Apri il menu principale

George Hearn (attore)

cantante e attore teatrale statunitense

George Hearn (Saint Louis, 18 giugno 1934) è un attore e baritono statunitense, noto soprattutto come interprete di musical a Broadway.

Indice

BiografiaModifica

I primi anniModifica

Nato a Saint Louis, Missouri, Hearn studiò filosofia alla Southwestern University di Memphis, prima di imbarcare la carriera teatrale con l'incoraggiamento dall'amica ed insegnante di teatro Irene Dailey. Le sue prime rappresentazioni teatrali avvennero al New York Shakespeare Festival del Lincoln Center.[1]

La carrieraModifica

Il suo debutto teatrale è avvenuto nel secondo tour statunitense del musical Camelot, in cui interpretava Sir Dinadan ed era il primo sostituto per i ruoli di Merlino e Artù. Tre anni più tardi debuttò a Broadway con il musical A Time for Singing con Shani Wallis. Nel 1969 tornò sulle scene newyorchesi con Horseman, Pass By, nell'Off Broadway, mentre l'anno dopo sostituì Paul Hect nel ruolo di John Dickinson nel musical 1776 a Broadway, un ruolo che interpretò anche nella tournée americana dello show. Nel 1975 è Orazio accanto all'Amleto di Sam Waterston a Broadway, mentre nel 1977 era nuovamente in tournée, con il musical Wonderful Town, in cui interpretava Bob Baker accanto a Lauren Bacall. Nel 1979 è nuovamente a Broadway con I Remember Mama con Liv Ullmann, mentre l'anno successivo rimpiazza Len Cariou nel ruolo dell'omonimo protagonista di Sweeney Todd: The Demon Barbar of Fleet Street, all'Uris Theatre di Broadway.[2] Al termine delle repliche a Broadway, George Hearn tornò ad interpretare Sweeney Todd nel tour statunitense con Angela Lansbury; una tappa del tour fu ripresa e trasmessa in televisione, facendo vincere a Hearn il Premio Emmy per la sua performance.[3]

Dopo il successo di Sweeney Todd, George Hearn tornò a Broadway nel 1982 con A Doll's Life, adattamento musicale di Casa di bambola; in esso interpretava Tovald accanto alla moglie Betsy Joslyn, già sua collega nel tour di Sweeney Todd.[4] Nel 1983 ottenne un altro, grande successo con il musical La Cage aux Folles di Jerry Herman e Harvey Fierstein: interpretava Albin, un ruolo in cui cantava più famosa canzone del musical, I Am What I Am, e che gli valse il Tony Award al miglior attore protagonista in un musical.[5] Due anni dopo, nel 1995, interpretò Ben Stone in una versione concertistica del musical Follies in scena al Lincoln Center con Lee Remick e Barbara Cook, oltre a cantare in Kismet alla New York City Opera.[6]

Nel 1986 tornò ad interpretare Albin nella prima londinese de La cage aux Folles, per cui fu candidato al Laurence Olivier Award al miglior attore in un musical. Nel 1989 tornò a Broadway in Meet Me in St. Louis e nel 1992 interpretò nuovamente Sweeney Todd nel musical, in scena alla Paper Mill Playhouse del New Jersey con Judy Kaye.[7] Nel 1993 recitò nel ruolo di Max von Mayerling nella prima americana del musical Sunset Boulevard in scena a Los Angeles con Glenn Close nel ruolo di Norma Desmond. L'anno successivo la produzione fu trasferita a New York e per la sua interpretazione Hearn vinse il suo secondo Tony Award, al miglior attore non protagonista in un musical.[8] Nel 1999 è ancora a Broadway con Putting It Together, una rivista di canzoni di Stephen Sondheim, in cui recitava accanto a Carol Burnett, Ruthie Henshall e John Barrowman; l'interpretazione gli valse una nuova candidatura al Tony Award.

