Apri il menu principale

Gene LeBell

judoka e wrestler statunitense

Ivan Gene LeBell (Los Angeles, 9 ottobre 1932) è un judoka, wrestler ed ex stuntman statunitense.

BiografiaModifica

Istruttore di arti marziali, ha scritto numerosi libri. Dopo aver vinto l'Amateur Athletic Union National Judo Championships nel 1954 e 1955[1] acquisì popolarità per quello che può essere considerato il primo incontro di MMA trasmesso in televisione: il 2 dicembre del 1963 salì sul ring contro il pugile Milo Savage[2]. LeBell indossava un kimono e poteva portare ogni tecnica di judo e karate a eccezione dei calci, mentre Savage indossava i guantoni leggeri e poteva portare ogni tipo di pugno. Alla quarta ripresa LeBell atterrò il pugile e lo strangolò, facendolo svenire.

LeBell arbitrò nel 1978 l'esibizione di Antonio Inoki contro Cassius Clay, dichiarando che secondo lui Alì fu il più grande combattente dei pesi massimi e avrebbe avuto successo nell'MMA a patto di dover imparare la lotta a terra[3].

LeBell è solitamente all'angolo della campionessa dell'UFC Ronda Rousey.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN92037352 · ISNI (EN0000 0000 8455 2347 · LCCN (ENn85374942 · WorldCat Identities (ENn85-374942