Gaspar Ávalos de la Cueva

cardinale e arcivescovo cattolico spagnolo
Gaspar Ávalos de la Cueva
cardinale di Santa Romana Chiesa
Retrato de Gaspar de Ávalos (cropped).jpg
Escudo de Gaspar de Ávalos como arzobispo.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato1485 a Guadix
Ordinato presbiteroin data sconosciuta
Nominato vescovo14 novembre 1524 da papa Clemente VII
Consacrato vescovoin data sconosciuta
Elevato arcivescovo22 gennaio 1529 da papa Clemente VII
Creato cardinale19 dicembre 1544 da papa Paolo III
Deceduto2 novembre 1545 a Santiago di Compostela
 

Gaspar Ávalos de la Cueva (Guadix, 1485Santiago di Compostela, 2 novembre 1545) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico spagnolo. È stato chiamato anche Gaspar Dávalos de la Cueva, membro della famiglia spagnola Dávalos, conosciuta in Italia come D'Avalos. In Italia, altro cardinale membro di questa famiglia è stato Innico d'Avalos d'Aragona.

BiografiaModifica

Gaspar discendeva da Lope Ruiz Dávalos, fratello del più noto Ruy López Dávalos, Connestabile di Castiglia nonché Adelantado mayor di Murcia, camarero mayor e gran valido di Enrico III, re di Castiglia e di León.

Il padre di Gaspar, Rodrigo Dávalos, alguacil dell'Inquisizione di Jaén e vecino di Guadix, era un bisnipote del summenzionato personaggio. La madre di Gaspar era Leonor de la Cueva. Gaspar ebbe almeno due fratelli: Juan, regidor di Guadix e Isabel, prima badessa del convento de la Encarnación di Granada.

Gaspar condusse i suoi primi studi sotto al supervisione dello zio, Hernando de Talavera. In seguitò frequentò l'università di Parigi (ottenendovi la licenza in teologia) e l'università di Salamanca, presso la quale ottenne il titolo di dottore. In quegli anni la sua famiglia cadde in disgrazia in seguito alla denuncia per eresia e apostasia dell'Inquisitore Diego Rodríguez de Lucero nei confronti dello zio Hernando, che sarebbe morto a causa dei patimenti subiti nel 1507. Gaspar entrò nel Colegio Mayor Santa Cruz di Valladolid, rimanendovi dal 1509 al 1517. Successivamente ricevette l'incarico di canonico della cattedrale di Murcia.

Nel 1524 fu nominato vescovo di Guadix in Spagna, quindi arcivescovo di Granada (25 gennaio 1524), per passare poi all'arcidiocesi di Santiago di Compostela nel 1542.

Paolo III lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 19 dicembre 1544.

Morì il 2 novembre 1545.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN231991585 · GND (DE133735451 · BNE (ESXX1521724 (data) · CERL cnp01130896 · WorldCat Identities (ENlccn-no2007037994