Nel 2000 recita in una produzione concertistica del musical Premio Pulitzer South Pacific, per la regia di Jerry Zaks; accanto a lui nel cast anche Karen Ziemba, Bill Murray e Brent Barrett.[9] Nello stesso interpreta nuovamente Sweeney Todd, in una produzione semiscenica del musical con la New York Philharmonic, Patti LuPone e Neil Patrick Harris.[10] L'anno successivo è ancora Sweeney Todd con Patti LuPone a San Francisco e a Chicago.[11] Nel 2002 condivide ancora il palco con Patti LuPone in A Little Night Music a Ravinia.[12] Nel 2004 torna a Broadway, rimpiazzando Joel Grey nel ruolo del Mago di Oz in Wicked.[13] Nel 2008 è Anton Schell accanto alla Claire Zachanassian di Chita Rivera, nel musical The Visit in scena ad Arlington.[14] Nel 2009 è nuovamente a Ravinia, dove interpreta Artù nel musical Camelot, mentre nel 2010 è a New York con Fanny al City Center! Encores e ancora a Ravinia con Patti LuPone in Annie Get Your Gun.[15] Nel 2012 torna a Broadway per l'ultima volta con il musical Scandalous, con Carolee Carmello.[16]

Vita privataModifica

È stato sposato cinque volte: con Mary Herrell dal 1957 al 1962, con Susan Babel nel 1965, Dixie Carter dal 1977 al 1979, Betsy Joslyn dal 1979 al 1984 e con Leslie Simmons dal 1985. Ha avuto tre figli.

Filmografia parzialeModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

DoppiaggioModifica

TeatrografiaModifica

Doppiatori italianiModifica

In Italia George Hearn è stato doppiato da:

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ George Hearn Biography (1934-), su www.filmreference.com. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  2. ^ Sondheim Guide / Sweeney Todd, su www.sondheimguide.com. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  3. ^ (EN) 'Sweeney Todd' Tries to Cut a Slice of Manhattan's Cultural Cable Pie, in The New York Times, 5 settembre 1982. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  4. ^ (EN) Frank Rich, Theater: 'A Doll's Life,' Musical Sequel to Ibsen, in The New York Times, 24 settembre 1982. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  5. ^ (EN) Playbill Staff, For the Original Stars of La Cage aux Folles, Playing Gay Roles Was a Bold Move, su Playbill, Mon Aug 21 14:05:11 EDT 2017. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  6. ^ (EN) Frank Rich, Stage: Concert Version of 'Follies' Is a Reunion, in The New York Times, 9 settembre 1985. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  7. ^ (EN) Alvin Klein, THEATER; 'Sweeney Todd,' in All Its Musical Power, in The New York Times, 15 novembre 1992. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  8. ^ Entertainment & the Arts | `Sunset Boulevard' Tops Tony Awards | Seattle Times Newspaper, su community.seattletimes.nwsource.com. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  9. ^ (EN) Hearn, Callaway & Campbell to Croon at South Pacific Symposium April 8 in NYC, su Playbill, Thu Apr 08 02:00:00 EDT 1999. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  10. ^ (EN) Murdoch McBride, George Hearn Replaces Recovering Bryn Terfel In NY Phil's Sweeney, su Playbill, Mon Apr 17 02:00:00 EDT 2000. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  11. ^ (EN) Murdoch McBride, Patti LuPone and George Hearn Star in NY Philharmonic's Sweeney, su Playbill, Thu May 04 02:00:00 EDT 2000. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  12. ^ (EN) A Lot of Night Music | TheaterMania, su www.theatermania.com. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  13. ^ (EN) Andrew Gans, George Hearn to Be the Wizard in Broadway's Wicked, su Playbill, Fri Jul 09 14:51:00 EDT 2004. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  14. ^ (EN) Charles Isherwood, A Musical Adaptation of ‘The Visit’, in The New York Times, 31 maggio 2008. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  15. ^ (EN) Krissie Fullerton, PHOTO CALL: Patti LuPone Stars in Annie Get Your Gun at the Ravinia Festival, su Playbill, Mon Aug 16 13:11:00 EDT 2010. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  16. ^ (EN) Harry Haun, THE LEADING MEN: George Hearn Is What He Is, Twice, in Broadway's Scandalous, su Playbill, Mon Nov 12 13:30:00 EST 2012. URL consultato il 9 gennaio 2019.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN42029652 · ISNI (EN0000 0000 6309 9360 · LCCN (ENn84043621 · GND (DE13459150X