Gerd Müller

calciatore e dirigente sportivo tedesco (1945-2021)
Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo calciatore tedesco nato nel 1954, vedi Gerd Müller (calciatore 1954).

Gerhard Müller, detto Gerd (Nördlingen, 3 novembre 1945Wolfratshausen, 15 agosto 2021), è stato un calciatore e dirigente sportivo tedesco, di ruolo attaccante.

Gerd Müller
Müller in nazionale al campionato del mondo 1974
Nazionalità bandiera Germania Ovest
Bandiera della Germania Germania (dal 1990)
Altezza 176[1] cm
Peso 77 kg
Calcio
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Termine carriera 1º luglio 1981[2] - giocatore
30 giugno 2014 - allenatore
Carriera
Giovanili
1960-1963Nördlingen
Squadre di club1
1963-1964Nördlingen31 (51)
1964-1979Bayern Monaco459 (404)
1979-1981Ft. Lauderdale Strikers80 (40)
Nazionale
1965Bandiera della Germania Ovest Germania Ovest U-211 (1)[3]
1966-1974Bandiera della Germania Ovest Germania Ovest62 (68)[4]
Carriera da allenatore
1992-2014Bayern Monaco IIVice
Palmarès
 Mondiali di calcio
Bronzo Messico 1970
 Mondiali di calcio
Oro Germania Ovest 1974
 Europei di calcio
Oro Belgio 1972
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Considerato il più grande centravanti tedesco della storia oltreché tra i più forti di tutti i tempi,[5][6][7][8][9][10] con la Germania Ovest è stato campione d'Europa nel 1972 e campione del mondo nel 1974, segnando i gol decisivi in entrambe le finali. Con il Bayern Monaco, squadra della quale è il migliore realizzatore di tutti i tempi, vinse 4 campionati tedeschi, 4 coppe nazionali, 1 Coppa delle Coppe, 3 Coppe dei Campioni e una Coppa Intercontinentale.

Vincitore di un Pallone d'oro (1970) e di due Scarpe d'oro (1970 e 1972), è uno dei cannonieri più prolifici della storia del calcio avendo messo a segno 730 reti in 788 incontri – il che lo rende uno dei giocatori con la più alta media realizzativa, pari a 0,93 reti a partita[11] –, di cui 68 con la squadra nazionale della Germania Occidentale, a fronte di sole 62 presenze. Con 365 gol realizzati è il miglior marcatore nella storia della Bundesliga.

Assieme a Valentin Koz'mič Ivanov, Dražan Jerković e David Villa è uno dei calciatori ad avere vinto sia la classifica dei cannonieri dei Mondiali (1970) che degli Europei (1972).

Nel 2004 Pelé lo ha inserito nella sua FIFA 100, lista che raccoglie i 125 più grandi calciatori della storia al momento della stesura.

Biografia modifica

Gioventù modifica

Gerd Müller è nato il 3 novembre 1945 nella città bavarese-sveva di Nördlingen. Era il quinto e più giovane figlio di Johann Heinrich Müller e di sua moglie Christina Karoline nata Jung. In giovane età, ha iniziato a giocare a calcio con i giovani di Nördlingen per la strada prima che Georg Münzinger, un membro della squadra giovanile del TSV 1861 Nördlingen, volesse guidarlo nel suo club.[12] A causa dei dubbi su se stesso e della sua timidezza, si dice che Hadde, come veniva spesso chiamato Müller in gioventù, non abbia osato unirsi al club.[12]

Nell'agosto 1958, l'ormai dodicenne Müller si unì alla squadra giovanile del TSV 1861 Nördlingen su raccomandazione di Münzinger, dopo che un amico che era già attivo nel club lo aveva portato ad allenarsi,[13] e aveva già mostrato qualità da gol come giocatore giovanile. Nelle giovanili A si dice che abbia segnato 180 gol [14][15][16] su un totale di 204 partite durante la stagione 1962/63 ed è stato nominato nella selezione giovanile della Federcalcio bavarese.

Müller, che proveniva da un ambiente umile, iniziò un apprendistato come tessitore in un'azienda di Nördlingen dopo aver completato con successo la scuola elementare all'età di 14 anni. Quando avrebbe dovuto lavorare a turni lì, perdendo l'allenamento serale a settimane alterne, ha accettato un lavoro come saldatore nell'azienda Bremshey.

