Georgia Championship Wrestling

Georgia Championship Wrestling (GCW)
StatoStati Uniti Stati Uniti
Forma societariaPublic company
Fondazione1944 a Atlanta
Fondata daPaul Jones
Chiusura1984
Sede principaleAtlanta, Georgia
Persone chiave
SettoreSport Spettacolo
ProdottiWrestling

La Georgia Championship Wrestling (GCW) fu una federazione di wrestling con sede ad Atlanta, Georgia, che operò dal 1944 al 1984. La compagnia aveva il proprio omonimo programma televisivo che veniva trasmesso dal canale WTBS, ed era molto seguito negli anni settanta ed ottanta. Seppur con base nella città di Atlanta, la federazione organizzava anche eventi di wrestling dal vivo in tutto lo Stato della Georgia. Il territorio era affiliato alla National Wrestling Alliance (NWA).

Programma televisivoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: WCW Saturday Night.
 
Gordon Solie intervista una fan, 1979

Lo show Georgia Championship Wrestling, presentato da Gordon Solie e in onda il sabato sera, veniva registrato negli studi della WTBS su West Peachtree Street ad Atlanta. In studio era presente un piccolo (ma rumoroso) pubblico, come nella maggior parte dei programmi di wrestling dell'epoca. Lo show, che debuttò nel 1971, prevedeva incontri di wrestling, interviste e promo, e lo sviluppo delle varie storyline che coinvolgevano i lottatori della federazione. Nel 1982 il titolo del programma fu cambiato in World Championship Wrestling e dieci anni dopo, nel 1992 il titolo definitivo divenne WCW Saturday Night.

StoriaModifica

ABC BookingModifica

La Georgia Championship Wrestling fu fondata nel 1994 ad Atlanta dal promoter Paul Jones (vero nome Andrew Lutzi) con il nome ABC Booking. La ABC organizzava i propri eventi ogni venerdì sera nel Municipal Auditorium di Atlanta. Jones diresse l'ABC per trent'anni prima del suo ritiro nel 1974, anche se nel periodo 1970-1972 fu assistito dal booker Ray Gunkel, in quanto molto malato (Jones morì nel 1988). Il giorno di Natale del 1971, la Georgia Championship Wrestling mandò in onda il suo primo show televisivo, che fu considerato uno speciale natalizio, per poi iniziare le trasmissioni regolari a partire dal gennaio 1972.

Nel 1972 ci furono alcuni grossi cambiamenti nella compagnia. Per prima cosa, iniziò ad organizzare match nell'allora nuovo Omni Coliseum. Secondariamente, trasferì il proprio programma televisivo dal canale WQXI-TV (ora WXIA) al canale WTCG (in seguito WTBS) di proprietà di Ted Turner.

Mid-South SportsModifica

Il nuovo accordo televisivo fu una delle ultime decisioni di Gunkel, che morì a causa di un infarto poco tempo dopo. Il decesso del booker causò qualche problema interno alla compagnia, con la vedova di Ray, Ann, che fu estromessa dalla dirigenza in favore di Bill Watts, e il nome della federazione fu cambiato in Mid-South Sports. Ann Gunkel decise allora di fondare la propria federazione di wrestling che chiamò All-South Wrestling Alliance.

All'inizio le cose non sembrarono andare bene per la Mid-South, poiché molti dei wrestler maggiori se ne erano andati con Ann, e per cercare di risolvere il problema fu chiamato in causa Jim Barnett, un esperto uomo d'affari che aveva diretto federazioni di wrestling in Michigan, Indiana, Ohio, Colorado e Australia; ma alla fine la All-South Wrestling Alliance fallì nel 1974, e la questione si risolse in favore della Mid-South.

Georgia Championship WrestlingModifica

Quando la WTBS cominciò le trasmissioni via satellite nel 1976, rendendo disponibili i propri programmi in tutti gli Stati Uniti, la rinominata Georgia Championship Wrestling divenne la prima federazione affiliata alla NWA ad essere trasmessa a livello nazionale.[1]

Nel 1982, la Georgia Championship Wrestling cambiò il titolo del proprio show televisivo in World Championship Wrestling.

Alla fine del 1983 Barnett fu estromesso dalla federazione in seguito a una lotta per il potere che coinvolse Jack Brisco, Jerry Brisco e, in misura minore, Ole Anderson, socio minoritario della compagnia.

"Black Saturday"Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Black Saturday.

La data del 14 luglio 1984 è conosciuta nel mondo del wrestling statunitense come il Black Saturday ("sabato nero"). Quel giorno la Georgia Championship Wrestling cessò di esistere quando Vince McMahon acquistò l'intera compagnia e lo spazio televisivo della stessa per espandere la WWF. I fratelli Brisco convinsero la maggioranza degli azionisti a vendere la GCW a McMahon per 900,000 dollari e la garanzia di un posto fisso in WWF.[2]

Freddie Miller, storico annunciatore GCW, fu l'unico membro del cast originale del programma televisivo della Georgia Championship Wrestling a non dare le dimissioni in segno di protesta per il passaggio di proprietà inaspettato. La versione WWF dello show ebbe un crollo degli ascolti, e nel 1985 McMahon vendette lo spazio televisivo a Jim Crockett Jr., un promoter della Carolina del Nord. La Jim Crockett Promotions rinominò il programma World Championship Wrestling.

Championship Wrestling from GeorgiaModifica

Dopo il "Black Saturday", Ole Anderson tentò di proseguire fondando la Championship Wrestling from Georgia (CWG), e nell'aprile 1985 strinse anche un accordo con la Jim Crockett Promotions per organizzare qualche evento in maniera congiunta; ma poco tempo dopo la CWG scomparve a causa di problemi finanziari, finendo per essere assorbita dalla JCP che in seguito divenne la WCW.[3]

TitoliModifica

PersonaleModifica

Wrestler GCW/WCWModifica

Tag Team e fazioniModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling