Apri il menu principale
Gastone II
Gaston II de Foix-Béarn.jpg
Conte di Foix e Visconte di Béarn
In carica 1315 - 1343
Predecessore Gastone I
Successore Gastone III
Coprincipe di Andorra
In carica 1315 –
1343
Predecessore Gastone I
Successore Gastone III
Nome completo Gastone di Foix-Béarn
Altri titoli Visconte di Lautrec e Visconte di Marsan
Nascita 1308
Morte Siviglia, 26 settembre 1343
Luogo di sepoltura Abbazia di Boulbonne
Padre Gastone I
Madre Giovanna d'Artois
Consorte Leonora di Cominges
Figli Gastone Febo, legittimo
Arnaldo Guillermo
Pedro
Bearnesa e
Margarita, illegittimi
Religione cattolico

Gastone di di Foix; in occitano Gaston II de Fois-Bearn e in francese Gaston II de Foix-Béarn (1308Siviglia, 26 settembre 1343) fu il decimo conte di Foix[1], visconte di Béarn, Coprincipe di Andorra e Visconte di Marsan, dal 1315 e Visconte di Lautrec, dal 1339, alla sua morte.

Indice

OrigineModifica

Gastone, sia secondo Pierre de Guibours, detto Père Anselme de Sainte-Marie o più brevemente Père Anselme, che secondo la Chroniques romanes des comtes de Foix era il figlio maschio primogenito del conte di Foix, Visconte di Castelbon, Coprincipe di Andorra, Visconte consorte di Béarn e Visconte di Marsan, Gastone I e della moglie, Giovanna d'Artois[2][3], che, come ci conferma il Chronicon Guillelmi de Nangiaco, era la figlia di Filippo d'Artois, figlio del conte di Artois, Roberto II e di Bianca di Bretagna, figlia del Duca di Bretagna e conte di Richmond, Giovanni II[4]; la madre di Bianca era Beatrice d'Inghilterra, figlia del re d'Inghilterra, Edoardo III e della moglie, Eleonora di Provenza[5].
Gastone I di Foix-Béarn, ancora sia secondo Père Anselme, che secondo la Chroniques romanes des comtes de Foix era l'unico figlio maschio del conte di Foix, Visconte di Castelbon, Signore e poi Coprincipe di Andorra e Visconte consorte di Béarn, Ruggero Bernardo III e della moglie, la viscontessa di Béarn, Margherita di Montcada[2][6], che era la figlia secondogenita del Visconte di Béarn, Gastone VII e della Contessa di Bigorre e viscontessa di Marsan, Mathe di Matha[7][8], figlia di Bosone di Marsan Conte di Bigorre e della prima moglie Petronilla Contessa de Bigorre.

BiografiaModifica

Chiamato, nel 1315, dal nuovo re di Francia Luigi X l'Attaccabrighe per intraprendere una nuova guerra in Fiandra, suo padre, Gastone I, cadde malato nei pressi di Pontoise e morì a 28 anni nell'abbazia di Maubuisson[9], e fu sepolto nell'Abbazia di Boulbonne[9]; mentre secondo il E floribus chronicorum auctore Bernardo Guidonis, Gastone conte di Foix e Visconte di Bearn (Gasto comes Fuxi et dominus de Bearnio), morì nei pressi di Pontoise (obiit apud Pontisaram) e fu sepolto a Parigi nella chiesa dei frati Predicatori Domenicani (fuitque sepultus Parisius in ecclesia fratrum Prædicatorum)[10], detta anche Convento dei Giacobini de la rue Saint-Jacques; infine la Chroniques romanes des comtes de Foix conferma la morte di Gastone nei pressi di Pontoise e sepoltura a Parigi nella chiesa dei frati Predicatori Domenicani[3], ma che in seguito la salma fu trasferita nell'Abbazia di Boulbonne[11].
Per tutti i domini in terra francese gli succedette Gastone, il figlio primogenito, come da disposizioni del testamento del padre[12], sotto la tutela della madre, Giovanna d'Artois, mentre la Viscontea di Castelbon ed altri territori aragonesi andarono al secondogenito, Ruggero Bernardo[9].
Gastone, come ci conferma il E floribus chronicorum auctore Bernardo Guidonis, aveva solo sette anni[10] e divenne Gastone II conte di Foix, visconte di Marsan, Gabardan, Nébouzan e Gastone IX visconte di Béarn, per cui venne nominata reggente sua madre Giovanna che esercitò tale carica fino alla sua maggiore età[13].