Vita privata modifica

Nell'ottobre 1965 conobbe la sua futura moglie Ursula ("Uschi") Ebenböck, figlia di un ingegnere civile e di una cartolaia, mentre beveva un caffè in una filiale di Tchibo alla stazione di Monaco di Baviera Est. All'epoca lei aveva 16 anni e poco dopo Müller festeggiò il suo ventesimo compleanno. La coppia si sposò nel 1967, con sua moglie che agì anche come suo manager, specialmente mentre stava militando all'FC Bayern Monaco. La loro figlia è nata nel 1971; da lei ebbe anche il suo unico nipote.

Müller, i cui genitori riuscivano appena a sbarcare il lunario come autista e donna delle pulizie, spesso agli occhi di molti e anche di compagni di gioco rimaneva solo l'uomo ignorante di Nördlingen cresciuto in condizioni disagiate con il suo diploma di scuola elementare. Ha "percepito il rifiuto e l'arroganza che gli venivano lanciati da parti all'interno della squadra, e ne ha sofferto", scrive lo storico Hans Woller nella sua biografia Gerd Müller – oder wie das Geld in den Fußball kam. ("Gerd Müller - o come i soldi sono entrati nel calcio"). "Nessuno veniva da così in basso, quasi nessuno veniva così chiaramente dalla provincia."

Carriera modifica

Giocatore modifica

Club modifica

 
Müller nel 1967 con Franz Beckenbauer e Werner Olk.

Iniziò la carriera nelle giovanili della squadra della sua città, il TSV 1961 Nördlingen. Ebbe la fortuna, in coabitazione con Beckenbauer, di ritrovarsi non uno ma due allenatori che hanno creduto al suo talento: gli jugoslavi (croati) Čajkovski e Zebec. Il primo lo scoprì e lo lanciò in prima squadra, il secondo ne affinò le caratteristiche.

A diciannove anni fu notato dal Bayern Monaco che lo mise subito sotto contratto. Il club, che già aveva in organico Sepp Maier e Franz Beckenbauer, cercava di fare il salto dalla Regionalliga Süd (seconda serie del campionato tedesco occidentale) al massimo campionato, la Bundesliga. Vi riuscì nel 1965, e Gerd Müller fu una delle chiavi dei successi futuri della squadra di Monaco di Baviera: nelle quindici stagioni al Bayern Monaco segnò 365 gol in 427 presenze in campionato; fu quattro volte campione di Germania (1969, 1972, 1973 e 1974), tre volte campione d'Europa (1974, 1975 e 1976), vinse la Coppa Intercontinentale nel 1976 e la Coppa delle Coppe nel 1967. Le sue 365 reti in Bundesliga costituiscono tuttora un primato ineguagliato, di 88 gol superiore al secondo miglior marcatore, Robert Lewandowski (277).

In ragione della sua prolificità Müller fu ribattezzato Bomber der Nation[17] ("Il cannoniere nazionale") e, vista la sua statura non eccezionale, Kleines dickes Müller ("Il piccolo grasso Müller", con una forzatura alla declinazione dell'aggettivo)[18].

 
Müller con la maglia del Bayern Monaco nel 1973

Il ruolino di marcia internazionale di Gerd Müller fu perfettamente in linea con quello del campionato tedesco: con il Bayern Monaco segnò 69 gol in 77 partite ufficiali nelle Coppe Europee (ma la UEFA non computa le sette reti che segnò in Coppa delle Fiere, in quanto competizione non organizzata dalla UEFA).

Nel 1970 gli fu assegnato il Pallone d'oro.

Anche Gerd Müller si cimentò con il calcio statunitense: quando nel 1979 lasciò il Bayern Monaco fu ingaggiato dai Fort Lauderdale Strikers, squadra della Florida militante nella North American Soccer League. In tre stagioni segnò 40 gol, riuscendo anche a raggiungere la finale nel 1980, venendo però sconfitto dai Cosmos del suo ex compagno di club e di nazionale Franz Beckenbauer. Nel 1982 si ritirò dal calcio giocato.

Nazionale modifica

 
Müller (a destra) solleva la Coppa del Mondo nel 1974; al suo fianco, il connazionale Overath.

La carriera di Müller in Nazionale (all'epoca la Germania Ovest) fu relativamente breve (solo otto anni), ma molto prolifica e ricca di soddisfazioni. È uno tra i pochi calciatori con più di 50 presenze in Nazionale a vantare più gol segnati che gettoni di presenza: nelle 62 volte in cui ha vestito la maglia della Germania Ovest, infatti, ha segnato ben 68 gol.

Con la sua nazionale, Gerd Müller esordì in un'amichevole contro la Turchia nel 1966; già l'anno dopo si rese protagonista con una quaterna (la prima di quattro) all'Albania nelle qualificazioni per il campionato europeo del 1968, alla cui fase finale la Germania Ovest comunque non prese parte, essendosi classificata seconda nel proprio girone alle spalle della Jugoslavia. Due anni dopo, prese parte ai Mondiali messicani del 1970 e nella semifinale a Città del Messico, passata alla storia come la partita del secolo, segnò due gol; Müller si laureò capocannoniere (10 gol) della competizione e anche grazie alle straripanti prestazioni si aggiudicò il Pallone d'oro di quell'anno.

Fu campione d'Europa nel 1972, segnando due dei tre gol con i quali la Germania Ovest sconfisse l'Unione Sovietica nella finale di Bruxelles, e vinse il campionato del mondo del 1974, segnando il gol con cui la Germania Ovest superò di misura la Polonia in semifinale e, soprattutto, quello che decise la finale a Monaco di Baviera contro i Paesi Bassi. Fu, a soli 28 anni, la sua ultima partita in Nazionale.

Dopo il ritiro modifica

 
Müller nel 2007

Dopo il ritiro, Müller dovette affrontare un lungo periodo di depressione, che lo condusse anche all'alcolismo. Gli vennero in soccorso i suoi ex compagni del Bayern Monaco nel frattempo divenuti dirigenti del club, che lo incoraggiarono ad affrontare una terapia di disintossicazione e riabilitazione e successivamente, nel 1992, lo ingaggiarono nello staff tecnico come allenatore delle squadre giovanili.

La notte del 17 luglio 2011 Müller scomparve nel nulla per le vie di Trento. Subito preoccupati, i dirigenti avvisarono le forze dell'ordine, che lo rinvennero 15 ore dopo, sempre a Trento, in stato confusionale.[19]

Il 6 ottobre 2015 il Bayern Monaco rivelò che Müller era affetto dalla malattia di Alzheimer. Da quel momento l'ex attaccante visse in un centro medico specializzato[20] fino alla morte, avvenuta la mattina del 15 agosto 2021 a 75 anni per l'aggravarsi delle sue condizioni.[21] Müller fu sepolto nella sala delle urne del cimitero di Straßlach-Dingharting, nel circondario di Monaco.[22]

Statistiche modifica

Globalmente Gerd Müller, tra club e nazionale, ha segnato 730 gol in 788 presenze ufficiali, alla media di 0,93 reti a partita.[3][4][23][24]

Presenze e reti nei club modifica

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1962-1963   Nördlingen BS-N 3 4 - - - - - - - - - 3 4
1963-1964 BS-N 28 47 - - - - - - - - - 28 47
Totale Nördlingen 31 51 - - - - - - 31 51
1964-1965   Bayern Monaco II LB-S 3 2 - - - - - - - - - 3 2
1964-1965   Bayern Monaco RL 26+6[25] 33+6[25] - - - - - - - - - 32 39
1965-1966 BL 33 15 CG 6 1 - - - - - - 39 16
1966-1967 BL 32 28 CG 4 7 CdC 9 8 - - - 45 43
1967-1968 BL 34 19 CG 4 4 CdC 8 7 - - - 46 30
1968-1969 BL 30 30 CG 5 7 - - - - - - 35 37
1969-1970 BL 33 38 CG 3 4 CC 2 0 - - - 38 42
1970-1971 BL 32 22 CG 7 10 CdF 8 7 - - - 47 39
1971-1972 BL 34 40 CG 6 5 CdC 8 5 - - - 48 50
1972-1973 BL 33 36 CG+CdL 5+5 7+12 CC 6 11 - - - 49 66
1973-1974 BL 34 30 CG 4 5 CC 10 8 - - - 48 43
1974-1975 BL 33 23 CG 3 2 CC 7 5 - - - 43 30
1975-1976 BL 22 23 CG 6 7 CC 6 5 SU 1 0 35 35
1976-1977 BL 25 28 CG 4 11 CC 4 5 SU+CInt 2+2 3+1 37 48
1977-1978 BL 33 24 CG 3 4 CU 6 4 CE 6 5 48 37
1978-1979 BL 19 9 CG 2 4 - - - - - - 21 13
Totale Bayern Monaco 453+6 398+6 62+5 78+12 74 65 11 9 611 568
1979   Ft. Lauderdale Strikers NASL 25+2[26] 19+0[26] - - - - - - - - - 27 19
1980 NASL 29+7[26] 14+2[26] - - - - - - - - - 36 16
1981 NASL 17 5 - - - - - - - - - 17 5
Totale Fort Lauderdale Strikers 71+9 38+2 - - - - - - 80 40
Totale carriera 558+15 489+8 62+5 78+12 74 65 11 9 725 661

Cronologia presenze e reti in nazionale modifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Germania Ovest
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
12-10-1966 Ankara Turchia   0 – 2   Germania Ovest Amichevole -
8-4-1967 Dortmund Germania Ovest   6 – 0   Albania Qual. Euro 1968 4
3-5-1967 Belgrado Jugoslavia   1 – 0   Germania Ovest Qual. Euro 1968 -
27-9-1967 Berlino Germania Ovest   5 – 1   Francia Amichevole 1
7-10-1967 Amburgo Germania Ovest   3 – 1   Jugoslavia Qual. Euro 1968 1
25-9-1968 Marsiglia Francia   1 – 1   Germania Ovest Amichevole -
13-10-1968 Vienna Austria   0 – 2   Germania Ovest Qual. Mondiali 1970 1
23-11-1968 Nicosia Cipro   0 – 1   Germania Ovest Qual. Mondiali 1970 1
26-3-1969 Francoforte Germania Ovest   1 – 1   Galles Amichevole 1
16-4-1969 Glasgow Scozia   1 – 1   Germania Ovest Qual. Mondiali 1970 1
10-5-1969 Norimberga Germania Ovest   1 – 0   Austria Qual. Mondiali 1970 1
21-5-1969 Essen Germania Ovest   12 – 0   Cipro Qual. Mondiali 1970 4
21-9-1969 Vienna Austria   1 – 1   Germania Ovest Amichevole 1
24-9-1969 Sofia Bulgaria   0 – 1   Germania Ovest Amichevole -
22-10-1969 Gotha Germania Ovest   3 – 2   Scozia Qual. Mondiali 1970 1
11-2-1970 Siviglia Spagna   2 – 0   Germania Ovest Amichevole -
8-4-1970 Stoccarda Germania Ovest   1 – 1   Romania Amichevole -
9-5-1970 Berlino Germania Ovest   2 – 1   Irlanda Amichevole -
13-5-1970 Hannover Germania Ovest   1 – 0   Jugoslavia Amichevole -
3-6-1970 León Germania Ovest   2 – 1   Marocco Mondiali 1970 - 1º turno 1
7-6-1970 León Germania Ovest   5 – 2   Bulgaria Mondiali 1970 - 1º turno 3
10-6-1970 León Germania Ovest   3 – 1   Perù Mondiali 1970 - 1º turno 3
14-6-1970 León Germania Ovest   3 – 2   Inghilterra Mondiali 1970 - Quarti di finale 1
17-6-1970 Città del Messico Italia   4 – 3   Germania Ovest Mondiali 1970 - Semifinale 2 Resoconto
20-6-1970 Città del Messico Germania Ovest   1 – 0   Uruguay Mondiali 1970 - Finale 3º posto -
9-9-1970 Norimberga Germania Ovest   3 – 1   Ungheria Amichevole 2
17-10-1970 Colonia Germania Ovest   1 – 1   Turchia Qual. Euro 1972 1
17-2-1971 Tirana Albania   0 – 1   Germania Ovest Qual. Euro 1972 1
25-4-1971 Istanbul Turchia   0 – 3   Germania Ovest Qual. Euro 1972 2
22-6-1971 Oslo Norvegia   1 – 7   Germania Ovest Amichevole 3
27-6-1971 Göteborg Svezia   1 – 0   Germania Ovest Amichevole -
30-6-1971 Copenaghen Danimarca   1 – 3   Germania Ovest Amichevole 1
8-9-1971 Hannover Germania Ovest   5 – 0   Messico Amichevole 3
10-10-1971 Varsavia Polonia   1 – 3   Germania Ovest Qual. Euro 1972 2
17-11-1971 Amburgo Germania Ovest   0 – 0   Polonia Qual. Euro 1972 -
29-3-1972 Budapest Ungheria   0 – 2   Germania Ovest Amichevole -
29-4-1972 Londra Inghilterra   1 – 3   Germania Ovest Euro 1972 - Quarti di finale - andata 1
13-5-1972 Berlino Germania Ovest   0 – 0   Inghilterra Euro 1972 - Quarti di finale - ritorno -
26-5-1972 Monaco di Baviera Germania Ovest   4 – 1   Unione Sovietica Amichevole 4
14-6-1972 Anversa Belgio   1 – 2   Germania Ovest Euro 1972 - Semifinale 2
18-6-1972 Bruxelles Germania Ovest   3 – 0   Unione Sovietica Euro 1972 - Finale 2 1º titolo europeo
15-11-1972 Düsseldorf Germania Ovest   5 – 1   Svizzera Amichevole 4
28-3-1973 Düsseldorf Germania Ovest   3 – 0   Cecoslovacchia Amichevole 2
9-5-1973 Monaco di Baviera Germania Ovest   0 – 1   Jugoslavia Amichevole -
12-5-1973 Gotha Germania Ovest   3 – 0   Bulgaria Amichevole -
16-6-1973 Berlino Germania Ovest   0 – 1   Brasile Amichevole -
5-9-1973 Mosca Unione Sovietica   0 – 1   Germania Ovest Amichevole 1
10-10-1973 Hannover Germania Ovest   4 – 0   Austria Amichevole 2
13-10-1973 Gelsenkirchen Germania Ovest   2 – 1   Francia Amichevole 2
24-11-1973 Stoccarda Germania Ovest   2 – 1   Spagna Amichevole -
23-2-1974 Barcellona Spagna   1 – 0   Germania Ovest Amichevole -
26-2-1974 Roma Italia   0 – 0   Germania Ovest Amichevole -
27-3-1974 Francoforte Germania Ovest   2 – 1   Scozia Amichevole -
17-4-1974 Dortmund Germania Ovest   5 – 0   Ungheria Amichevole 2
1-5-1974 Amburgo Germania Ovest   2 – 0   Svezia Amichevole -
14-6-1974 Berlino Germania Ovest   1 – 0   Cile Mondiali 1974 - 1º turno -
18-6-1974 Amburgo Australia   0 – 3   Germania Ovest Mondiali 1974 - 1º turno 1
22-6-1974 Amburgo Germania Est   1 – 0   Germania Ovest Mondiali 1974 - 1º turno -
26-6-1974 Düsseldorf Jugoslavia   0 – 2   Germania Ovest Mondiali 1974 - 2º turno 1
30-6-1974 Düsseldorf Germania Ovest   4 – 2   Svezia Mondiali 1974 - 2º turno -
3-7-1974 Francoforte Polonia   0 – 1   Germania Ovest Mondiali 1974 - 2º turno 1
7-7-1974 Monaco di Baviera Paesi Bassi   1 – 2   Germania Ovest Mondiali 1974 - Finale 1 2º titolo mondiale
Totale Presenze 62 Reti (2º posto) 68

Record modifica

Durante la sua carriera Müller è riuscito a battere alcuni record:

Palmarès modifica

Club modifica

Competizioni regionali modifica

Bayern Monaco: 1964-1965

Competizioni nazionali modifica

Bayern Monaco: 1968-1969, 1971-1972, 1972-1973, 1973-1974
Bayern Monaco: 1966, 1967, 1969, 1970-1971

Competizioni internazionali modifica

Bayern Monaco: 1966-1967
Bayern Monaco: 1973-1974, 1974-1975, 1975-1976
Bayern Monaco: 1976

Nazionale modifica

1972
1974

Individuale modifica

1967, 1969
1966-67 (28 gol), 1968-69 (30 gol), 1969-70 (38 gol), 1971-72 (40 gol), 1972-73 (36 gol), 1973-74 (30 gol), 1977-78 (24 gol)
1972-73 (12 gol), 1973-74 (8 gol), 1974-75 (5 gol), 1976-77 (5 gol)
1966-67 (8 gol)
1969-1970, 1971-1972
1970 (10 gol)
1972 (4 gol)
1970
  • Inserito nelle "Leggende del Calcio" del Golden Foot (2007)

Onorificenze modifica

Note modifica

  1. ^ (DE) Gerd Müller, su fussballdaten.de. URL consultato il 17 dicembre 2008.
  2. ^ https://www.transfermarkt.it/gerd-muller/profil/spieler/35604
  3. ^ a b https://www.transfermarkt.com/gerd-muller/nationalmannschaft/spieler/35604
  4. ^ a b (EN) RSSSF Gerd Müller International Matches, su rsssf.com. URL consultato il 3 marzo 2021.
  5. ^ I gol di Gerd Müller valgono di più, su blog.guerinsportivo.it, 10 dicembre 2012. URL consultato il 28 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2015).
  6. ^ Gerd Muller, Germania Anno Uno a Zero, su tuttocalcioestero.it, 13 marzo 2014. URL consultato il 28 febbraio 2015.
  7. ^ Storia di bomber teutonici, su sodaliziolazio.com, 19 giugno 2014. URL consultato il 28 febbraio 2015.
  8. ^ http://www.corrieredellosport.it/news/calcio/calcio-estero/bundesliga/2016/01/01-7190638/bundesliga_gerd_muller_miglior_giocatore_della_storia/
  9. ^ Copia archiviata, su gianlucadimarzio.com. URL consultato il 13 febbraio 2019 (archiviato dall'url originale il 14 febbraio 2019).
  10. ^ https://www.tuttomercatoweb.com/nato-oggi/gerd-muller-leggenda-tedesca-da-piu-di-700-gol-in-carriera-1174241
  11. ^ G. P. Ormezzano, Il calcio e la coppa del mondo, p. 114.
  12. ^ a b (DE) Gerd Müller – Die Anfänge und der Wechsel zum FC Bayern, su bundesliga.com. URL consultato il 5 dicembre 2022.
  13. ^ Udo Muras, Patrick Strasser: Gerd Müller. Der Bomber der Nation. ISBN 978-3-86883-700-1, S. 35.
  14. ^ (DE) Gerd Müller – „Bomber der Nation“ schrieb Rekorde für die Ewigkeit, su fifa.com. URL consultato il 5 dicembre 2022 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2012).
  15. ^ (DE) Mike Szymanski, 180 Saisontore. Der Kanonier aus Nördlingen, in Süddeutsche Zeitung, 19 maggio 2010. URL consultato il 5 dicembre 2022.
  16. ^ (DE) Fußball, su tsv1861-noerdlingen.de (archiviato dall'url originale il 28 febbraio 2014).
  17. ^ (DE) "Bomber der Nation": Gerd Müller [collegamento interrotto], su wasistwas.de. URL consultato il 24 marzo 2012.
  18. ^ (DE) WM-Spezial: "Kleines dickes Müller": Dann macht es bumm!, su transfermarkt.de, 16 maggio 2012. URL consultato il 15 agosto 2021 (archiviato dall'url originale il 14 settembre 2012).
  19. ^ Il mistero di Gerd Müller. Sparito a Trento per 15 ore, su gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport, 19 luglio 2011. URL consultato il 24 marzo 2012.
  20. ^ Gerd Müller ha l'Alzheimer. Il Bayern: "Uno dei più grandi", su gazzetta.it. URL consultato il 6 ottobre 2015.
  21. ^ (EN) FC Bayern mourns the passing of Gerd Müller, su fcbayern.com, 15 agosto 2021.
  22. ^ (DE) Klaus Nerger, Das Grab von Gerd Müller, su knerger.de, 29 ottobre 2021. URL consultato il 6 dicembre 2022.
  23. ^ (EN) Prolific Scorers Data - Gerd Müller, su rsssf.com. URL consultato il 3 marzo 2021. Dal totale vanno sottratti 2 marcature e 3 incontri con le giovanili (campionato Under-19).
  24. ^ (EN) Gerd Müller gol e presenze tra Bayern e Nazionale, su transfermarkt.com. URL consultato il 3 marzo 2021.
  25. ^ a b Stagione Regolare+Play-off per la promozione in Fußball-Bundesliga 1965-1966.
  26. ^ a b c d Stagione Regolare+Play-off
  27. ^ Müller realizzò altri 7 gol in Coppa delle Fiere, che però non vengono conteggiati ai fini delle statistiche UEFA, cfr. Gerhard "Gerd" Müller - Goals in European Cups, su rsssf.com.
  28. ^ http://www.rsssf.com/players/prolific.html#bican

Voci correlate modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN15564770 · ISNI (EN0000 0001 2121 9405 · LCCN (ENn83211212 · GND (DE118737465 · BNE (ESXX5014738 (data) · BNF (FRcb16773436g (data) · WorldCat Identities (ENviaf-15564770