Georgios Kondylis

politico greco
Georgios Kondylis
GeorgiosKondylis.jpeg
Georgios Kondylis in abiti civili nel 1932

Reggente del Regno di Grecia
Durata mandato 10 ottobre 1935 –
25 novembre 1935
Predecessore carica istituita
Successore carica abolita

Primo ministro della Grecia
Durata mandato 23 agosto 1926 –
4 dicembre 1926
Predecessore Athanasios Eutaxias
Successore Alexandros Zaimīs

Durata mandato 10 ottobre 1935 –
30 novembre 1935
Predecessore Panagīs Tsaldarīs
Successore Konstantinos Demertzis

Ministro della Guerra della Grecia
Durata mandato 12 marzo 1924 –
11 giugno 1924
Predecessore Nikolaos Triantaphyllakos
Successore Theodoros Pangalos

Dati generali
Partito politico Partito Nazionale Democratico
Firma Firma di Georgios Kondylis
Georgios Kondylis
Georgios Kondylis.jpg
Georgios Kondylis in uniforme
NascitaProussos, 14 agosto 1878
MorteAtene, 1º febbraio 1936
Dati militari
Paese servitoFlag of Greece (1822-1978).svg Regno di Grecia
Forza armataFlag of the Greek Army.svg Esercito ellenico
Anni di servizio1896-1924
GradoTenente generale
GuerreLotta Macedone
Guerre balcaniche
Prima guerra mondiale
Guerra civile russa
Guerra greco-turca (1919-1922)
CampagneIntervento alleato nella rivoluzione russa
voci di militari presenti su Wikipedia

Georgios Kondylis (Proussos, 14 agosto 1878Atene, 1º febbraio 1936) è stato un generale e politico greco, due volte primo ministro per un breve periodo.

BiografiaModifica

Dopo essere entrato nell'esercito nel 1896 ed aver combattuto per l'annessione di Creta alla Grecia partecipò alle guerre balcaniche.

Sostenne il movimento di difesa nazionale di Eleutherios Venizelos durante la prima guerra mondiale opponendosi alla restaurazione di re Costantino I e nel 1923 represse la rivolta monarchica.

Nel marzo 1924 divenne primo ministro per qualche mese. Il 21 agosto 1926 organizzò un golpe incruento contro Theodoros Pangalos.

Nel 1932 venne nominato ministro della guerra. Quando il 10 ottobre 1935 i capi di Stato maggiore delle Forze armate, tra i quali il comandante della flotta Alexandros Sakellariou, che ebbe un ruolo determinante nella sollevazione, costrinsero alle dimissioni il governo di Panagīs Tsaldarīs, Kondylis si dichiarò reggente di Grecia e abolì la repubblica indicendo un referendum per il ritorno della monarchia. Dopo l'insediamento di Giorgio II il 25 novembre, in seguito a contrasti con il re, si dimise.

Alle elezioni del gennaio 1936 si alleò con Ioannis Rallis riuscendo a far eleggere 15 suoi sostenitori in Parlamento, ma poco dopo morirà d'infarto.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN103661724 · ISNI (EN0000 0000 7570 2542 · GND (DE140829199 · BNF (FRcb16024816z (data) · WorldCat Identities (ENviaf-103661724