Secondo il documento n° 200 della Histoire générale de Languedoc, tome X, Preuves, ne 1317, durante la reggenza, sua madre, Giovanna, fu indagata dal parlamento di Parigi per toglierle la tutela dei figli, a causa della sua condotta, accusata di prodigalità e dissolutezza[14], confermato dal documento n° X, sempre in data 1317, che priva la contessa Giovanna della tutela dei propri figli, 3 maschi e tre femmine[15].

Contea di Foix e Viscontea di Béarn
Foix-Béarn

Gastone I
Figli
Gastone II
Gastone III
Figli
Matteo
Isabella
Modifica

Sempre secondo Père Anselme, Gastone, dopo aver preso possesso dei suoi domini, continuò i conflitti con i Conti d'Armagnac e Cominges[12].

 
Assedio di Tartas da parte delle guardie del re Carlo VII di Francia.

Il rapporto di Gastone con la madre, Giovanna, fu conflittuale sino a che, nel 1331, il re di Francia, Filippo VI, autorizzò Gastone a relegare la madre ne castello di Foix[16];per essere poi trasferita prima a Orthez e poi a Lourdes[16]; lo storico francese Jules Michelet, suggerisce che la prigionia di Giovanna sia concomitante all'accusa di falso pendente sul fratello di Giovanna, Roberto III d'Artois, poi condannato, che divenne fiero avversario dei reali di Francia[17]. Giovanna fu poi rilasciata dal nipote, Gastone Febo[13], solo nel 1347, su richiesta del figlio terzogenito, Roberto, vescovo di Lavaur[16].

Gastone fu sostenitore del re Giacomo III di Maiorca nel suo contrastato rapporto col cugino, il re d'Aragona, Pietro IV il Cerimonioso.

Prese parte alla Guerra dei cent'anni, combattendo al fianco del re di Francia, Filippo VI, di cui era un devoto vassallo[13]; prese parte alla campagna di Guienna contro gli Inglesi[13], partecipando, nel 1339, alla conquista del castello di Tartas[12][13]; poi accompagnò il re di Francia nella guerra contro le Fiandre[12], e queste azioni gli valsero il titolo di visconte di Lautrec[12][13]; secondo la Revue historique, scientifique et littéraire du Tarn, Filippo VI cedette la Viscontea come saldo di un debito che aveva contratto con Gastone II[18].
In quel periodo Gastone venne nominato Luogotenente del re per la Guascogna e la Linguadoca[13].

Nel 1343 Gastone si mise al servizio del re di Castiglia e León, Alfonso XI, nella crociata contro il Sultanato di Granada[12] e mentre si trovava all'assedio di Algeciras (1342-1344) nella Spagna meridionale, con il re Alfonso XI[19], si ammalò. Morì di peste a Siviglia nel settembre 1343[20][21]; secondo la Revue historique, scientifique et littéraire du Tarn, Gastone II fu ucciso, combattendo, nel 1344[18]. Il suo corpo fu trasportato nella contea di Foix e tumulato nell'Abbazia di Boulbonne[12][13]. Gli succedette l'unico figlio legittimo, come da suo testamento redatto il 28 novembre 1330[12] (secondo le Chroniques romanes des comtes de Foix, il testamento fu redatto il 17 aprile 1343 e prevedeva che la moglie avesse la tutela del figlio[22]), Gastone Febo[21], mentre, sempre secondo la Revue historique, scientifique et littéraire du Tarn, l'usufrutto della viscontea di Lautrec andò alla moglie, Leonora[18].

Matrimonio e discendenzaModifica

Gastone aveva sposato nel 1328 la cugina Leonora di Cominges, figlia del conte Bernardo VII di Comminges e Laura di Monfort, come risulta dall'estratto del Mars MCCCXCVI della Histoire généalogique de la maison d'Auvergne[23]; Leonora fu reggente per conto del figlio, Gastone Febo, come ci conferma il documento n° XXXVII della Preuves de l'Histoire générale de Languedoc, tome VII[24], finché quest'ultimo non raggiunse la maggior età e, in quello stesso documento Leonora ed il figlio ricevettero l'omaggio dei nobili e dignitari della contea di Foix[24]. Leonora inoltre viene citata da Filippo VI come contessa di Foix, nel documento n° XXXVI dei Documents des archives de la Chambre des Comptes de Navarre : 1196-1384 (Alliénor de Cominges contesse de Foix), inerente il matrimonio di suo figlio, Gastone Febo[25]. Leonora morì nel 1365 circa[26].
Dal matrimonio con Leonora di Cominges nacque un solo figlio[12][26][27]:

Gastone tuttavia da due diverse amanti ebbe altri quattro figli illegittimi:[12][26][27]:

  • dalla prima, Maria di Sans di Roncesvalles, citata nel suo testamento[26] ebbe due figli:
    • Arnaldo Guillermo de Bearn (morto nel 1391), sposato a Juana, signora di Morlaàs
    • Bearnesa, moglie di Arnaldo Ramon de Castellnou, visconte di Orthez..
  • dalla seconda di cui non si conoscono né il nome né gli ascendenti, ne ebbe altri due:
    • Pedro de Bearn, sposato a Florensa de Aragón, signora di Biscay.
    • Margarita, moglie di Juan de Castellverdu, signore di Caumont

NoteModifica

  1. ^ (EN) Toulouse nobility: Gaston II Foix died 1343, su fmg.ac, agosto 2012. URL consultato il 22 marzo 2013.
  2. ^ a b (FR) Histoire généalogique et chronologique de la maison royale de France, tomus III, cap IX, pagina 348
  3. ^ a b (OC) Chroniques romanes des comtes de Foix, pag. 44
  4. ^ (LA) Recueil des historiens des Gaules et de la France. Tome 20, Chronicon Guillelmi de Nangiaco, anno MCCXCVIII; pagina 581
  5. ^ (LA) Annales Londonienses pag. 59
  6. ^ (OC) Chroniques romanes des comtes de Foix, pag. 42
  7. ^ (FR) Chroniques romanes des comtes de Foix, pag. 34, nota 4
  8. ^ (FR) Histoire généalogique et chronologique de la maison royale de France, tous III, cap VIII, pagina 347
  9. ^ a b c (FR) #ES Histoire des Comtes de Foix- Gaston Ier de Foix-Béarn
  10. ^ a b (LA) Recueil des historiens des Gaules et de la France. Tome 21, E floribus chronicorum auctore Bernardo Guidonis, pagina 725
  11. ^ (FR) Chroniques romanes des comtes de Foix, pag. 44, nota 5
  12. ^ a b c d e f g h i j (FR) Histoire généalogique et chronologique de la maison royale de France, tomus III, cap X, pagina 348
  13. ^ a b c d e f g h (FR) #ES Histoire des Comtes de Foix- Gaston II de Foix-Béarn
  14. ^ (LA) Histoire générale de Languedoc, Preuves, tomus X, doc. 200, anno 1317, colonne 573 - 580
  15. ^ (LA) Histoire générale de Languedoc, tomus VII, doc. X, anno 1317, pagine 445 - 448
  16. ^ a b c (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy : Conti di Foix- GASTON I de Foix
  17. ^ (FR) Michelet, J, (1971) Histoire de France, tome IV, pagg. 173 - 180
  18. ^ a b c (FR) Revue historique, scientifique et littéraire du Tarn, Les vicomtes de Lautrec, pag. 171
  19. ^ (EN) Norman Housley, The Avignon papacy and the Crusades, 1305-1378, Oxford University Press, 1986, p. 61.
  20. ^ (EN) Georgiana Goddard King, A brief account of the military orders in Spain, The Hispanic Society of America, 1921, pp. 203-204.
  21. ^ a b (EN) Foix, su archive.org, vol. 10, 595.
  22. ^ (FR) Chroniques romanes des comtes de Foix, pag. 51, nota 2
  23. ^ (FR) Histoire généalogique de la maison d'Auvergne, estratto del Mars MCCCXCVI, pagg. 239 e 240
  24. ^ a b (LA) Preuves de l'Histoire générale de Languedoc, tome VII, doc. XXXVII, pagg. 471 e 472
  25. ^ (FR) Documents des archives de la Chambre des Comptes de Navarre : 1196-1384, doc. XXXVI, pagg. 44 - 46
  26. ^ a b c d (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy : Conti di Foix- GASTON II "le Preux" de Foix
  27. ^ a b (EN) #ES Genealogy : Foix 2-Gaston II
  28. ^ (OC) Chroniques romanes des comtes de Foix, pag. 51

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica