Apri il menu principale

Gennaro di Borbone-Due Sicilie

Gennaro di Borbone-Due Sicilie
Gennaro di Borbone-Due Sicilie, Conte di Caltagirone.jpg
Principe delle Due Sicilie
Conte di Caltagirone
Nome completo Gennaro Maria Immacolata Luigi di Borbone-Due Sicilie
Trattamento Principe
Nascita Caserta, 28 febbraio 1857
Morte Albano Laziale, 13 agosto 1867 ?
Dinastia Borbone di Napoli
Padre Ferdinando II delle Due Sicilie
Madre Maria Teresa d'Austria
Religione cattolicesimo

Gennaro di Borbone (Caserta, 28 febbraio 1857Albano Laziale, 13 agosto 1867) Principe della Casa delle Due Sicilie e conte di Caltagirone, era l'ultimogenito di Ferdinando II delle Due Sicilie e della sua seconda moglie Maria Teresa d'Asburgo-Teschen.

BiografiaModifica

Ferdinando si era dimostrato coi figli un padre affettuoso e giocoso. Non era raro vederlo circondato dai bambini che giocavano, mentre lui sedeva sulla scrivania intento al suo lavoro. Né era raro per ambasciatori e politici parlare con il re mentre questi contemporaneamente teneva in braccio qualche figlio.

La madre Maria Teresa, se con gli estranei era scontrosa e arrogante, coi figli era una madre tenerissima e protettiva.

Ciò che caratterizzò l'infanzia di Gennaro fu solo la sfortuna di nascere per ultimo e due anni prima della morte del padre, quando il re era già ammalato e ridotto a spostarsi su una lettiga. Era troppo debole quindi per poter giocare e coccolare il figlioletto.

La fuga da NapoliModifica

Il principe, inoltre, visse poco o nulla di quella vita di corte fastosa e agiata che ad un membro di sangue reale era riservata per nascita fino agli ultimi giorni terreni. Nel 1860 infatti, i Borbone vennero cacciati via da Napoli e dal loro regno dalle truppe garibaldine, privati dei loro beni e diritti, costretti ad una esistenza vagabonda e umiliante per tutta la loro vita e per quella dei loro discendenti.

Fu solo grazie al papa, che li ospitò nel palazzo del Quirinale a Roma come riconoscenza della loro fedeltà, se i Borbone poterono avere un tetto sotto cui continuare a vivere tutti insieme.

MorteModifica

Un'epidemia di colera costrinse la popolazione, o almeno chi poteva, ad abbandonare la capitale. Maria Teresa prese i figli che abitavano ancora con lei e scappò sui colli Albani. Neanche qui però la famiglia reale riuscì a trarsi in salvo: il piccolo Gennaro si ammalò e Maria Teresa, fatti scappare gli altri figli, si rifiutò di abbandonare l'ultimogenito al suo destino. Il bambino morì quasi subito; la regina rimase contagiata e morì anch'essa tra atroci sofferenza, avendo rifiutato le cure di un medico perché da lei considerato "liberale".

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie