Potassa (Gavorrano)

frazione del comune italiano di Gavorrano
(Reindirizzamento da Gavorrano Scalo)
Potassa
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
ProvinciaProvincia di Grosseto-Stemma.png Grosseto
ComuneGavorrano-Stemma.png Gavorrano
Territorio
Coordinate42°56′55.75″N 10°55′36.13″E / 42.94882°N 10.926703°E42.94882; 10.926703 (Potassa)Coordinate: 42°56′55.75″N 10°55′36.13″E / 42.94882°N 10.926703°E42.94882; 10.926703 (Potassa)
Altitudine70 m s.l.m.
Abitanti208 (2011)
Altre informazioni
Cod. postale58023
Prefisso0566
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Potassa
Potassa

Potassa è una frazione del comune italiano di Gavorrano, nella provincia di Grosseto, in Toscana.

Geografia fisicaModifica

Il paese di Potassa è situato in pianura, nell'area delle Colline metallifere nella Maremma grossetana, alle pendici delle propaggini settentrionali del Monte Calvo (468 m s.l.m.) e di quelle meridionali di Poggio all'Ulivo (141 m) e Poggio Moscatello (239 m). Potassa sorge a ridosso della ferrovia Tirrenica e della superstrada Variante Aurelia.

Il borgo è distante circa 7 km dal capoluogo comunale e poco più di 30 km da Grosseto.

StoriaModifica

La frazione è sorta tra la fine del XVIII e gli inizi del XIX secolo e si sviluppò maggiormente a partire dal 1864, quando fu inaugurata la ferrovia Follonica-Orbetello e qui realizzato lo scalo principale del comune di Gavorrano. Il paese vero e proprio si sviluppò poco a ovest della stazione, nella località denominata Gabriellaccio, grande tenuta dove abitavano coloni e lavoratori soprattutto legati all'attività mineraria.[1] Il toponimo Potassa va infatti ricondotto alla lavorazione della potassa, in quanto qui sorgevano alcuni impianti. La frazione era nota per la presenza di una locanda con stazione di posta.[2] Potassa è ricordata anche dall'archeologo George Dennis nel suo Cities and cemeteries of Etruria (1884).[3]

A Potassa, l'11 giugno 1944, furono fucilati dai nazisti due partigiani maremmani, il gavorranese Primo Moscatelli e lo scarlinese Flavio Agresti; tuttavia, il primo riuscì a sopravvivere fortuitamente fingendosi morto, in quanto non colpito in punti vitali. Sul luogo della fucilazione, lungo la vecchia Aurelia di fronte alla ferrovia, sotto due cipressi, è stato posizionato un cippo funebre in ricordo del partigiano Flavio Agresti, poi insignito della medaglia d'argento al valore militare.[4][5]

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Quella che segue è l'evoluzione demografica della frazione di Potassa.

Anno Abitanti Note
1961
94
1981
132
2001
160
2011
208

Infrastrutture e trasportiModifica

 
La stazione di Gavorrano a Potassa

StradeModifica

La frazione è situata lungo il vecchio tragitto della via Aurelia, che giungendo da Grosseto attraversa prima di arrivare a Potassa i borghi di Braccagni, Giuncarico e Grilli, per poi continuare in direzione di Bagno di Gavorrano. Inoltre, sorgendo anche a ridosso della superstrada, è servita da uno svincolo della Variante Aurelia (svincolo Gavorrano Scalo).

FerrovieModifica

La frazione ospita la stazione ferroviaria principale del comune di Gavorrano, sulla ferrovia Tirrenica da Livorno a Roma. Per questo il paese è noto anche come Gavorrano Scalo.

NoteModifica

  1. ^ F. Giordano, Notizie statistiche sulla industria minieraria in Italia dal 1860 al 1880, Regia tipografia, 1881.
  2. ^ Amato Amati, Dizionario corografico dell'Italia. Volume sesto, Milano, Dott. Francesco Vallardi tipografo-editore, p. 556.
  3. ^ George Dennis, Cities and cemeteries of Etruria, Princeton University Press, 1985, p. 222.
  4. ^ Flavio Agresti, Radio Maremma Rossa. Per una memoria storica locale R/esistenziale.
  5. ^ Scarlino informa Archiviato il 14 ottobre 2014 in Internet Archive., 22 giugno 2010.
  6. ^ Istat suddivide in Potassa (21 abitanti) e Gabriellaccio (73 abitanti).
  7. ^ Dati del censimento Istat 2001

BibliografiaModifica

  • Alberto Prunetti, Potassa, Viterbo, Stampa Alternativa, 2004.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN146788763 · LCCN (ENn2005005753 · GND (DE4819998-9