General of the Army (Stati Uniti d'America)

Generale dell'esercito (inglese: General of the Army) è il secondo grado più alto dell'esercito degli Stati Uniti, superiore al grado un generale e inferiore solamente al grado di generale degli eserciti degli Stati Uniti. Il grado di generale dell'esercito viene conferito solamente in tempo di guerra.

Di fatto è il principale grado militare degli Stati Uniti in tempo di guerra, in quanto Il grado superiore di "generale degli eserciti degli Stati Uniti" è stato conferito solamente a due uomini, uno in vita e uno postumo: John J. Pershing nel 1919 per onorare il suo servizio come comandante della American Expeditionary Forces (Forza di spedizione americana) nella prima guerra mondiale,[1] e George Washington, a cui il grado venne conferito postumo nel 1976 in occasione delle celebrazioni per il bicentenario della guerra d'indipendenza americana, [2][3][4]

Post guerra di secessioneModifica

Il grado venne conferito per la prima volta al termine della guerra di secessione americana dal Congresso il 25 luglio 1866 a Ulysses Grant, che nel 1869 divenne presidente degli Stati Uniti. L'insegna del grado era a quattro stelle. A succedere a Grant il 4 marzo 1869 fu William Sherman, che nel 1872 ordinò che l'insegna del grado fosse cambiata con due stelle con in mezzo lo stemma degli Stati Uniti, dimettendosi poi dalla carica nel 1883. Il 1º giugno 1888 Philip Sheridan venne nominato General of the Army[5] e con la sua morte, avvenuta il successivo 5 agosto, il grado cessò di esistere.

Seconda guerra mondialeModifica

Nel corso della seconda guerra mondiale nel dicembre 1944 il grado venne conferito a:

Guerra di CoreaModifica

Nel corso della guerra di Corea il grado venne conferito a Omar Bradley il 22 settembre 1950, ultimo ad esserne insignito.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Generale dell'esercito

  Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra