Apri il menu principale

Gatti rossi in un labirinto di vetro

film del 1975 diretto da Umberto Lenzi
Gatti rossi in un labirinto di vetro
Gatti rossi in un labirinto di vetro.jpg
Martine Brochard e John Richardson in una scena
Paese di produzioneItalia, Spagna
Anno1975
Durata89 min
Rapporto2,35:1
Generegiallo
RegiaUmberto Lenzi
SoggettoFélix Tusell
SceneggiaturaFélix Tusell
Produttore esecutivoJosé Maria Cunilles
Casa di produzioneNational Cinematografica (Italia),
Estella Films (Spagna)
FotografiaAntonio Millán
MontaggioAmedeo Moriani
MusicheBruno Nicolai
ScenografiaJosé Massagué
CostumiAdriana Spadaro
TruccoMario Di Salvio,
Alfredo Tiberi
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Gatti rossi in un labirinto di vetro è un film del 1975[1] diretto da Umberto Lenzi.

TramaModifica

Un gruppo di americani in gita a Barcellona si trova improvvisamente coinvolto in una serie di efferati delitti in cui un ignoto assassino uccide a coltellate giovani donne cui strappa poi l'occhio sinistro. La polizia sospetta, dopo avere a lungo brancolato nel buio, che l'omicida sia il pubblicitario Mark Burton, amante della signorina Paulette Stone. L'uomo, dal canto suo, ritiene che responsabile degli omicidi sia però sua moglie Alma, da tempo malata di nervi. A scoprire la verità, con l'aiuto di una foto scattata da una delle vittime, è una giovane lesbica, Naiba. L'assassina, poiché è di una donna che si tratta, è Paulette: priva di un occhio perso in un incidente, uccide per "vendicare" la sua inferiorità. Trovandosi faccia a faccia con lei, Naiba sta per subire la sorte delle altre donne, ma la polizia interviene in extremis, uccidendo Paulette.

NoteModifica

  1. ^ visto censura nº 65675 del 13/12/1974

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema