Gerard Piqué

imprenditore, dirigente sportivo ed ex calciatore spagnolo (1987-)

Gerard Piqué Bernabéu (Barcellona, 2 febbraio 1987) è un imprenditore, dirigente sportivo ed ex calciatore spagnolo, di ruolo difensore, presidente del FC Andorra. Con la nazionale spagnola, si è laureato campione del mondo nel 2010 e campione d'Europa nel 2012.

Gerard Piqué
Gerard Piqué 2017.jpg
Piqué con la nazionale spagnola nel 2016
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 194 cm
Peso 85 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Termine carriera 1º gennaio 2023
Carriera
Giovanili
1997-2004Barcellona
2004-2006Manchester Utd
Squadre di club1
2005-2006Manchester Utd3 (0)
2006-2007Real Saragozza22 (2)
2007-2008Manchester Utd9 (0)
2008-2022Barcellona397 (29)
Nazionale
2002-2003Spagna Spagna U-167 (2)
2004Spagna Spagna U-178 (3)
2006Spagna Spagna U-198 (3)
2007Spagna Spagna U-205 (1)
2006-2008Spagna Spagna U-2112 (1)
2007-2022Spagna Spagna102 (5)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Oro Sudafrica 2010
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Oro Polonia-Ucraina 2012
Transparent.png Confederations Cup
Bronzo Sudafrica 2009
Argento Brasile 2013
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 novembre 2022

Considerato uno dei migliori difensori della sua epoca, nel corso della sua carriera ha vestito le maglie di Manchester Utd, Real Saragozza e Barcellona, vincendo una Coppa di Lega inglese, un Community Shield, un campionato inglese, otto campionati spagnoli, sette Coppe del Re, sei Supercoppe spagnole, quattro UEFA Champions League, tre Supercoppe UEFA e tre Coppe del mondo per club FIFA.

Con la nazionale spagnola, ha partecipato a tre campionati del mondo (2010, 2014 e 2018), laureandosi campione iridato nella prima occasione, un campionato europeo nel 2012, vinto proprio dalla Spagna, e due Confederations Cup (2009 e 2013).

È inoltre presidente della FC Andorra, militante in Segunda División spagnola.[1]

BiografiaModifica

Nato a Barcellona, suo padre Joan è un noto avvocato, mentre la madre Montserrat è direttrice dell'Institut Guttmann, una clinica medica specializzata nella cura e riabilitazione di pazienti colpiti da lesioni spinali. Ha anche un fratello minore, Marc.[2][3][4]

Il nonno materno, Amador Bernabéu, è stato un membro della dirigenza del Barcellona, di cui aveva vestito la carica di vice-presidente.[3][5]

È stato il compagno della cantante colombiana Shakira. I due si sono conosciuti in Sudafrica nel 2010, quando il calciatore spagnolo ha preso parte alla realizzazione del video dell'inno ufficiale del campionato mondiale di calcio di quell'anno, Waka Waka (This Time for Africa), di cui la cantante è stata interprete.[6][7] La coppia ha avuto due figli: Milan Piqué Mebarak, nato il 22 gennaio del 2013, e Sasha Piqué Mebarak, nato il 29 gennaio del 2015.[8]

Nel 2017, ha fondato insieme ad altri quattro imprenditori (fra cui Hiroshi Mikitani, proprietario dell'azienda giapponese Rakuten) la società d'investimento Kosmos Global Holding, conosciuta più semplicemente con il nome di Kosmos o con l'acronimo KGH.[9][10] Quindi, negli anni successivi, ha operato per conto della società diversi investimenti nei settori del calcio e degli e-sports.[11][12] Fra questi, l'operazione più rilevante è stata l'acquisizione delle quote societarie del FC Andorra, unica squadra andorrana a partecipare ai campionati spagnoli, nel dicembre del 2018.[13][14]

Caratteristiche tecnicheModifica

Ha giocato come difensore centrale, ma poteva anche ricoprire il ruolo di mediano, suo ruolo originario ai tempi del Manchester Utd. Abbinava a una buona tecnica un fisico imponente, che gli ha permesso di essere un ottimo colpitore di testa sia nei duelli aerei difensivi, sia sui calci piazzati a favore della sua squadra.[15][16][17]

Dotato di ottimi fondamentali, fra cui la lettura delle azioni, il senso della posizione e l'intelligenza tattica, nonché di buone capacità di impostazione del gioco,[18][19] peccava però in velocità, e talvolta è stato penalizzato da un rendimento incostante,[20] specie nelle ultime fasi della sua carriera.[5][21]

Considerato da molti uno dei migliori difensori centrali della sua epoca,[10][18][19] le sue doti di leadership gli hanno permesso di ricoprire a lungo il ruolo di capitano sia nel Barcellona, sia nella nazionale spagnola.[18][19][21]

CarrieraModifica

ClubModifica

Gli iniziModifica

Catalano, entra nel settore giovanile del Barcellona all'età di 10 anni, nel 1997, nella categoria Alevín B; negli anni seguenti percorre quindi tutta la trafila (Alevín B e A, Infantil B e A, Cadete B e A, Juvenil B e A) in differenti ruoli difensivi e sviluppando al contempo buone capacità realizzative.[15]

Manchester Utd e Real SaragozzaModifica

Conclude la parentesi a Barcellona in data 1º luglio 2004, quando firma un contratto professionistico, il primo per lui, con il Manchester Utd; si trasferisce così alla squadra allenata da Alex Ferguson direttamente dal Barcelona B. Fa il suo esordio ufficiale il 26 ottobre dello stesso anno contro il Crewe Alexandra, in un incontro valido per la Football League Cup inglese[15].

Dopo un altro anno a Manchester, nella stagione 2006-2007 viene prestato al Real Saragozza; qui viene regolarmente schierato come difensore centrale o come mediano davanti alla difesa, potendo così totalizzare 22 presenze di campionato, 18 delle quali da titolare, e due reti.[15] Grazie a questi buoni rendimenti viene richiamato al Manchester Utd al termine della stagione.

Nell'annata 2007-2008 si mette in mostra soprattutto in ambito internazionale, in UEFA Champions League, segnando due reti nella fase a gironi,[15] contro Dinamo Kiev e Roma. La stagione si conclude con la vittoria del titolo nazionale e proprio della Champions League.[15] A causa dello scarso utilizzo in campionato, però, il giovane difensore diventa elemento ricercato in chiave mercato da varie squadre, fra le quali il Barcellona e la Juventus.[22][23] Il 22 maggio 2008 trova l'accordo con il suo vecchio club, il Barcellona che paga il suo cartellino 4 milioni.[24][25]

BarcellonaModifica

2008-2015Modifica
 
Piqué in azione in maglia blaugrana nel 2010.

La stagione 2008-2009 è quella dello storico triplete per il club catalano, con la vittoria di campionato, Coppa del Re e Champions League; lo stesso Piqué disputa ben 45 gare totali realizzando tre reti, una in ciascuna competizione (memorabile quella del definitivo 6-2 inflitto al Real Madrid al Bernabeu),[15] e si aggiudica la sua seconda Champions League consecutiva, con il club blaugrana che in finale supera peraltro la squadra che lo aveva lanciato nel professionismo, il Manchester Utd. Nella stagione 2009-2010 il Barcellona, oltre alla Liga fa sue anche Supercoppa di Spagna, Supercoppa UEFA e Coppa del mondo per club, realizzando lo storico sextuple.

La vittoria della Liga si ripete anche nella stagione successiva, e il 28 maggio 2011 Piquè vince la sua terza UEFA Champions League, battendo in finale, come due anni prima, ancora i mancuniani. Piqué gioca la partita da titolare in coppia con Javier Mascherano come difensore centrale. Conclude la stagione con 52 presenze e 4 gol, tre in campionato e uno in Champions League. Memorabile il momento in cui, al termine della finale di Champions, taglia la rete della porta avversaria, portandosela a casa come ricordo.

La stagione seguente non inizia al meglio per Piqué, condizionato da un infortunio alla fibra muscolare che lo tiene lontano dai campi per un mese. Conclude l'annata vincendo 4 trofei e perdendone 2; i trofei vinti sono la Supercoppa UEFA contro il Porto per 2-0; la Copa del Rey, battuto in finale l'Athletic Bilbao, Supercoppa di Spagna contro il Real Madrid nel doppio confronto finito 2-2 al Bernabeu e 3-2 al Camp Nou; il Mondiale per Club nella finale vinta 4-0 contro il Santos, mentre i trofei persi sono la Liga a favore del Real Madrid e la Champions League a favore del Chelsea, che elimina il Barcellona in semifinale.

 
Piqué in allenamento al Barcellona nell'estate del 2014.

Il 29 agosto 2012 perde la Supercoppa di Spagna in favore del Real Madrid. L'11 maggio 2013, vince con 5 giornate d'anticipo, la 22º liga della storia del club, nella partita vinta 1-2 sul campo dell'Atletico Madrid. In Champions League dopo avere battuto con il risultato complessivo di 4-2 il Milan agli ottavi, il PSG con il risultato di 3-3 (il Barca passa per i gol fatti in trasferta PSG-Barcellona 2-2) i blaugrana escono di nuovo in semifinale contro il Bayern Monaco con il peggior passivo degli ultimi anni. Infatti il Barcellona perde 4-0 in Germania e 0-3 in Spagna. Proprio in questa partita Piqué segna l'autogol del 0-2 al minuto 72'.

Il 28 agosto 2013 vince il primo trofeo della nuova stagione contro l'Atletico Madrid: la Supercoppa di Spagna. Il Barca pareggia 1-1 al Vicente Calderón e 0-0 al Camp Nou e si riesce ad aggiudicare la coppa grazie ai gol in trasferta. Il 26 novembre 2013 nella partita Ajax-Barcellona, finita 2-1 per gli olandesi, raggiunge 300 presenze totali in carriera.

Il 17 maggio 2015, grazie alla vittoria esterna contro l'Atlético Madrid, conquista il suo quinto campionato.[26][27] La stagione si rivela molto ricca perché mette in bacheca anche la Coppa del Rey e, soprattutto, la sua quarta Champions League, vinta all'Olympiastadion di Berlino contro la Juventus. Si tratta del suo secondo triplete con la maglia blaugrana.

2015-2022Modifica

Nel corso della stagione seguente gioca la Supercoppa UEFA contro il Siviglia, in una sfida vinta 5-4 ai tempi supplementari. Perde invece la Supercoppa di Spagna, nella doppia sfida contro l'Atlhetic Bilbao, in cui rimedia un rosso nella partita di ritorno. Vince anche la Coppa del mondo contro il River Plate. A fine stagione conquista il suo sesto campionato e la sua quarta Coppa del Rey; in Champions invece il suo club si ferma ai quarti di finale, sconfitto dall'Atletico Madrid.

La nuova stagione si apre con la vittoria della Supercoppa di Spagna contro il Siviglia, per 2-0 al Ramón Sánchez-Pizjuán e 3-0 al Camp Nou. A fine stagione conquista la sua quinta Coppa del Rey perdendo ai quarti di finale di champions league contro la Juventus e si posiziona secondo nella classifica del campionato, alle spalle del Real Madrid.

La stagione 2017-2018 si apre con la sconfitta nella Supercoppa di Spagna contro il Real Madrid, per 1-3 al Camp Nou e 2-0 al Santiago Bernabeu. A fine anno vince la sua settima Liga e la sua sesta Coppa del Rey in finale contro il Siviglia con un netto 5-0. Chiude la stagione con 49 presenze e 4 gol: due in Liga, entrambi contro l'Espanyol, uno in Champions League contro la Roma e uno in Coppa contro il Real Murcia. Il 18 gennaio 2018, in fase di rinnovo contrattuale, Piqué ottiene una clausola rescissoria da 500 milioni di euro.[28]

Nella stagione 2018-2019, conquista con i blaugrana la Supercoppa di Spagna (contro il Siviglia) e un altro campionato, ma la squadra viene eliminata nei quarti di finale della Champions League, stavolta per mano del Liverpool. Anche l'annata 2019-2020 si conclude in maniera deludente, in particolar modo con la sconfitta per 8-2 contro il Bayern Monaco nei quarti di Champions. Nella stagione successiva, partecipa direttamente alla vittoria della Coppa del Re, segnando uno dei gol nella semifinale contro il Siviglia,[29] e poi partecipando alla finale vinta contro l'Athletic Bilbao.[30]

Dopo essere finito ai margini del nuovo corso targato Xavi, suo ex compagno, nelle due stagioni seguenti,[5][21] il 3 novembre 2022 Piqué annuncia il suo imminente ritiro dal calcio giocato all'età di 35 anni, dopo 36 trofei vinti, di cui 31 conquistati solo con il Barcellona.[10][31][32] Gioca la sua ultima partita due giorni dopo, disputando da titolare, e nell'occasione da capitano, l'incontro di campionato al Camp Nou con l'Almería, vinto per 2-0 dalla formazione catalana;[33][34] quindi chiude l'attività agonistica l'8 novembre 2022, con la vittoriosa trasferta 1-2 sul terreno dell'Osasuna, suo malgrado venendo espulso dalla panchina e rimediando così il suo dodicesimo e ultimo cartellino rosso in carriera.[35]

NazionaleModifica

 
Piqué festeggia la vittoria spagnola a Euro 2012.

Nel 2009 partecipa alla FIFA Confederations Cup 2009 in Sudafrica arrivando in semifinale contro gli Stati Uniti. Sempre in Sud Africa nel 2010 viene convocato per il mondiale, e dimostra di essere il giocatore chiave della difesa assieme al compagno di club Carles Puyol. Gioca da titolare tutte le partite del torneo arrivando a conquistare contro i Paesi Bassi l'ambito trofeo. Viene scelto dal CT della Nazionale Spagnola Vincente del Bosque per partecipare al campionato europeo del 2012, che vincerà per 4-0 in finale contro l'Italia, arrivando così, a 25 anni, a vincere tutte le competizioni possibili. Partecipa anche alla FIFA Confederations Cup 2013 in Brasile, dove rimedia un'espulsione nella finale, persa contro i padroni di casa, e al campionato mondiale di calcio 2014 dove la Spagna è uscita ai gironi.

Viene convocato anche per gli Europei 2016 in Francia.[36] Nella prima partita del girone segna il gol vittoria (partita finita 1-0) nonché il primo della manifestazione per gli spagnoli al minuto 87' contro la Rep. Ceca.[37] La sua competizione termina agli ottavi di finale, dove gli spagnoli vengono eliminati dall'Italia per 2-0.

Il 21 maggio 2018 viene incluso dal commissario tecnico della Spagna Lopetegui nella lista dei convocati per il Mondiale di Russia 2018,[38] che per la nazionale spagnola si conclude allo stadio degli ottavi di finale, nei quali viene sconfitta ai rigori dai padroni di casa della Russia. Il 15 giugno 2018 debutta nel Mondiale di Russia 2018 contro il Portogallo, in una partita che terminerà 3-3. Il 20 giugno 2018, nella partita vinta 1-0 contro l'Iran, raggiunge la presenza numero 100 con la Nazionale Spagnola.[39] La selezione iberica si ferma agli ottavi di finale dove perde ai rigori contro la Russia dopo l'1-1 conseguito a seguito dei supplementari; la Spagna era andata in vantaggio, ma poi ha subito l'1-1 su rigore, causato proprio da Piqué con un fallo di mano.[40][41] L'11 agosto seguente, annuncia il ritiro dalla nazionale.[42]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 5 novembre 2022.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2004-2005   Manchester Utd PL 0 0 FACup+CdL 1+1 0 UCL 1 0 - - - 3 0
2005-2006 PL 3 0 FACup+CdL 2+2 0 UCL 0 0 - - - 7 0
2006-2007   Real Saragozza PD 22 2 CR 6 1 - - - - - - 28 3
2007-2008   Manchester Utd PL 9 0 FACup+CdL 0+1 0 UCL 3 2 CS 0 0 13 2
Totale Manchester Utd 12 0 7 0 4 2 0 0 23 2
2008-2009   Barcellona PD 25 1 CR 6 1 UCL 14[43] 1 - - - 45 3
2009-2010 PD 32 2 CR 1 0 UCL 11 2 SS+SU+Cmc 2+1+2 0 49 4
2010-2011 PD 31 3 CR 7 0 UCL 12 1 SS 1 0 51 4
2011-2012 PD 22 2 CR 8 0 UCL 5 0 SS+SU+Cmc 2+0+1 0 38 2
2012-2013 PD 28 2 CR 4 1 UCL 10 0 SS 2 0 44 3
2013-2014 PD 26 2 CR 2 0 UCL 9 2 SS 2 0 39 4
2014-2015 PD 27 5 CR 6 1 UCL 11 1 - - - 44 7
2015-2016 PD 30 2 CR 5 2 UCL 7 1 SU+SS+Cmc 1+1+2 0 46 5
2016-2017 PD 25 2 CR 7 0 UCL 8 1 SS 1 0 41 3
2017-2018 PD 30 2 CR 8 1 UCL 9 1 SS 2 0 49 4
2018-2019 PD 35 4 CR 5 0 UCL 11 2 SS 1 1 52 7
2019-2020 PD 35 1 CR 2 0 UCL 7 0 SS 1 0 45 1
2020-2021 PD 18 0 CR 2 1 UCL 3 1 SS - - 23 2
2021-2022 PD 27 1 CR 2 0 UCL+UEL 5+5 1+1 SS 1 0 40 3
2022-2023 PD 6 0 CR 0 0 UCL 4 0 SS 0 0 10 0
Totale Barcellona 397 29 65 7 131 15 23 1 616 52
Totale carriera 431 32 78 8 135 17 23 1 667 57

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Spagna
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-2-2009 Siviglia Spagna   2 – 0   Inghilterra Amichevole -
28-3-2009 Madrid Spagna   1 – 0   Turchia Qual. Mondiali 2010 1
1-4-2009 Istanbul Turchia   1 – 2   Spagna Qual. Mondiali 2010 -
17-6-2009 Bloemfontein Spagna   1 – 0   Iraq Conf. Cup 2009 - 1º turno -
20-6-2009 Bloemfontein Spagna   2 – 0   Sudafrica Conf. Cup 2009 - 1º turno -   56’
24-6-2009 Bloemfontein Spagna   0 – 2   Stati Uniti Conf. Cup 2009 - Semifinale -   89’
28-6-2009 Rustenburg Spagna   3 – 2 dts   Sudafrica Conf. Cup 2009 - Finale 3º posto -   77’
12-8-2009 Skopje Macedonia   2 – 3   Spagna Amichevole 1
5-9-2009 A Coruña Spagna   5 – 0   Belgio Qual. Mondiali 2010 1
9-9-2009 Mérida Spagna   3 – 0   Estonia Qual. Mondiali 2010 -
10-10-2009 Erevan Armenia   1 – 2   Spagna Qual. Mondiali 2010 -   46’
14-10-2009 Zenica Bosnia ed Erzegovina   2 – 5   Spagna Qual. Mondiali 2010 1   77’
14-11-2009 Madrid Spagna   2 – 1   Argentina Amichevole -
3-3-2010 Saint-Denis Francia   0 – 2   Spagna Amichevole -
29-5-2010 Innsbruck Spagna   3 – 2   Arabia Saudita Amichevole -
8-6-2010 Murcia Spagna   6 – 0   Polonia Amichevole -
16-6-2010 Durban Spagna   0 – 1   Svizzera Mondiali 2010 - 1º turno -
21-6-2010 Johannesburg Spagna   2 – 0   Honduras Mondiali 2010 - 1º turno -
25-6-2010 Pretoria Cile   1 – 2   Spagna Mondiali 2010 - 1º turno -
29-6-2010 Città del Capo Spagna   1 – 0   Portogallo Mondiali 2010 - Ottavi di finale -
3-7-2010 Johannesburg Spagna   1 – 0   Paraguay Mondiali 2010 - Quarti di finale -   57’
7-7-2010 Durban Germania   0 – 1   Spagna Mondiali 2010 - Semifinale -
11-7-2010 Johannesburg Paesi Bassi   0 – 1   Spagna Mondiali 2010 - Finale -
11-8-2010 Città del Messico Messico   1 – 1   Spagna Amichevole -   65’
3-9-2010 Vaduz Liechtenstein   0 – 4   Spagna Qual. Euro 2012 -
7-9-2010 Buenos Aires Argentina   4 – 1   Spagna Amichevole -
8-10-2010 Salamanca Spagna   3 – 1   Lituania Qual. Euro 2012 -
12-10-2010 Glasgow Scozia   2 – 3   Spagna Qual. Euro 2012 -
17-11-2010 Lisbona Portogallo   4 – 0   Spagna Amichevole -   46’
9-2-2011 Madrid Spagna   1 – 0   Colombia Amichevole -   6’
25-3-2011 Granada Spagna   2 – 1   Rep. Ceca Qual. Euro 2012 -
29-3-2011 Kaunas Lituania   1 – 3   Spagna Qual. Euro 2012 -   90’
4-6-2011 Foxborough Stati Uniti   0 – 4   Spagna Amichevole -
10-8-2011 Bari Italia   2 – 1   Spagna Amichevole -   45’
7-10-2011 Praga Rep. Ceca   0 – 2   Spagna Qual. Euro 2012 -
11-10-2011 Alicante Spagna   3 – 1   Scozia Qual. Euro 2012 -
12-11-2011 Londra Inghilterra   1 – 0   Spagna Amichevole -
29-2-2012 Malaga Spagna   5 – 0   Venezuela Amichevole -
3-6-2012 Siviglia Spagna   1 – 0   Cina Amichevole -   56’
10-6-2012 Danzica Spagna   1 – 1   Italia Euro 2012 - 1º turno -
14-6-2012 Danzica Spagna   4 – 0   Irlanda Euro 2012 - 1º turno -
18-6-2012 Danzica Croazia   0 – 1   Spagna Euro 2012 - 1º turno -
23-6-2012 Donec'k Spagna   2 – 0   Francia Euro 2012 - Quarti di finale -
27-6-2012 Donec'k Spagna   0 – 0 dts
(4 – 2 dtr)
  Portogallo Euro 2012 - Semifinale -
1-7-2012 Kiev Spagna   4 – 0   Italia Euro 2012 - Finale -   25’
15-8-2012 Bayamón Porto Rico   1 – 2   Spagna Amichevole -   46’
7-9-2012 Pontevedra Spagna   5 – 0   Arabia Saudita Amichevole -   46’
11-9-2012 Tbilisi Georgia   0 – 1   Spagna Qual. Mondiali 2014 -
6-2-2013 Doha Spagna   3 – 1   Uruguay Amichevole -   46’
22-3-2013 Gijón Spagna   1 – 1   Finlandia Qual. Mondiali 2014 -
26-3-2013 Saint-Denis Francia   0 – 1   Spagna Qual. Mondiali 2014 -
8-6-2013 Miami Gardens Spagna   2 – 1   Haiti Amichevole -   46’
11-6-2013 New York Spagna   2 – 0   Irlanda Amichevole -
16-6-2013 Recife Spagna   2 – 1   Uruguay Conf. Cup 2013 - 1º turno -   36’
23-6-2013 Fortaleza Nigeria   0 – 3   Spagna Conf. Cup 2013 - 1º turno -
27-6-2013 Fortaleza Spagna   0 – 0 dts
(7 – 6 dtr)
  Italia Conf. Cup 2013 - Semifinale -   106’
30-6-2013 Rio de Janeiro Brasile   3 – 0   Spagna Conf. Cup 2013 - Finale -   68’
11-10-2013 Palma di Maiorca Spagna   2 – 1   Bielorussia Qual. Mondiali 2014 -   33’
15-10-2013 Albacete Spagna   2 – 0   Georgia Qual. Mondiali 2014 -
30-5-2014 Siviglia Spagna   2 – 0   Bolivia Amichevole -   46’
13-6-2014 Salvador Spagna   1 – 5   Paesi Bassi Mondiali 2014 - 1º turno -
9-10-2014 Žilina Slovacchia   2 – 1   Spagna Qual. Euro 2016 -
12-10-2014 Lussemburgo Lussemburgo   0 – 4   Spagna Qual. Euro 2016 -   75’
15-11-2014 Huelva Spagna   3 – 0   Bielorussia Qual. Euro 2016 -
18-11-2014 Vigo Spagna   0 – 1   Germania Amichevole -   46’
27-3-2015 Siviglia Spagna   1 – 0   Ucraina Qual. Euro 2016 -
31-3-2015 Amsterdam Paesi Bassi   2 – 0   Spagna Amichevole -   68’
11-6-2015 León Spagna   2 – 1   Costa Rica Amichevole -   58’
14-6-2015 Barysaŭ Bielorussia   0 – 1   Spagna Qual. Euro 2016 -
5-9-2015 Oviedo Spagna   2 – 0   Slovacchia Qual. Euro 2016 -
8-9-2015 Skopje Macedonia   0 – 1   Spagna Qual. Euro 2016 -
9-10-2015 Logroño Spagna   4 – 0   Lussemburgo Qual. Euro 2016 -
13-11-2015 Alicante Spagna   2 – 0   Inghilterra Amichevole -
24-3-2016 Udine Italia   1 – 1   Spagna Amichevole -   73’
27-3-2016 Cluj-Napoca Romania   0 – 0   Spagna Amichevole -   52’
1-6-2016 Salisburgo Spagna   6 – 1   Corea del Sud Amichevole -   59’
7-6-2016 Getafe Spagna   0 – 1   Georgia Amichevole -
13-6-2016 Tolosa Spagna   1 – 0   Rep. Ceca Euro 2016 - 1º turno 1
17-6-2016 Nizza Spagna   3 – 0   Turchia Euro 2016 - 1º turno -
21-6-2016 Bordeaux Croazia   2 – 1   Spagna Euro 2016 - 1º turno -
27-6-2016 Saint-Denis Italia   2 – 0   Spagna Euro 2016 - Ottavi di finale - cap.
1-9-2016 Bruxelles Belgio   0 – 2   Spagna Amichevole -   59’
5-9-2016 León Spagna   8 – 0   Liechtenstein Qual. Mondiali 2018 -
6-10-2016 Torino Italia   1 – 1   Spagna Qual. Mondiali 2018 -   85’
9-10-2016 Scutari Albania   0 – 2   Spagna Qual. Mondiali 2018 -
24-3-2017 Gijón Spagna   4 – 1   Israele Qual. Mondiali 2018 -
28-3-2017 Saint-Denis Francia   0 – 2   Spagna Amichevole -
7-6-2017 Murcia Spagna   2 – 2   Colombia Amichevole -   56’
11-6-2017 Skopje Macedonia   1 – 2   Spagna Qual. Mondiali 2018 -
2-9-2017 Madrid Spagna   3 – 0   Italia Qual. Mondiali 2018 -
5-9-2017 Vaduz Liechtenstein   0 – 8   Spagna Qual. Mondiali 2018 -
6-10-2017 Alicante Spagna   3 – 0   Albania Qual. Mondiali 2018 -   48’ -   60’
9-10-2017 Gerusalemme Israele   0 – 1   Spagna Qual. Mondiali 2018 -
11-11-2017 Malaga Spagna   5 – 0   Costa Rica Amichevole -   46’
14-11-2017 San Pietroburgo Russia   3 – 3   Spagna Amichevole -
23-3-2018 Düsseldorf Germania   1 – 1   Spagna Amichevole -   51’
27-3-2018 Madrid Spagna   6 – 1   Argentina Amichevole -   76’
3-6-2018 Vila-real Spagna   1 – 1   Svizzera Amichevole -
9-6-2018 Krasnodar Tunisia   0 – 1   Spagna Amichevole -
15-6-2018 Soči Portogallo   3 – 3   Spagna Mondiali 2018 - 1º turno -
20-6-2018 Kazan' Iran   0 – 1   Spagna Mondiali 2018 - 1º turno -
25-6-2018 Kaliningrad Spagna   2 – 2   Marocco Mondiali 2018 - 1º turno -
1-7-2018 Mosca Spagna   1 – 1 dts
(3 – 4 dtr)
  Russia Mondiali 2018 - Ottavi di finale -   40’
Totale Presenze (12º posto) 102 Reti 5

PalmarèsModifica

OnorificenzeModifica

  Medaglia d'oro al merito sportivo
— Madrid, 5 ottobre 2011[45]

NoteModifica

  1. ^ Il calciatore Gerard Piqué ha comprato la più antica squadra di calcio di Andorra, su Il Post, 31 dicembre 2018. URL consultato il 22 novembre 2022.
  2. ^ (ES) Familia sólo hay una, su www.elperiodicodearagon.com, 5 agosto 2006. URL consultato il 6 novembre 2022 (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2011).
  3. ^ a b (EN) Sid Lowe, Champions League final: Gerard Piqué is back, the former Manchester United man with Barcelona in his DNA, su The Guardian, 24 maggio 2009. URL consultato il 6 novembre 2022.
  4. ^ Paolo Condò, I giorni del Barça Scandali, debiti e totem divorati, in la Repubblica, 5 marzo 2021, p. 36. URL consultato il 20 maggio 2021.
  5. ^ a b c (EN) Dermot Corrigan, The silent suffering of Gerard Pique, su The Athletic, 21 ottobre 2021. URL consultato il 6 novembre 2022.
  6. ^ Shakira: "Gerard Piquè? Con lui ho riscoperto l'amore", su gossip.pourfemme.it. URL consultato il 3 gennaio 2021.
  7. ^ Shakira ufficializza la love con Piqué, e «Waka-Waka» è bandita dallo stadio, su corriere.it, 30 marzo 2011. URL consultato il 3 gennaio 2021.
  8. ^ Shakira di nuovo mamma. L'Unicef twitta gli auguri anche a papà Piquè, su rainews.it, 29 gennaio 2015. URL consultato il 3 gennaio 2021.
  9. ^ Difensore, investitore e presidente? L’azienda Piqué, su calcioefinanza.it, 18 novembre 2020.
  10. ^ a b c Il calciatore spagnolo Gerard Piqué ha annunciato il suo ritiro dal professionismo, su Il Post, 3 novembre 2022. URL consultato il 6 novembre 2022.
  11. ^ (EN) Henry Flynn, Gerard Piqué Joins Sorare To Help Reinvent Fantasy Soccer Worldwide, su Forbes, 18 dicembre 2020. URL consultato il 6 novembre 2022.
  12. ^ (EN) Ed Dixon, Kosmos turns to Twitch for Copa America broadcasts in Spain, su SportsPro, 21 giugno 2021. URL consultato il 6 novembre 2022.
  13. ^ Il calciatore Gerard Piqué ha comprato la più antica squadra di calcio di Andorra, su Il Post, 31 dicembre 2018. URL consultato il 6 novembre 2022.
  14. ^ Antonio Torrisi, La vittoria contro il "Dream Team" di Cruyff e la proprietà Piqué: l'FC Andorra, su Goal.com, 3 novembre 2022. URL consultato il 6 novembre 2022.
  15. ^ a b c d e f g (EN) FCBarcelona.cat - Gerard Piqué Bernabeu, su arxiu.fcbarcelona.cat. URL consultato il 28 febbraio 2010.
  16. ^ (EN) A closer look at Spain’s Euro 2012 squad, in The Globe and Mail, 6 giugno 2012. URL consultato il 6 novembre 2022.
  17. ^ (EN) Dermot Corrigan, Barcelona's defence: One goal conceded in La Liga - but Ter Stegen has been overworked, su The Athletic, 4 ottobre 2022. URL consultato il 6 novembre 2022.
  18. ^ a b c (EN) Alfie Potts-Harmer, 7 Best Centre-Backs of the Decade, su HITC, 26 dicembre 2019. URL consultato il 6 novembre 2022.
  19. ^ a b c (EN) Ryan Dabbs, Ed McCambridge e Mark White, Ranked! The 10 best centre-backs in the world, su FourFourTwo, 29 gennaio 2021. URL consultato il 6 novembre 2022.
  20. ^ (EN) Cox: Pep's Barca vs. Pep's Bayern, su ESPN.com, 5 maggio 2015. URL consultato il 6 novembre 2022.
  21. ^ a b c Francesco Schirru, Piqué, da imprescindibile colosso a riserva: il mondo a Barcellona è cambiato e ha portato al ritiro, su Goal.com, 3 novembre 2022. URL consultato il 6 novembre 2022.
  22. ^ Tuttosport - Piqué, segnali alla Juve, su tuttomercatoweb.com, 8 marzo 2008.
  23. ^ Juventus, prosegue l’interesse per Pique, su tuttomercatoweb.com, 18 marzo 2008.
  24. ^ UFFICIALE: Piqué-Barcellona, ecco la firma [collegamento interrotto], su tuttomercatoweb.com, 27 maggio 2008.
  25. ^ (EN) Pique set for Barca return, su manutd.com, 27 maggio 2008.
  26. ^ Spagna, Barcellona campione per la 23ª volta: Messi-gol, Atletico battuto, su gazzetta.it, 17 maggio 2015. URL consultato il 17 maggio 2015.
  27. ^ (ES) Una Liga al dictado de Messi, su marca.com, 17 maggio 2015. URL consultato il 17 maggio 2015.
  28. ^ (EN) Piqué and FC Barcelona renew contract through to 2022, su FC Barcelona, 18 gennaio 2018. URL consultato il 6 novembre 2022.
  29. ^ (EN) Barcelona vs. Sevilla score: Barca reach Copa del Rey final as Pique, Braithwaite rescue trophy chance, su CBSSports.com, 4 marzo 2021. URL consultato il 6 novembre 2022.
  30. ^ (EN) Barca thrash Athletic to win Copa del Rey, in BBC Sport, 17 aprile 2021. URL consultato il 6 novembre 2022.
  31. ^ Clamoroso Piqué, lascia il Barcellona e il calcio: "Sabato ultima partita al Camp Nou" , su Sportmediaset.it, 3 novembre 2022. URL consultato il 6 novembre 2022.
  32. ^ Piqué si ritira, l'annuncio a sorpresa: "Sabato la mia ultima partita al Camp Nou", su La Gazzetta dello Sport, 3 novembre 2022. URL consultato il 3 novembre 2022.
  33. ^ (ES) Así ha sido la "emocionante, discreta y elegante" despedida a Gerard Piqué en su último partido en el Camp Nou, su Cadena Ser, 5 novembre 2022. URL consultato il 6 novembre 2022.
  34. ^ Gabriele Conflitti, Piqué saluta tutti: contro l'Almeria ultima partita da professionista, su Goal.com, 6 novembre 2022. URL consultato il 6 novembre 2022.
  35. ^ Luca Stamerra, Liga, Osasuna-Barcellona - Che beffa per Gerard Piqué! Chiude la carriera con... Un cartellino rosso, su eurosport.it, 8 novembre 2022.
  36. ^ (ES) OFICIAL - Esta es la lista definitiva de la Selección española para la Eurocopa de Francia, su rfef.es, 31 maggio 2016. URL consultato il 31 maggio 2016.
  37. ^ Spagna-Repubblica Ceca 1-0: decide Piqué all'87', su gazzetta.it. URL consultato il 13 giugno 2016.
  38. ^ Mondiali Russia 2018, convocati Spagna: fuori Morata, Suso e Callejon. C'è Iniesta, su sport.sky.it, 21 maggio 2018. URL consultato il 21 maggio 2018.
  39. ^ (ES) DESDE DENTRO | El equipo homenajea a Gerard Piqué por sus 100 partidos con España, su www.sefutbol.com. URL consultato il 23 giugno 2018.
  40. ^ (EN) Joe Short, Spain penalty controversy: Gerard Pique fumes at referee after handball vs Russia, in Express.co.uk, 1º luglio 2018. URL consultato il 4 agosto 2018.
  41. ^ La Russia ha eliminato la Spagna - Il Post, in Il Post, 1º luglio 2018. URL consultato il 4 agosto 2018.
  42. ^ Spagna, arriva l'annuncio di Piquè: "Addio alla nazionale, penserò solo al Barcellona", Goal.com, 11 agosto 2018. URL consultato l'11 agosto 2018.
  43. ^ 2 presenze nel Terzo turno preliminare.
  44. ^ (EN) The 2014/15 Liga BBVA Ideal XI, su laliga.es, 15 giugno 2015. URL consultato il 24 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2018).
  45. ^ (ES) Los campeones del Mundo de fútbol ya tienen la Real Orden del Mérito Deportivo, su mundodeportivo.com, 23 settembre 2011. URL consultato il 17 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2014).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN169126987 · ISNI (EN0000 0001 1814 1803 · LCCN (ENno2015032265 · BNE (ESXX4949084 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2015032265