Gatteo a Mare

frazione del comune italiano di Gatteo
Gatteo a Mare
frazione
Gatteo a Mare – Veduta
Il lungomare
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Forlì-Cesena-Stemma.png Forlì-Cesena
ComuneGatteo-Stemma.png Gatteo
Territorio
Coordinate44°10′13.54″N 12°26′09.75″E / 44.170428°N 12.436041°E44.170428; 12.436041 (Gatteo a Mare)Coordinate: 44°10′13.54″N 12°26′09.75″E / 44.170428°N 12.436041°E44.170428; 12.436041 (Gatteo a Mare)
Altitudinem s.l.m.
Abitanti1 912 (2011)
Altre informazioni
Cod. postale47043
Prefisso0547
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Gatteo a Mare
Gatteo a Mare

Gatteo a Mare (talvolta Gatteo Mare, già Due Bocche) è una frazione del comune italiano di Gatteo, nella provincia di Forlì-Cesena, in Emilia-Romagna.

Geografia fisicaModifica

La frazione dista km dal capoluogo comunale, sorge sul litorale del mar Adriatico ed è una località balneare della riviera romagnola. Forma un unico agglomerato urbano con Villamarina e Valverde, frazioni del comune di Cesenatico. È divisa da Savignano a Mare dalla foce del fiume Rubicone.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

  • Chiesa di Sant'Antonio da Padova, si affaccia su piazza della Libertà, nel centro. Forma insieme a quella di Maria Assunta, situata all'entrata del paese ma nel territorio comunale di Cesenatico, la parrocchia dell'Annunciazione di Villamarina-Gatteo a Mare.[1]
  • Piazza della Libertà, piazza principale, ospita i principali eventi e le serate di animazione durante l'estate.

CulturaModifica

MusicaModifica

Secondo Casadei, musicista nato a Sant'Angelo di Gatteo, autore di oltre mille brani di folklore romagnolo, nel 1928 debuttò a Gatteo a Mare inaugurando la stagione turistica estiva con il suo sestetto al Dancing Rubicone. Il sestetto poi diventò poi la famosa orchestra Casadei. La sua più famosa canzone, Romagna mia (1954), è dedicata alla "casetta" del musicista che si trovava proprio a Gatteo a Mare. Alla località il maestro, insieme al nipote Raoul, dedicò negli anni sessanta la canzone Gatteo a Mare.

LetteraturaModifica

Il tenente Carlo Borsani, medaglia d'oro al valore militare, dopo essere divenuto cieco di guerra, vi si recava abitualmente a trascorrere le vacanze, e cantava Gatteo a Mare in alcune delle sue poesie, pubblicate nella raccolta Liriche.[2]

MuseiModifica

Il museo di auto e moto d'epoca "Amarcord" è allestito in un ex capannone lungo la centrale via Matteotti. Le vetture d'epoca risalgono principalmente agli anni quaranta e cinquanta del Novecento, in condizioni ottime e funzionanti. Tra i cimeli, il rimorchio con il quale l'orchestra Casadei trasportava la propria strumentazione durante i primissimi tour.[3]

EconomiaModifica

 
Veduta

Seppure sviluppatasi su un'area relativamente ridotta (circa 1 km²), la località è fortemente urbanizzata e votata interamente al turismo di massa, come altri centri balneari della riviera romagnola. Vi si contano infatti oltre 90 alberghi, 30 stabilimenti balneari e circa 300 appartamenti, oltre a numerose strutture sportive [4]

Infrastrutture e trasportiModifica

StradeModifica

La località è interessata dalla strada statale 16 Adriatica, e tramite la strada provinciale 108 è collegata al nuovo casello della A14 Valle del Rubicone.

FerrovieModifica

La località è servita da una fermata ferroviaria posta sulla linea Ferrara-Rimini.

Trasporti marittimiModifica

Nel periodo estivo, dal molo di ponente alla foce del Rubicone a Gatteo Mare e dal pontile sulla spiaggia davanti viale delle Nazioni, salpa la motonave Adriatic Princess III che offre un servizio di trasporto via mare ed escursioni turistiche lungo la riviera adriatica.

NoteModifica

  1. ^ Chiesa di Sant'Antonio da Padova, Le chiese delle Diocesi italiane.
  2. ^ Carlo Borsani Jr., Carlo Borsani. Una vita per un sogno (1917-1945), Milano, Mursia, 1995.
  3. ^ Museo Auto e Moto d'epoca "Amarcord", su museionline.info. URL consultato il 26 dicembre 2017.
  4. ^ Gatteo a Mare, sito ufficiale del Comune di Gatteo.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Romagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Romagna