
Prefisso0341
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT097038
Cod. catastaleD926
TargaLC
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantigarlatesi
Patronosanto Stefano
Giorno festivo26 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Garlate
Garlate
Garlate – Mappa
Posizione del comune di Garlate nella provincia di Lecco
Sito istituzionale

Garlate (Garlàa in dialetto brianzolo[2][3]) è un comune italiano di 2 744 abitanti della provincia di Lecco in Lombardia.

Situato sulla sponda destra del lago omonimo, fa parte della Comunità Montana Lario Orientale, del Parco del Monte Barro e del Parco dell'Adda Nord.

StoriaModifica

Da Garlate, in epoca romana, passava la via Spluga, strada romana che metteva in comunicazione Milano con Lindau passando dal passo dello Spluga.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[4]

 

Etnie e minoranze straniereModifica

Al 1º gennaio 2018 i cittadini stranieri residenti a Garlate erano in totale 206, il 7,5 % del totale della popolazione. Le comunità più numerose erano quelle provenienti da[5]:

  1. Costa d'Avorio 28
  2. Senegal 22
  3. Burkina Faso 20

CulturaModifica

Museo della setaModifica

La filanda Abegg di Garlate fu costruita nel 1841 e, dopo essere appartenuta a Gaetano Bruni e alla famiglia Gnecchi, nel 1887 venne acquistata dagli Abegg di Zurigo.

Venuto meno, nei primi anni trenta, il lavoro per la filanda, nello stabilimento si continuarono a svolgere le operazioni di stracannatura e di binatura fino al 1950, anno in cui, per iniziativa di Carlo Job, allora responsabile del gruppo Abegg, un'ala dell'opificio, precedentemente riservata agli uffici e alla cernita dei bozzoli, fu destinata a raccogliere il primo nucleo di quello che sarebbe poi diventato il Museo della seta di Garlate.

AmministrazioneModifica

Dati tratti dall'Anagrafe Amministratori Locali e Regionali - Ministero dell'Interno

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
22 giugno 1988 7 giugno 1993 Augusto Teli DC Sindaco
7 giugno 1993 28 aprile 1997 Elena Maggi (Lista Civica: Progetto Comune) Sindaco
28 aprile 1997 14 maggio 2001 Elena Maggi Lista civica: Progetto Comune Sindaco
14 maggio 2001 30 maggio 2006 Maria Tammi Centro-destra (Liste civiche) Sindaco Vice Sindaco G, Saurra
30 maggio 2006 16 maggio 2011 Maria Tammi Lista civica Sindaco
16 maggio 2011 in carica Giuseppe Conti Lista civica: Paesevivo Sindaco

Altre informazioni amministrativeModifica

Fa parte della Comunità montana Lario Orientale - Valle San Martino.

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2017.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 298.
  3. ^ Amanzio Aondio - Felice Bassani (a cura di), Dialetto da salvare, Oggiono, Cattaneo Editore, 1983, p. 222.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ tuttitalia.it, https://www.tuttitalia.it/lombardia/28-garlate/statistiche/cittadini-stranieri-2018/.

Altri progettiModifica

WebcamModifica

La stazione meteorologica amatoriale di Sopracornola (frazione di Calolziocorte) ha una webcam che inquadra il Lago di Garlate con immagini acquisite ogni cinque minuti.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN240559750 · WorldCat Identities (EN240559750
  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia