Georg Schnéevoigt

Musicista finlandese

Georg Lennart Schnéevoigt (Vyborg, 8 novembre 1872Malmö, 28 novembre 1947) è stato un direttore d'orchestra e violoncellista finlandese; Vyborg, all'epoca nel Granducato di Finlandia, si trova ora in Russia.

Georg Lennart Schnéevoigt

BiografiaModifica

Schnéevoigt iniziò la sua carriera come violoncellista esibendosi in tutta Europa negli anni 1890.[1] Fu violoncellista principale della Orchestra Filarmonica di Helsinki dal 1896 al 1902. Successivamente diresse numerose orchestre tra cui la Kaim Orchestra (ora Münchner Philharmoniker), la Riga Philharmonic Orchestra da lui fondata, la Oslo Philharmonic (1919-1921), la Stockholm Concert Society (in seguito l'Orchestra Filarmonica Reale di Stoccolma), la Sydney Symphony e la Los Angeles Philharmonic. Dal 1930, fino alla sua morte nel 1947, Schnéevoigt fu direttore principale dell'Orchestra Sinfonica di Malmö.

Schnéevoigt morì a Malmö, in Svezia nel 1947 all'età di 75 anni.

L'amicizia con SibeliusModifica

Schnéevoigt era un caro amico del compositore Jean Sibelius e spesso eseguiva la sua musica orchestrale. Diresse l'anteprima finlandese di Luonnotar nel gennaio del 1914. Scoprì i manoscritti dei poemi sinfonici di Sibelius "Lemminkäinen and the Maidens" e "Lemminkäinen in Tuonela" (dalla Lemminkäinen Suite), che si ritenevano perduti, e diede le loro prime esecuzioni fin dal 1894.[2] Ha anche realizzato la prima registrazione della Sinfonia n. 6.

ReputazioneModifica

In Europa il giovane Schneevoigt era considerato come minimo un genio. Ma dalle descrizioni della Filarmonica di Los Angeles, lo stile di Schnéevoigt nella direzione era definito come "flaccido", "pignolo", "flemmatico" e "arrancante", con "poco o nessun senso della direzione per quanto riguardava la disciplina". Ciò nonostante, la sua passione per la musica di Sibelius era tale che piangeva quando dirigeva le sue opere.[3]

Vesa Sirén ha sottolineato che i resoconti della Filarmonica di Los Angeles non sono conformi alla critica contemporanea sulla direzione di Schnéevoigt. Sirén afferma che le critiche pubblicate sui giornali di Los Angeles nel periodo 1927-1929 furono principalmente positive e soprattutto le interpretazioni di Mahler di Schnéevoigt furono applaudite. Un motivo per l'apparente perdita di reputazione di Schnéevoigt, secondo Sirén, potrebbe essere il fatto che gli succedettero due direttori leggendari, Artur Rodziński e Otto Klemperer e quindi i suoi successi furono dimenticati.[4]

NoteModifica

  1. ^ FRSO Conductors, su yle.fi, Finnish Radio Symphony. URL consultato il 28 maggio 2007.
  2. ^ Fragment Found, in Time, 9 ottobre 1939. URL consultato il 12 aprile 2007 (archiviato dall'url originale il 30 settembre 2007).
  3. ^ Mark Swed, The Salonen-Gehry axis, in CalendarLive.com, Los Angeles Times, 31 agosto 2003. URL consultato il 28 maggio 2007 (archiviato dall'url originale l'11 marzo 2007).
  4. ^ Sirén, Vesa: Suomalaiset kapellimestarit: Sibeliuksesta Saloseen, Kajanuksesta Franckiin, pp. 224–225. Otava, Helsinki, 2010.

IncarichiModifica

  - Incarichi di Georg Schnéevoigt -  

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN14960586 · ISNI (EN0000 0000 8094 4300 · Europeana agent/base/56018 · LCCN (ENno95034900 · GND (DE116822511 · BNF (FRcb139252171 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no95034900