Apri il menu principale

Geminello Alvi

economista e saggista italiano

Geminello Alvi (Ancona, 24 agosto 1955) è un economista e sociologo italiano.

BiografiaModifica

Laureatosi in Economia e Commercio all'università di Ancona nel 1979, con una tesi dal titolo: "Gli elementi, la tradizione teorica e l'ambiente economico francese dell'Ottocento"[1], è stato assistente del governatore della Banca d'Italia, Paolo Baffi, presso la Banca dei Regolamenti Internazionali (BRI) di Basilea e ha lavorato come economista per varie banche ed altre istituzioni. È stato tra l'altro membro del Consiglio degli esperti del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

È stato editorialista per L'Espresso, il Giornale, il Corriere della Sera, La Repubblica. Nel 1999 ha diretto la rivista bimestrale di economia "Surplus" (gruppo Espresso).

È stato consigliere di amministrazione dell'Acea, e fa parte del Consiglio scientifico della rivista Limes. È stato anche membro del consiglio scientifico della fondazione ENI, dedicata ad Enrico Mattei.

Nel 2007 firma la prefazione al bestseller Falce e carrello dell'imprenditore Bernardo Caprotti. Di particolare interesse, fra l'altro, la sua introduzione alla ristampa dell'opera, di Fabio Cusin, Antistoria d'Italia (Milano, Oscar Mondadori, 2001).

OpereModifica

NoteModifica

  1. ^ C.A.D. - Centro di Ateneo di Documentazione, su cad.univpm.it. URL consultato il 18 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2015).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN76402948 · ISNI (EN0000 0000 8269 7446 · SBN IT\ICCU\CFIV\100238 · LCCN (ENnr94031515 · GND (DE17134362X · BNF (FRcb12405314v (data) · WorldCat Identities (ENnr94-031515