Genghis Khan - Il grande conquistatore

film del 2007 diretto da Shinichiro Sawai
Genghis Khan - Il grande conquistatore
Titolo originale蒼き狼 地果て海尽きるまで
Aoki ōkami: Chi hate umi tsukiru made
Lingua originalegiapponese
Paese di produzioneGiappone, Mongolia
Anno2007
Durata136 min
Generestorico, drammatico
RegiaShin'ichirō Sawai
SoggettoSeiichi Morimura
SceneggiaturaTakehiro Nakajima, Shōichi Maruyama
ProduttoreMinoru Ebihara, Yutaka Okada, Yoshiaki Tokutome, Akihiko Oosugi
Produttore esecutivoRyuhei Chiba, Haruki Kadokawa, Katsuhito Matsuura
Casa di produzioneGenghis Khan: To the Ends of the Earth and Sea FPC
FotografiaYonezō Maeda
MontaggioAkimasa Kawashima
MusicheTaro Iwashiro
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Genghis Khan - Il grande conquistatore (蒼き狼 地果て海尽きるまで Aoki ōkami: Chi hate umi tsukiru made (Blue Wolf - To the ends of the Earth and Sea)?) è film giapponese del 2007 diretto da Shin'ichirō Sawai da un romanzo di Seiichi Morimura, prodotto da Haruki Kadokawa e con la partecipazione di Takashi Sorimachi, Ken'ichi Matsuyama e Sōsuke Ikematsu. Si tratta di un film storico di genere drammatico che vuole raffigurare la vita del grande conquistatore di stirpe mongola Gengis Khan, ed è stato pubblicato nel 2007 come una co-produzione mongolo-giapponese, per commemorare l'ottocentesimo anniversario della fondazione della Mongolia. Inoltre, dal film è stato anche ispirato un omonimo manga, uscito nello stesso anno.

TramaModifica

Temujin è figlio del capo di una tribù mongola e cresce come colui che porta dentro di sé il sangue del "lupo blu". Cresciuto, sposa Börte, ma una sera questa viene rapita dagli uomini di un'altra tribù. Quando Temujin la salva lei è oramai incinta; il bambino che nasce viene chiamato Djuci, "estraneo", e Temujin si rifiuta di riconoscerlo.

Col passare del tempo Temujin viene sempre più accettato come sovrano unico di tutti i mongoli; egli allora cambia il proprio nome originario con quello di Gengis Khan, promettendo di vendicarsi della dinastia Jīn, sua acerrima nemica da sempre. In seguito egli riconosce Djuci come proprio figlio, quando questi dimostra coraggio e valore in battaglia. Durante uno scontro con gli avversari Djuci rimane ucciso; d'ora in poi la vita di Gengis Khan prosegue solitaria, come l'eroe che ha riunito l'impero mongolo.

DistribuzioneModifica

Il film è uscito nei seguenti paesi:

Paese Titolo Data Occasione
  Giappone Aoki ōkami: Chi hate umi tsukiru made (蒼き狼 地果て海尽きるまで Blue Wolf - To the ends of the Earth and Sea?) 3 marzo 2007
  Hong Kong n/a 26 aprile 2007 n/a
  Russia Чингиз-хан. На край земли и моря 22 giugno Moscow Film Festival
  Germania Dschingis Khan - Der blaue Wolf n/a Asian Film Festival of Dallas
  Grecia Genghis Khan: Sta perata tis gis kai tis thalassas n/a n/a
  Ungheria Dzsingisz kán n/a n/a
  Italia Genghis Khan - Il grande conquistatore n/a n/a
  Polonia Czyngis-chan: Na podbój świata n/a n/a
  Turchia Cengiz Han: Dünyanın ve Denizlerin Sonu n/a n/a
  Ucraina Чингісхан n/a n/a

Incongruenze storicheModifica

  • Deichar, fratello di Djamukha, muore per mano di Khulan mentre tenta di assassinare Temujin, mentre in realtà morì nel tentativo di rubare dei cavalli dai Mongoli.
  • Djamuka, sconfitto da Temujin, istiga Toyril Khan ad allearsi con lui nonostante fosse alleato con Temujin, mentre nella storia non lo fece subito, dato che Temujin e Toyril Khan misero in rotta le forze di Jamukha, per poi entrare in conflitto tra di loro in quanto il primogenito di Toyril Khan lo istigò a rifiutare di concedere la mano di sua figlia a Jochi, primogenito di Temujin, e di dichiarare guerra a quest'ultimo; Toyril Khan si sarebbe in seguito alleato con Djamukha.
  • Nel film, Djamuka uccide Toyril Khan di propria mano, che fu invece ucciso da un soldato Naiman che non lo aveva riconosciuto. Djamukha si lascia inoltre catturare dalle forze di Temujin, mentre in realtà si rifugiò dai Naiman stessi, che nel film sono poco menzionati, e, dopo la sconfitta finale di questi ultimi, tentò un'ultima volta la fuga che venne però interrotta dai suoi stessi luogotenenti che lo presero e lo portarono al cospetto di Temujin.
  • Nel film, Temujin diventa Genghis Khan e viene incoronato sovrano di tutta la nazione mongola il 16 aprile 1161. Questa dovrebbe essere una gravissima incongruenza, dato che Temujin nacque l'anno dopo, nel 1162, e sarebbe diventato Genghis Khan dopo il 1200, forse nel 1206. La data presente nell'introduzione, il 1161, è però corretta, quindi l'errore sarebbe presente solo nell'edizione italiana del film, e quindi di localizzazione.
  • Djuci, primogenito di Gengis Khan, muore alla fine del film, poco prima che il padre inizi la conquista del regno di Jin, mentre invece morì nel 1227, molto più tardi, nello stesso anno del padre.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica