Apri il menu principale

BiografiaModifica

Herzberg studiò fisica e chimica all'Università tecnica di Darmstadt, laureandosi nel 1928 in chimica fisica. Nel 1930 conseguì il dottorato sia presso l'Università di Gottinga, sotto la supervisione di James Franck e Max Born, che all'Università di Bristol, con John Lennard-Jones.

Nel 1930 venne nominato assistente di fisica all'Istituto Tecnologico di Darmstadt, ruolo che dovette abbandonare nel 1935 per le pressioni del regime nazista. Lo stesso anno fu dapprima visiting poi professore stabile all'Università di Saskatchewan in Canada, di cui poi prese la cittadinanza. Tra il 1945 e il 1948 insegnò pure all'Università di Chicago, tornando successivamente a lavorare nuovamente in Canada.

Attività scientificaModifica

Principalmente interessato alla struttura molecolare ed alla spettroscopia molecolare, durante la sua permanenza in Canada determinò la struttura e le proprietà chimico-fisiche di molecole biatomiche e poliatomiche, inclusi i radicali liberi. Si occupò anche dell'analisi chimica di oggetti astronomici.

Nel 1971 gli fu assegnato il premio Nobel per la chimica per i suoi contributi alla conoscenza della struttura elettronica e geometria delle molecole, in particolare i radicali liberi. Lo stesso anno ricevette anche la Medaglia Royal della Royal Society di Londra.

RiconoscimentiModifica

In suo onore, un asteroide, scoperto nel 1984 dall'astronomo Edward L. G. Bowell, è stato chiamato 3316 Herzberg. L'Istituto Herzberg di Astrofisica, sito a Ottawa, prende il suo nome. Herzberg fu anche membro dell'Accademia Internazionale di Scienze Quantistiche Molecolari.

Alcune opereModifica

  • Spettri atomici e struttura atomica, Paolo Boringhieri Editore, Torino, 1961 (con successive ristampe).
  • Molecular Spectra and Molecular Structure, 4 vols., Van Nostrand, New Jersey, 1950-1968.

OnorificenzeModifica

  Compagno dell'Ordine del Canada
«Direttore della Divisione di Fisica Pura presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche. Per i suoi servizi come fisico di fama internazionale.»
— nominato il 28 giugno 1968, investito il 12 novembre 1968[1]

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN108171140 · ISNI (EN0000 0001 1479 7178 · LCCN (ENn85801693 · GND (DE122472969 · BNF (FRcb122911187 (data) · BAV ADV10173120 · NDL (ENJA00443187 · WorldCat Identities (ENn85-801693