Apri il menu principale

George Spencer, II conte Spencer

politico britannico
George Spencer
George Spencer, 2nd Earl Spencer.jpg

Lord del Sigillo Privato
Durata mandato 1794 –
1794
Monarca Giorgio III
Predecessore Granville Leveson-Gower, I marchese di Stafford
Successore John Pitt, II conte di Chatham

Primo Lord dell'Ammiragliato
Durata mandato 1794 –
1801
Monarca Giorgio III
Predecessore John Pitt, II conte di Chatham
Successore John Jervis, I conte di St Vincent

Segretario di Stato per gli Affari Interni
Durata mandato 1806 –
1807
Monarca Giorgio III
Predecessore Robert Jenkinson, II conte di Liverpool
Successore Robert Jenkinson, II conte di Liverpool

Dati generali
Prefisso onorifico The Right Honourable
Suffisso onorifico Conte Spencer
Partito politico Whig
Università Trinity College di Cambridge

George John Spencer, II conte Spencer (Wimbledon, 1º settembre 1758Althorp, 10 novembre 1834), è stato un politico britannico, della fazione dei Whig.

Indice

BiografiaModifica

 
Stemma dei Conti Spencer

George era il figlio di John Spencer, I conte Spencer, e di sua moglie, Margaret Georgiana Poyntz, figlia di Stephen Poyntz. Suoi padrini furono il Re Giorgio II, William Clavering-Cowper, II Conte Cowper (secondo marito di sua nonna) e la sua prozia, la Viscontessa Bateman. Egli venne educato alla Harrow School dal 1770 al 1775, dove vinse la Freccia d'argento (un premio di una nota gara di tiro con l'arco locale) nel 1771. Passò quindi al Trinity College dal 1776 al 1778, dove ottenne il titolo di Master of Arts. Succedette al padre nel 1783[1].

CarrieraModifica

Spencer fu membro del parlamento del Northamptonshire (1780-1782) e per il Surrey (1782-1783). Ha prestato giuramento al Consiglio Privato nel 1794.

Egli prestò servizio sotto il comando di William Pitt come Primo Lord dell'Ammiragliato dal 1794 al 1801, e quindi come Ministro di Tutti i Talenti e Segretario. Egli divenne rinomato per i propri interessi relativi alla letteratura. Molte delle sue relazioni d'amicizia, furono infatti con scrittori rinomati. Suo figlio John Charles fu uno dei capi architetti del passaggio della Grande Riforma nel 1832. Sua sorella Georgiana sposò il Duca del Devonshire e divenne una strenua sostenitrice della fazione degli Whig. Spencer fu anche Alto Steward di St Albans dal 1783 al 1807, Sindaco di St Albans nel 1790, Presidente della Royal Institution (1813-1825) e Commissario del Registro Pubblico nel 1831.

Diventò Fellow della Royal Society nel 1780[2] e Fellow della Society of Antiquaries di Londra nel 1785[2]. Il 18 febbraio 1793, fu nominato vice luogotenente del Northamptonshire[3].

CollezionistaModifica

Spencer era noto per il suo interesse per la letteratura e in particolare per i primi esempi di stampa. È stato l'istigatore e primo Presidente della Roxburghe Club (un esclusivo club letterario), fondata nel 1812. Quando Napoleone istigò la secolarizzazione della case religiose nel sud della Germania, Spencer utilizzò un monaco benedettino, Alexander Horn, di acquisire molti delle i loro libri rari e manoscritti[4].

La sua collezione di decine di migliaia di volumi, che includeva la raccolta quasi completa di edizioni aldine mai riunite, fu messa in vendita nel 1892 e acquistata da Enriqueta Rylands per la John Rylands Library[5] ed è stata indicizzata da Alice Margaret Cooke[6].

MatrimonioModifica

Sposò, il 6 marzo 1781, Lady Lavinia Bingham (1762–1831), figlia di Charles Bingham, I conte di Lucan. Ebbero nove figli:

MorteModifica

Egli morì nel 1834, all'età di 76 anni ad Althorp e venne sepolto nel vicino villaggio di Great Brington il 19 novembre di quell'anno.

George Spencer è antenato diretto di Diana, principessa del Galles e quindi dell'erede al trono britannico, principe William.

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ John Burke, A General and Heraldic Dictionary of the Peerage and Baronetage of the British Empire, London, H. Colburn and R. Bentley, 1833, p. 466.
  2. ^ a b c Page 10143, The Peerage. URL consultato il 1º maggio 2016.
  3. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 13708, 27 September 1794.
  4. ^ Mark Dilworth, ‘Horn, Alexander (1762–1820)’, Oxford Dictionary of National Biography, Oxford University Press, 2004
  5. ^ Lister, Anthony (1989) The Althorp Library ... its Formation and Growth. In: Bulletin of the John Rylands University Library of Manchester, vol. 71, no. 2, pp. 67-86
  6. ^ Fernanda Helen Perrone, ‘Cooke, Alice Margaret (1867–1940)’, Oxford Dictionary of National Biography, Oxford University Press, 2004 accessed 26 Dec 2015

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN17584030 · ISNI (EN0000 0000 6300 0199 · LCCN (ENn88132834 · GND (DE101164548 · BAV ADV11386266 · CERL cnp00182076 · WorldCat Identities (ENn88-132834
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie