Georg Christoph Eimmart

Georg Christoph Eimmart (Ratisbona, 22 agosto 1638Norimberga, 5 gennaio 1705) è stato un astronomo e incisore tedesco.

Autoritratto di Georg Christoph Eimmart con Angeli e Atena

BiografiaModifica

 
G. Chr. Eimmart: Planisphaerium Coeleste, 1705 (copia del 1730)

Studiò dal 1655 matematica all’Università di Jena con Erhard Weigel con cui stabilì una duratura amicizia. Nel 1658 fece ritorno a Ratisbona per trasferirsi, dopo la morte del padre, a Norimberga dove lavorò come incisore e divenendo dal 1699 direttore dell’Accademia delle Belle Arti (Akademie der Bildenden Künste Nürnberg) di quella città. Con i guadagni ottenuti con l’attività di incisore poté realizzare nel 1678 su un bastione del Castello di Norimberga un osservatorio astronomico che dovette chiudere temporaneamente nel 1688 a causa della guerra di successione del Palatinato per riprendere, subito dopo, la sua attività astronomica[1].

Realizzò, coniugando la sua attività di incisore e quella di appassionato di astronomia[2], numerose mappe stellari e globi celesti. Fu membro della Accademia delle scienze francese e dell’Accademia delle scienze prussiana

IntitolazioniModifica

A Georg Christoph Eimmart la UAI ha intitolato il cratere lunare cratere Eimmart[3]

OpereModifica

 
Illustrazione all'articolo Observatio eclipseos lunaris, pubblicato sugli Acta Eruditorum del 1687

NoteModifica

  1. ^ Georg Christoph Eimmart - Sito web Astronomie in Nürnberg
  2. ^ Observatio Eclipseos Lunaris partialis, in Acta Eruditorum, Leipzig, 1687, p. 157. URL consultato il 5 novembre 2018.
  3. ^ (EN) Cratere Eimmart, su Gazetteer of Planetary Nomenclature.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN2604336 · ISNI (EN0000 0000 7818 9406 · LCCN (ENnr00022403 · GND (DE118956507 · BNF (FRcb12983761h (data) · BNE (ESXX1211598 (data) · ULAN (EN500011894 · NLA (EN36589616 · BAV (EN495/257730 · CERL cnp01357074 · WorldCat Identities (ENlccn-nr00022403